CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Gestione e monitoraggio dell'informativa finanziaria

schema

Il Sistema di Controllo Interno sull’Informativa Societaria è volto a garantire l’attendibilità, l’accuratezza, l’affidabilità e la tempestività dell’informativa societaria in tema di financial reporting e la capacità dei relativi processi aziendali di produrre tale informativa in accordo con i principi contabili

Il modello di gestione dei rischi e di controllo interno sull’informativa societaria adottato da Snam è stato definito coerentemente con le previsioni della normativa italiana ed è basato, sotto il profilo metodologico, sul "CoSO Framework" ("Internal Control – Integrated Framework", emesso dal Committee of Sponsoring Organizations of the Treadway Commission), modello di riferimento a livello a livello internazionale per l’istituzione, l’aggiornamento, l’analisi e la valutazione del sistema di controllo interno.

La progettazione, l’istituzione e il mantenimento del Sistema di Controllo Interno sull'Informativa Societaria sono garantiti mediante le attività di scoping, l’individuazione e la valutazione dei rischi e dei controlli (a livello aziendale e di processo, attraverso le attività di risk assessment e di monitoraggio) ed i relativi flussi informativi (reporting).

Le attività di scoping e quelle di risk assessment per i processi rilevanti sono condotte secondo un approccio "top down – risk based".
La definizione dello scoping è finalizzata ad individuare sia le società del Gruppo Snam in ambito al Sistema di Controllo Interno sull’Informativa Societaria, definendo, per ciascuna di esse, le componenti da applicare, sia le voci e le informazioni di bilancio a tal fine significative e i processi ad esse associati.

Le attività di risk assessment per i processi rilevanti sono mirate a identificare le specifiche attività in grado di generare rischi di errore, non intenzionale, o di frode, che potrebbero avere effetti rilevanti sul bilancio. 
A fronte di società, processi e relativi rischi considerati rilevanti, è stato definito un sistema di controllo seguendo due principi fondamentali: la diffusione dei controlli a tutti i livelli della struttura organizzativa, coerentemente con le responsabilità operative affidate e la sostenibilità dei controlli nel tempo, in modo tale che il loro svolgimento risulti integrato e compatibile con le esigenze operative

I controlli, sia a livello di entità, che di processo, sono oggetto di regolare valutazione (monitoraggio) per verificarne nel tempo l’adeguatezza del disegno e l’effettiva operatività. A tal fine, sono previste attività di monitoraggio di linea (ongoing monitoring activities), affidate al management responsabile dei processi/attività rilevanti, e attività di monitoraggio indipendente (separate evaluations), affidate all’Internal Audit, che opera secondo un piano concordato con il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari, volto a definire l’ambito e gli obiettivi del proprio intervento attraverso procedure di audit concordate.
Inoltre, il Consiglio di Amministrazione di Snam ha conferito un incarico alla Società di revisione Reconta Ernst & Young avente ad oggetto l’esame dell’adeguatezza del sistema di controllo interno connesso alla predisposizione dell’informativa finanziaria per la formazione del bilancio di esercizio e del bilancio consolidato di Snam, tramite lo svolgimento di autonome verifiche indipendenti dell’efficacia del disegno e dell’operatività del sistema di controllo stesso.

Gli esiti delle attività di monitoraggio sono oggetto di un flusso informativo periodico (reporting) sullo stato del sistema di controllo, che viene garantito anche dall’utilizzo di strumenti informatici volti ad assicurare la tracciabilità delle informazioni circa l’adeguatezza del disegno e l’operatività dei controlli. Sulla base di tale reporting, il Dirigente Preposto redige una relazione semestrale ed una annuale sull’adeguatezza e l’effettiva applicazione del sistema di controllo interno sull’informativa finanziaria che, condivisa con l’Amministratore Delegato, è comunicata al Consiglio di Amministrazione, previa informativa al Comitato Controllo e Rischi  e Operazioni con Parti Correlate e al Collegio Sindacale, in occasione dell'approvazione del bilancio consolidato, del progetto di bilancio di esercizio e della relazione finanziaria semestrale. Inoltre il Dirigente Preposto, di concerto con l’Amministratore Delegato, rilascia le attestazioni previste dalla legislazione italiana a garanzia del financial reporting.

 

Il 27 settembre 2016 il Consiglio di Amministrazione ha nominato Franco Pruzzi Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari. Franco Pruzzi è Direttore Amministrazione e Bilancio di Snam.

bilancio

Consulta l’ultima Relazione finanziaria.

Approfondisci
Valvola gas

Come Snam gestisce i suoi rischi principali.

Approfondisci
divani

Il Comitato Controllo e Rischi.

Approfondisci
Page Alert
ultimo aggiornamento
04 ottobre 2016 - 19:13 CEST