CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Comitato nomine

Francesco Gori

Francesco Gori - Presidente

Amministratore indipendente

Francesco Gori nasce a Firenze il 15 maggio 1952.
Dopo la maturità classica si laurea in Economia e Commercio con il massimo dei voti e lode all'Università di Firenze.
Entra in Pirelli nel 1978 dove, dopo diverse esperienze in Italia e all'estero, è nominato direttore generale del settore Pneumatici nel 2001, amministratore delegato di Pirelli Tyre nel 2006 e, nel 2009, anche direttore generale di Pirelli & C.
Dal 2006 al 2011 e per due mandati consecutivi è eletto presidente di ETRMA, l' associazione europea dell'industria manifatturiera della gomma.
Nel 2012 lascia di propria iniziativa il gruppo Pirelli.
Dal 2013 al 2015 è stato Industrial Advisor di Malacalza Investimenti, secondo maggiore azionista di Pirelli fino al delisting della società dalla Borsa Italiana.
Dal 2014 è Industrial Advisor del fondo CCR di Idea Capital Funds SGR (Gruppo de Agostini) e dal 2015 Amministratore non esecutivo del Board di Apollo Tyres, società leader in India nel business pneumatici. Dal 2016 è Presidente di Benetton Group.
È anche consigliere di amministrazione della filiale italiana di Plan International, una delle prime e più grandi ONG nel mondo per il sostegno a distanza dei bambini.
 

 

Approfondimenti:

> Eventuali partecipazioni se detenute

> Comunicazioni internal dealing

Monica De Virgiliis

Monica De Virgiliis

Amministratore indipendente

E’ nata a Torino nel 1967.

Si è laureata in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Torino nel 1992 con il massimo dei voti.
Nel 1993 entra in Magneti Marelli come Ingegnere di Produzione nella Divisione Elettronica con sede a Pavia. Nel 1996 entra a far parte del Commissariato per le Energie Alternative e Energia Atomica francese (CEA), con la missione di sviluppare collaborazioni con aziende italiane. A seguito di una delle collaborazioni di maggiore successo, quella con ST Microelectronics, entra in STM nel 2001 come Business development Manager per la Divisione Telecom Wireline con sede ad Agrate Brianza. Nel 2003 diventa Strategic Alliances Director per il gruppo di Tecnologie Avanzate e si sposta al quartier generale a Ginevra. Nel 2004 diventa Group Vice President System and Business Development del gruppo Wireless.
Nel 2006 diventa General Manager della Divisione Home Video e nel 2007, in concomitanza con il cambio del modello di business dei clienti wireless e l’avvento dello smartphone, diventa General Manager della Divisione Wireless Multimedia, con giro di affari superiore al miliardo di dollari, in cui opera con successo una trasformazione di portafoglio prodotto e modello di business. Svolge un ruolo chiave nell’acquisizione di NXP-Wireless e nella costituzione della joint venture con Ericsson
Nel 2010 lascia ST-Ericsson e rientra in STM mettendo la sua esperienza di business a disposizione di programmi Corporate prima come Group Vice President Organizational Development e poi Corporate Strategy and Development.
Nel 2015 entra in Infineon Technologies come Vice President Industrial Microcontrollers con sede a Monaco di Baviera in cui opera un turnaroud della linea di prodotto di cui è responsabile.
A fine 2016 entra in Octo Telematics come Chief Operations Officer dell’affiliata Mobility Solutions operante nei servizi all’intersezione delle nuove tecnologie, della sharing economy e dell’automotive.
Ha servito nel Consiglio di Amministrazione di varie start-up negli anni 2010-2014.
E nel Consiglio di Amministrazione di Prysmian S.p.A. dall’Aprile 2015 e del Gruppo Stevanato dal Febbraio 2016. 
 

Approfondimenti:

> Eventuali partecipazioni se detenute

> Comunicazioni internal dealing

Alessandro Tonetti

Alessandro Tonetti

Amministratore non esecutivo

Nato a Ronciglione (VT) nel 1977.

E' Chief Legal Officer di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A.
Laureato in Giurisprudenza con lode, ha vinto due borse di studio annuali di perfezionamento in scienze amministrative, con particolare riguardo al diritto pubblico dell’economia, sotto la direzione del Prof. Sabino Cassese. Successivamente, ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Diritto amministrativo e organizzazione e funzionamento della pubblica amministrazione presso l’U niversità degli Studi di Roma “La Sapienza” e il diploma di specializzazione in Diritto pubblico europeo presso l’Academy of European Public Law dell’Università di Capodistrian di Atene, approfondendo il tema della concorrenza e degli aiuti di Stato. Ha conseguito altresì l’a bilitazione alla professione forense.
Dal giugno 2013 al febbraio 2016 ha assunto, prima, incarico di componente del Nucleo tecnico per il coordinamento della politica economica a supporto del Presidente del Consiglio dei Ministri, poi a partire da marzo 2014, incarico di Vice Capo Gabinetto del Ministero dell’economia e delle finanze. In rappresentanza del Ministero dell’economia e delle finanze è stato membro del Gruppo di coordinamento per l’attuazione della disciplina dei poteri speciali sugli assetti societari operante presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. In precedenza, ha ricoperto incarichi di livello dirigenziale, anche generale, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ed è stato componente del Nucleo di consulenza per la regolazione dei servizi pubblici, nonché della Segreteria tecnica della Cabina di regia nazionale per la programmazione economica operanti presso la medesima Presidenza, a supporto dell’attività del Comitato interministeriale per la programmazione economica.
Insegna al Master interuniversitario di II livello in Diritto Amministrativo presso l’U niversità degli Studi di “Roma Tre”. In passato, ha tenuto un corso di Disciplina amministrativa per l’impresa presso la Facoltà di economia dell’“Università degli studi della Tuscia” ed è stato docente a contratto di Diritto della finanza pubblica presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. Ha svolto, inoltre, lezioni presso la Scuola superiore della pubblica amministrazione e la Scuola superiore di economia e finanza. Ha pubblicato numerosi saggi e articoli su primarie riviste giuridiche in materia di diritto amministrativo nazionale ed europeo e di diritto pubblico dell’economia.
Siede anche nel Consiglio di Amministrazione di Enav S.p.A. 
 

Approfondimenti:

> Eventuali partecipazioni se detenute

> Comunicazioni internal dealing

Snam è stata riconosciuta nel 2014 come la migliore società italiana per trasparenza e compliance nel processo di nomina degli amministratori dalle Nazioni Unite attraverso il Principles for Responsible Investment Initiative (PRI), network che raccoglie gli investitori istituzionali più attenti ai principi di sostenibilità e responsabilità sociale nella scelte di investimento. Leggi di più sullo studio.

 

Principali Compiti

Il Comitato svolge le seguenti funzioni propositive e consultive nei confronti del Consiglio di Amministrazione:

  • propone al Consiglio i candidati alla carica di amministratore qualora nel corso dell’esercizio vengano a mancare uno o più amministratori, assicurando il rispetto delle prescrizioni sul numero minimo di amministratori indipendenti e sulle quote riservate al genere meno rappresentato;
  • sottopone al Consiglio di Amministrazione i candidati per gli organi sociali delle Controllate incluse nell’area di consolidamento e delle società partecipate estere strategiche.
  • elabora e propone procedure di autovalutazione annuale del Consiglio e dei suoi Comitati, direttive in relazione ai limiti e divieti di cumulo di incarichi da parte di Consiglieri di Snam e Controllate, criteri di valutazione dei requisiti di professionalità e indipendenza dei Consiglieri di Snam e Controllate, nonché delle attività svolte in concorrenza;
  • riferisce al Consiglio, almeno semestralmente, non oltre il termine per l’a pprovazione della relazione finanziaria annuale e semestrale, sull’attività svolta, nella riunione indicata dal Presidente del Consiglio di Amministrazione; in ogni caso, successivamente a ogni propria riunione il Comitato aggiorna con comunicazione il Consiglio di Amministrazione, alla prima riunione utile, in merito agli argomenti trattati e alle osservazioni, raccomandazioni, pareri, ivi formulati.

attività recenti

Nel corso del 2016 il Comitato Nomine si è riunito 9 volte, con la presenza del 100% dei componenti. La durata media delle riunioni del Comitato è stata di 45 minuti.

Comitato per le nomine e l'attività

Approfondisci i compiti del Comitato Nomine e l'attività nel 2016

Approfondisci

consiglio di amministrazione

Scopri il Consiglio di Amministrazione

Approfondisci
gestione di Snam e controllate

Conosci il management di Snam e controllate

Approfondisci
Page Alert
ultimo aggiornamento
21 marzo 2017 - 11:05 CET