CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Verbali e Documenti

SNAM RETE GAS S.p.A.

ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 29 E 30 APRILE 2003 RISPETTIVAMENTE IN PRIMA E SECONDA CONVOCAZIONE

Relazione del Consiglio di Amministrazione sulle proposte concernenti le materie poste all'ordine del giorno dell'Assemblea

Punto 1

Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2002, bilancio consolidato al 31 dicembre 2002, relazioni degli amministratori, del Collegio Sindacale e della Società di revisione.

Signori Azionisti,
il bilancio di esercizio della Snam Rete Gas S.p.A. che chiude con un utile di esercizio pari a euro 48.371.150 e il bilancio consolidato che chiude con un utile netto pari a 431 milioni di euro sono illustrati nel fascicolo "Bilancio al 31 dicembre 2002" depositato presso la sede legale e la Borsa Italiana S.p.A.. Nella presente relazione si fa perciò rinvio a tale documento.

Signori Azionisti,
siete invitati ad approvare il bilancio di esercizio della Vostra Società al 31 dicembre 2002, che chiude con un utile di esercizio pari a euro 48.371.150.

Punto 2

Attribuzione dell'utile di esercizio e distribuzione del dividendo

Signori Azionisti,
in relazione ai risultati conseguiti e alla situazione finanziaria della società il Consiglio di Amministrazione propone di distribuire un dividendo di 0,16 euro per azione per un importo complessivo di euro 312.800.000, da prelevare dalla "Riserva sopraprezzo azioni".

Signori Azionisti,
siete invitati ad approvare le seguenti proposte:

  • di attribuire una quota dell'utile d'esercizio, pari a euro 44.812, alla "Riserva ex articolo 13 D.Lgs n. 124/93". L'importo corrisponde al 3% dell'accantonamento al trattamento di fine rapporto versato nel corso dell'esercizio alla previdenza complementare;
  • di attribuire il restante utile d'esercizio, pari a euro 48.326.338, a "Utili portati a nuovo";  
  • di distribuire, a titolo di dividendo, agli azionisti la "Riserva sopraprezzo azioni" per un importo di euro 312.800.000 , pari a euro 0,16 per azione. Ai sensi dell'articolo 44, primo comma, del Testo Unico Imposte sui Redditi, approvato con DPR 22 dicembre 1986 n. 917, la distribuzione della riserva sopraprezzo azioni non costituisce reddito imponibile per i soci; le somme ricevute riducono il costo fiscalmente riconosciuto delle azioni possedute.  

Siete altresì invitati ad approvare la proposta di mettere in pagamento il dividendo a partire dal 22 maggio 2003, con stacco fissato al 19 maggio 2003.

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione
Ing. Salvatore Russo

Page Alert
ultimo aggiornamento
05 agosto 2016 - 16:10 CEST