CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

L'analisi pratica - Analisi del consumo 2010-2015 per aree geografiche

2010-2015: analisi regionale

Una panoramica delle recenti tendenze del gas nelle diverse aree geografiche

Il report valuta come questi tre fattori si sono evoluti negli ultimi cinque anni su scala sovranazionale, concentrandosi su Nord America, Europa, Asia e Medio Oriente. Sono queste le quattro regioni più grandi per consumo di gas oggi e si prevede che saranno i più importanti agenti di crescita in futuro.

Nord America

 

icona gas naturale Produzione USA

+50%

tra il 2005 e il 2015, GUIDATA DA UN AUMENTO NELLA PRODUZIONE DI GAS DI SCISTO DA 20 A OLTRE 350 MILIARDI DI M3 PER ANNO

icona gas naturaleProduzione di scisto in Canada

 

+60 mld di m3

DAL 2010 AL 2015

icona gas naturalePrezzi del Messico

 

-38%

A PARTIRE DAL 2010

 

Nell’ultimo decennio, l’aumento di gas da rocce scistose in Nord America ha influenzato tutti gli aspetti dell’industria del gas naturale, causando una maggiore disponibilità di approvvigionamento e sicurezza e rendendo il costo sempre più competitivo a livello sia continentale sia mondiale. Dato lo straordinario cambio di rotta degli Usa, da importatore a esportatore netto di gas, è un esempio unico e senza precedenti di come la crescita nella produzione nazionale possa trasformare i mercati di una parte del mondo. Gli USA stanno davvero vivendo un’età d’oro del gas.

La straordinaria crescita di approvvigionamento sperimentata in USA ha poi dato luogo a un significativo calo dei prezzi del gas. Un così drastico miglioramento nella competitività di costo ha spinto velocemente il gas in competizione con gli altri combustibili, così il gas naturale ha acquisito una quota in tutti i settori di utilizzo dell’energia negli USA.

Per approfondimenti, numeri e case studies, consulta la versione pdf del Global gas report.

 

Nord America Driver Commenti
Henry Hub registra i prezzi più bassi a livello mondiale (<$3,5/MMBtu)

Competitività di costo

Il gas ora è in competizione col carbone per la produzione di energia
La produzione cresce stabilmente con una media del 3,2%

Significativa capacità di trasporto via gasdotto nell’area

Notevole capacità di importazione di GNL – recente crescita in Messico

 

 

Disponibilità e sicurezza dell’approvvigionamento

Da importatore netto a esportatore netto di gas

Alto grado di interconnessioni interne
Crescente preoccupazione e azioni regolatorie riguardo alle fughe di metano

 

Sostenibilità

La sfida del settore è realizzare sempre maggiori riduzioni di gas generanti effetto serra attraverso il controllo delle fughe di metano

 

Europa

 

icona gas naturaleConsumo di gas in Europa

 

-3.6% l'anno

IL CONSUMO DI GAS E' DIMINUITO TRA IL 2010 E IL 2015

 

 

LA COMPETITIVITA' DEL GAS
E' STATA MINACCIATA DAL CALO
DEI PREZZI DEL CARBONE

 

Tra il 2010 e il 2015, il consumo di gas in Europa si è ridotto del 3,6% ogni anno, per lo più a causa di un calo nel settore della produzione elettrica in cui al posto del gas si utilizzava una combinazione di carbone e fonti rinnovabili. Nonostante il consumo abbia subito una ripresa nel 2015 e nel 2016, è ancora di quasi 70 miliardi di metri cubi al di sotto dei livelli del 2010.

Questo calo dei consumi era dovuto in parte alla recessione economica della regione e allo sviluppo dell’efficienza energetica, ma anche e significativamente alle sfide di competitività di costo contro gli altri combustibili e all’impatto delle politiche volte a migliorare la sostenibilità del settore energetico attraverso il rapido sviluppo della capacità di produzione rinnovabile. Nel frattempo, il calo di produzione locale ha portato all'aumento della dipendenza dall'importazione.

Intanto, il prezzo del carbonio stabilito dall’European Union Emissions Trading Scheme è crollato durante quel periodo, eliminando un incentivo sul piano dei costi per il gas rispetto al carbone. Oltre alla più alta competitività del carbone, l’Europa ha adottato una serie di politiche di mitigazione dei cambiamenti climatici che portano direttamente allo sviluppo della capacità di produzione di energia rinnovabile. Dato che il vento e il sole hanno costi operativi variabili vicini allo zero, quando la capacità è stata sviluppata ha sostituito le altre fonti di energia, incluso il gas.

A contribuire ulteriormente all’allontanamento del gas in Europa è stato il declino della produzione di gas all’interno del continente, che è sceso di circa 60 miliardi di metri cubi in quel periodo. Questo ha contribuito a una crescente dipendenza dalle importazioni e ha introdotto sfide per la futura sicurezza dell’approvvigionamento. In risposta, l’U E e i paesi membri si sono mossi per aumentare la capacità di rigassificazione di GNL, le interconnessioni dei gasdotti e lo stoccaggio per ridurre la vulnerabilità a potenziali crisi nell’a pprovvigionamento.

Per approfondimenti, numeri e case studies, consulta la versione pdf del Global gas report.

 

Europa Driver Commenti
Calo dell’NBP entro il 2017 a <$4/MMBtu

La competitività di costo del gas col carbone in aumento, ma il costo unitario equivalente del gas è al momento ancora più elevato

 

Competitività di costo

I prezzi del gas in Europa non sono ancora competitivi col carbone per la produzione di energia agli attuali livelli di prezzo del carbonio
Produzione in calo

Notevole ricorso all’approvvigionamento tramite importazioni dalla Russia

Capacità di importazione di GNL significativa e in crescita

 

 

 Disponibilità e sicurezza dell’approvvigionamento

La dipendenza dalle importazioni dalla Russia è stata un punto chiave del dibattito europeo

La capacità di importazione di GNL in Europa potrebbe migliorare la sicurezza interna dell’a pprovvigionamento con interconnessioni tra Est e Ovest
Pressione crescente sulle emissioni di metano

Preoccupazioni sulla sostenibilità a lungo termine del gas in un mondo decarbonizzato

 

Sostenibilità

Grande supporto istituzionale per le fonti di energia rinnovabili, incluso il passaggio al biometano


 

Asia

 

Il consumo di gas è cresciuto significativamente in Asia, con una media del 3,2% per anno dal 2010 al 2015. Tuttavia, la maggior parte di questa crescita ha riguardato in particolar modo la Cina. Escludendo la Cina il tasso di crescita del consumo in Asia è stato dell’1 ,2% per anno. Il fattore critico che ha limitato la crescita nella regione è stata la competitività di costo del gas contro il carbone.

La sicurezza dell’approvvigionamento del gas in Asia ha subito notevoli miglioramenti negli ultimi cinque anni vista la sostanziale espansione della produzione di gas a 500 miliardi di metri cubi, lo sviluppo della capacità di importazione di GNL a circa 330 miliardi di metri cubi e le nuove connessioni tramite gasdotti. La sostenibilità del gas è un importante benefit riconosciuto nella regione. Dato il diffuso problema dell’inquinamento atmosferico nelle aree urbane, il gas è visto come una soluzione per garantire minori emissioni e nel contempo sviluppo economico.

Per approfondimenti, numeri e case studies, consulta la versione pdf del Global gas report.

 

Asia Driver Commenti
Sebbene i costi siano in calo, è ancora l’indice di prezzo più alto a livello globale Competitività di costo Il gas non è competitivo col carbone in quest’area geografica
Disponibilità di gas locale limitata in molti paesi

L’aumento della capacità di rigassificazione di GNL contribuisce al miglioramento della sicurezza dell’approvvigionamento

 

 

Disponibilità e sicurezza dell’approvvigionamento

Il gas è percepito come meno sicuro del carbone prodotto all’interno dell’area geografica (dove è disponibile)

Le infrastrutture, sebbene in crescita, non permettono liquidità di mercato
Il gas è percepito come una soluzione alle grandi preoccupazioni della zona in relazione alle emissioni e alla qualità dell’aria

La crescita del consumo del gas sostiene il raggiungimento degli obiettivi nazionali stabiliti dall’accordo di Parigi

 

 

Sostenibilità

La sostenibilità guida le politiche a supporto del gas

Medio Oriente

 

In quanto prima regione esportatrice di gas naturale, il Medio Oriente ha una consistente disponibilità di approvvigionamento e forniture di gas ad elevata competitività di costo. Rispetto agli altri combustibili, il gas fornisce un livello più elevato di sicurezza di approvvigionamento, soprattutto rispetto al carbone, che non viene praticamente prodotto all’interno della regione. Rispetto al petrolio, il gas ha un costo decisamente più basso su base energetica.

Questa combinazione di disponibilità di approvvigionamento e prezzi competitivi ha portato a una penetrazione di gas molto alta all’interno della regione. Oltre al passaggio a un carburante orientato al mercato, le politiche di governo dell'area stanno portando a un maggiore consumo di gas.

 

Medio Oriente Driver Commenti
I costi di produzione locale sono in aumento (ad esclusione Qatar) ma ancora competitivi a livello globale Competitività di costo Diminuzione dell’uso del petrolio più costoso nella produzione di energia
Produzione e riserve di gas naturale notevoli

Crescita della capacità di rigassificazione di GNL per i paesi importatori

 

Disponibilità e sicurezza dell’approvvigionamento

Percepito come abbondante e sicuro
Non ci sono sfide significative per la sostenibilità del gas

 

Sostenibilità

Le basse emissioni sono viste come un vantaggio per minimizzare l’inquinamento dell’aria nelle zone urbane in tutta l’area geografica
Page Alert
ultimo aggiornamento
03 ottobre 2017 - 11:02 CEST