CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Politica retributiva 2017

politica retributiva 2017

Il sistema di remunerazione riconosce le responsabilità attribuite, i risultati conseguiti e la qualità dell’apporto professionale, rispetta i principi di valorizzazione delle persone e delle pari opportunità da sempre presenti nella cultura organizzativa di Snam.

Il Comitato per la Remunerazione ha effettuato la sua valutazione annuale della politica di remunerazione a inizio 2017. Nell’assunzione delle proprie determinazioni, il Comitato ha tenuto conto delle deliberazioni assunte dall’Assemblea del 27 aprile 2016 e dal Consiglio di Amministrazione nel corso del 2016, a seguito di una valutazione del quadro normativo in tema di remunerazione, oltre che delle prassi riscontrate nella predisposizione dei remuneration report in ambito nazionale e internazionale.

La Politica sulla remunerazione Snam per il 2017 relativamente agli Amministratori e ai Dirigenti con responsabilità strategiche è stata approvata dal Consiglio di Amministrazione nella riunione del 6 marzo 2017.

 

Nuovi elementi introdotti nel 2017

Introduzione di un piano di incentivazione azionaria di lungo termine

Nel corso del 2017, il Comitato per la Remunerazione, in ottica di creare le condizioni per un maggiore allineamento della remunerazione variabile di lungo termine all’obiettivo primario di creazione di valore per gli azionisti, ha proposto al Consiglio di Amministrazione di adottare, per l’Amministratore Delegato e i dirigenti più direttamente responsabili dei risultati aziendali, un piano basato sull’attribuzione di azioni ordinarie della Società (c.d. Performance Share), in luogo dei piani di incentivazione monetaria di medio-lungo termine in essere. Il piano è stato approvato dall’Assemblea dei soci dell’11 aprile 2017. Il piano si basa su tre indicatori: Ebitda, con peso del 60%, misurato su scala lineare con minimo pari al budget -2%, target pari al budget e massimo pari al budget +4%; Utile netto adjusted, con peso del 30%, misurato su scala lineare con minimo pari al budget e massimo pari al budget +5%; Sostenibilità, con peso del 10%, misurata su scala lineare in termini di riduzione delle emissioni di gas naturale nell'arco del triennio 2017-2019, comparata ai risultati registrati alla fine del 2016 con minimo pari ad una riduzione del -1%, target pari ad una riduzione del -1,5% e massimo pari ad una riduzione del -2,5%.

Introduzione di un obiettivo sulle attività non regolate

Il Comitato per la Remunerazione, con l’obiettivo di consolidare e adeguare gli strumenti retributivi all’evoluzione del Piano Strategico, ha inserito nel piano di performance della Società un obiettivo relativo allo sviluppo di attività non regolate (CNG).

IN BREVE: LA politica di remunerazione Snam

 
Sistemi di incentivazione di breve periodo Sistemi di incentivazione di lungo periodo
       
Esistenza di un sistema di incentivazione di breve periodo di tipo cash     Esistenza di un sistema di incentivazione di lungo periodo di tipo equity

  

 
Parametri STI per l’AD Peso
Free Cash Flow 30%
Efficienza Operativa 30%
Investimenti 20%
Sviluppo attività non regolate – CNG        10%
Sostenibilità - indice di frequenza infortuni e miglioramento degli indici DJSI, FTSE4GOOD e VigeoEurope 10%

  

 
Incentivazione azionaria di lungo termine
Parametri Peso
Ebitda 60%
Utile netto adjusted 30%
Sostenibilità 10%
 

CICLO DI ATTIVITA’ DEL COMITATO PER LA REMUNERAZIONE

ciclo_attivita_2

Linee Guida di Politica sulla Remunerazione 2017

Le Linee Guida di Politica sulla remunerazione 2017 prevedono, alla luce delle nuove sfide e del nuovo assetto societario, una evoluzione dei sistemi di remunerazione variabile esistenti al fine di rafforzare il collegamento dell’azione del management con il valore creato per l’a zionista.
 
In particolare, è stato elaborato un nuovo piano di Incentivazione di Lungo Termine a base azionaria (ILT), per l’Amministratore Delegato e un ristretto numero di Dirigenti (massimo 20) che ricoprono posizioni a maggiore impatto sulla creazione di valore o con rilevanza strategica ai fini del conseguimento degli obiettivi pluriennali di Snam. Il piano prevede l’assegnazione di azioni ordinarie della Società a fronte del raggiungimento di condizioni di performance misurate su un arco temporale di tre anni. Il numero massimo di azioni annue a servizio del Piano è pari a 3.500.000. Questo nuovo piano azionario sostituisce, per i beneficiari, i precedenti strumenti di remunerazione variabile di medio-lungo termine (IMD e IMLT) e garantisce un collegamento diretto con l’andamento azionario.
 
Le linee guida di Politica retributiva 2017 sono state definite in coerenza con le finalità ed i principi generali enunciati e sono state valutate, dal Comitato per la Remunerazione, congruenti con i riferimenti di mercato applicabili.

Gli strumenti di remunerazione monetaria previsti sono riassunti ed esplicitati dal seguente schema:

Comitato per la Remunerazione

I componenti del Comitato per la Remunerazione

Approfondisci
Il Management Snam

Il Management Snam

Approfondisci
Internal dealing

Operazioni sugli strumenti finanziari Snam da parte dei Soggetti rilevanti

Approfondisci
Page Alert
ultimo aggiornamento
12 luglio 2017 - 15:46 CEST