Login    

Global Gas Report 2018

Snam global gas report 2018

Sviluppato dall'International Gas Union, dal Boston Consulting Group e da Snam, questa pubblicazione approfondisce il ruolo unico del gas naturale nel mix energetico globale e l'opportunità che esso offre per soddisfare la crescente domanda di energia riducendo le emissioni di gas serra e migliorando la qualità dell'aria urbana. Cogliere questa opportunità richiederà un intervento congiunto dall'industria del gas naturale, dai responsabili delle politiche e da altre parti interessate fondamentali, come la società civile e la comunità finanziaria.

Siamo lieti di presentarvi l’edizione speciale del Global Gas Report per la World Gas Conference 2018

Questa pubblicazione analizza il ruolo unico del gas naturale nel mix energetico globale e l'opportunità che offre per soddisfare la crescente domanda di energia riducendo le emissioni di gas serra e migliorando la qualità dell'aria urbana. Per raggiungere questo obiettivo, sarà necessario uno sforzo comune dell'industria del gas naturale, degli attori politici e delle altre parti interessate, quali la società civile e la comunità finanziaria.

Uno sguardo indietro al 2017 suggerisce che le prospettive per il gas sono in crescita, soprattutto grazie alla combinazione di un aumento dell’offerta, della disponibilità e della crescente liquidità nel mercato del GNL. Le politiche ambientali in Cina finalizzate alla riduzione dell’inquinamento hanno contribuito a supportare la forte crescita dei consumi globali, del 3,7% nel 2017, più del doppio del tasso di crescita medio dei precedenti cinque anni.

Anche il rapido sviluppo delle tecnologie del gas rinnovabile e a basse emissioni di carbonio offre opportunità per ridurre ulteriormente le emissioni di gas serra e per far proseguire lo sforzo globale per soddisfare gli obiettivi di sostenibilità.

Tuttavia, ci sono leve specifiche su cui lavorare perché queste opportunità continuino a concretizzarsi.

In questa pubblicazione, vengono evidenziate le principali opportunità di crescita per il gas, in particolare nei Paesi non-OCSE in Asia e Africa. In conclusione si sottolinea che assicurare la competitività dei prezzi, l'accesso e la sostenibilità ambientale del gas rimane fondamentale per il settore. Raggiungere tale competitività richiederà una valutazione solida ed equa dei costi e dei benefici delle varie fonti energetiche, una regolamentazione appropriata per salvaguardare la qualità dell'aria e l'ambiente e la pianificazione e il processo decisionale sulla base di valutazioni realistiche.

Vi invitiamo a consultare anche la nostra speciale sezione sul gas per le città, che illustra il ruolo chiave del gas nei contesti urbani. Il gas naturale combina un'elevata intensità di riscaldamento ed efficienza con basse emissioni, praticamente senza produrre inquinamento, e può fornire energia per quasi tutti gli usi, come la generazione elettrica, il trasporto, l'industria e il settore residenziale. Può anche farlo a diverse livelli, distribuito o centralizzato. Queste qualità lo rendono in grado di affrontare la duplice sfida ambientale, quella dell'inquinamento atmosferico e quella dei cambiamenti climatici globali negli ambienti urbani. Data la continua tendenza verso l'urbanizzazione, in particolare nei Paesi in via di sviluppo, ciò rappresenta un'opportunità chiave per la crescita della domanda di gas.

Nel complesso, lo studio sottolinea la necessità di sforzo e dialogo coordinati – lungo la filiera del gas e con i soggetti interessati. Questa è la ragione per cui abbiamo scelto di presentare questo Global Gas Report all’IGU World Gas Conference, che raggruppa tutti gli attori, fornendo una grande opportunità per iniziare la discussione.

Speriamo che possiate beneficiare di questo strumento.

Il gas naturale è al centro di una fase di rapido sviluppo. Dal 2010, il consumo medio globale di gas è aumentato dell’1,8% ogni anno, rendendolo la fonte di energia a più rapida crescita, oltre all’energia rinnovabile. In questo periodo il settore del gas ha subito una trasformazione significativa a livello globale, caratterizzata dal boom dello shale (gas di scisto) in Nord America, dalla crescita veloce del GNL e dallo sviluppo dei nuovi mercati del gas in Asia e Medio Oriente. Questa crescita è il risultato dei molteplici benefici offerti dal gas come combustibile pulito, abbondante, flessibile e economicamente vantaggioso.

Le previsioni del settore sono concordi nell’aspettarsi che la rapida crescita del gas continui. Le previsioni dell’AIE (Agenzia Internazionale dell'Energia) e di altri principali analisti prevedono che il consumo di gas aumenterà almeno dell’1,6% ogni anno nei prossimi decenni. Tra tutti i combustibili fossili, il gas è l’unica fonte di energia il cui consumo si prevede in crescita nel lungo periodo in tutti i principali scenari, inclusi quelli più aggressivi di transizione verso basse emissioni di carbonio. Di conseguenza si prevede che il gas supererà il carbone nel 2040, attestandosi come seconda principale fonte di energia.

Nonostante i recenti sviluppi positivi e la prospettiva futura, il gas non ha ancora probabilmente raggiunto le proiezioni di crescita più ottimiste. In particolare, la quota di gas nel mix globale delle fonti di energia è rimasta virtualmente immutata dal 2010, con una crescita marginale che sta iniziando a realizzarsi solo a partire dal 2017. Il motivo sono le sfide che il gas sta affrontando in alcuni mercati, legati alla competitività dei suoi costi rispetto ad altre fonti combustibili, all’accessibilità di una fornitura sicura e alle discussioni sul ruolo che il gas può giocare nella promozione della sostenibilità ambientale.

Per favorire la rapida crescita del mercato del gas e raggiungere le aspettative di sviluppo del mercato del gas nei prossimi decenni, sarà essenziale considerare tre leve:

1. Competitività dei costi: migliorare il costo del gas rispetto a quello di altre fonti di energia per mezzo della combinazione dell’efficienza dei costi del GNL, della integrazione dei costi degli effetti ambientali, e della promozione della produzione locale di gas nei mercati di tutto il mondo.

2. Sicurezza dell’approvvigionamento: favorire la sicurezza dell’approvvigionamento del gas attraverso lo sviluppo e miglioramento di reti e infrastrutture, modelli commerciali più flessibili e nuove tecnologie modulari che favoriscano l’accesso (ad es. le FSRU, unità galleggianti di stoccaggio e rigassificazione).

3. Sostenibilità: promuovere la sostenibilità ambientale del gas come strumento per ridurre l’inquinamento dell’aria in aree urbane, sviluppando tecnologie per il gas a basse emissioni di anidride carbonica, integrando le fonti di gas rinnovabile nell’infrastruttura esistente e limitando le emissioni di metano.

La crescita futura del gas è prevista concentrarsi in regioni e settori specifici, come conseguenza della crescita generale della domanda di energia primaria, della penetrazione attuale del gas e delle scelte di politica energetica. Le principali regioni in cui si prevede si materializzi la crescita di gas includono l’Asia non OCSE, il Medio Oriente e l’Africa. Contemporaneamente, anche il settore dei trasporti in Nord America e il rifornimento navale globale offrono grandi opportunità di crescita.

Analizzando il posizionamento relativo del gas in queste regioni e settori ad elevato potenziale di crescita, emergono delle priorità specifiche da affrontare per permetterne lo sviluppo::

Asia non OCSE – generazione elettrica e settore industriale: permettere un accesso sicuro al gas è essenziale dato che ad oggi l’infrastruttura di trasporto è limitata, o non disponibile, in molti mercati.

Asia non OCSE & Africa – tutti i settori: permettere un accesso sicuro al gas è essenziale dato che ad oggi l’infrastruttura di trasporto è limitata, o non disponibile, in molti mercati.

Mercati OCSE – tutti i settori: chiave sarà l’utilizzo del gas per permettere il raggiungimento degli obiettivi sulle emissioni da gas clima alteranti, in particolare tramite tecnologie che permettano di ridurre le emissioni lungo la filiera del gas.

Concentrarsi sul ruolo del gas nelle città sarà un fattore abilitante essenziale per la crescita globale del consumo di gas fra queste regioni e settori. Il gas ha dei vantaggi unici come fonte combustibile nelle aree urbane date le sue limitate emissioni locali di inquinanti e di gas ad effetto serra (GHG), l’elevata intensità termica (preziosa per l’utilizzo negli edifici e nelle industrie), e la “scalabilità” della relativa infrastruttura. Come conseguenza più del 90% della crescita globale prevista al 2040 per il gas deriverà probabilmente dall’uso in città.

Far sviluppare il consumo del gas in città necessiterà di approcci differenti a seconda che sia una città in paesi in via di sviluppo o una città in paesi sviluppati. Nei paesi emergenti l’infrastruttura è essenziale per permettere un approvvigionamento sicuro del gas, e necessita di circa $35-55 miliardi all’anno di investimenti per la trasmissione e distribuzione del gas, e per l’infrastruttura del GNL. Nei paesi sviluppati la penetrazione di nuove tecnologie per sostenere il consumo del gas sarà cruciale a fronte di un miglioramento dell’efficienza energetica e di una maggiore elettrificazione.

Applicare le leve di sviluppo per il gas a livello globale, e nelle città in particolare, necessiterà di azioni concertate da parte di molti stakeholder diversi. Queste includono lo sviluppo di nuovi modelli di business e nuove tecnologie per gli operatori del settore del gas, di politiche efficaci supportate dei governi e di investimenti da parte delle istituzioni finanziarie. Nonostante il futuro del gas sembri essere chiaro, dovrà essere sostenuto e coordinato nella crescita.

Questa pubblicazione presenta sia le recenti tendenze nel settore globale del gas che i trend futuri che lo caratterizzeranno. La prima sezione della pubblicazione descrive come il settore del gas si sia sviluppato fino ad oggi e quali differenze si siano materializzate rispetto alle principali previsioni passate, mentre la seconda parte prende in considerazione cosa sarà necessario per raggiungere il pieno potenziale di crescita del gas. Nella terza parte, una sezione è dedicata al “gas per le città”, evidenziando il ruolo che le città giocano nel raggiungimento dello sviluppo del consumo di gas nei prossimi decenni.

  • +3,7%: crescita del consumo globale di gas nel 2017 supportata dalla Cina (>30% della crescita globale), più del doppio rispetto al tasso medio dei cinque anni precedenti
  • +60 Bcm: produzione di gas aggiuntiva nel 2017 da Russia, Australia e Nord America
  • +12%: crescita dei volumi di LNG nel 2017, rispetto all’1,6% medio dal 2010 al 2016
  • +1,6%: proiezione della crescita annuale del gas al 2040, concentrata soprattutto nelle regioni non OCSE in Asia, Africa e Medio Oriente
  • 90%: quota della crescita di consumo di gas nelle città al 2040, migliorando la qualità dell’aria, ma che richiede investimenti per $35-55 miliardi/anno nelle infrastrutture gas
Page Alert
ultimo aggiornamento
28 giugno 2018 - 10:13 CEST