Statuto

statuto1Contiene le principali regole di funzionamento della Società.

L'Assemblea degli Azionisti del 31 luglio 2008 ha modificato lo Statuto al fine di ottemperare alle disposizioni delle Delibere n.11/07 e n. 253/07 dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas in tema di separazione funzionale dell'attività di trasporto del gas dalle altre attività gas. E' stato altresì previsto, ai sensi dell'art. 154-ter del TUF, l'unico termine di centoventi giorni dalla chiusura dell'esercizio per l'approvazione del bilancio da parte dell'Assemblea.

L'Assemblea degli azionisti, il 27 aprile 2010, ha approvato modifiche statutarie dettate dall'esigenza di aggiornarne la formulazione alle indicazioni del quadro normativo e regolatorio di riferimento, anche dietro impulso della legislazione europea.

Le modifiche recepiscono una più lineare descrizione dell'attività svolta e riportata nell'oggetto sociale e gli adeguamenti connessi all'esercizio dei diritti degli azionisti di società quotate, in attuazione della legislazione europea recepita da talune disposizioni del Decreto legislativo n. 27 del 27 gennaio 2010.

Ulteriori modifiche discendono dalla volontà di assicurare la piena coerenza dello Statuto alle best practice internazionali.

L’Assemblea degli azionisti, il 5 dicembre 2011, ha approvato la modifica, con decorrenza 1° gennaio 2012, della denominazione sociale in “Snam S.p.A.”

L'Assemblea del 26 aprile 2012 ha modificato gli artt. 13 e 20 dello Statuto Sociale per recepire il principio dell’equilibrio tra i generi nella composizione degli organi sociali, sancito dal comma 1-ter dell’art. 147-ter e dal comma 1-bis dell’art. 148 del TUF.

L'Assemblea Straordinaria del 30 luglio 2012 ha deliberato di modificare l'art. 5.1 dello Statuto, eliminando l'indicazione del valore nominale di tutte le azioni ordinarie rappresentative del capitale sociale e annullando n. 189.549.700 azioni proprie prive del valore nominale, senza variare l'ammontare del capitale sociale.

L’Assemblea del 26 marzo 2013 ha approvato alcune modifiche statutarie. In particolare sono stati introdotti: (i) la convocazione unica dell’Assemblea in luogo delle due convocazioni di quella in sede ordinaria e delle tre in sede straordinaria e (ii) il divieto per gli amministratori, i sindaci, i direttori generali e il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari di rivestire cariche nell’organo amministrativo o di controllo e funzioni dirigenziali in Eni S.p.A. e sue controllate, ovvero di intrattenere rapporti diretti o indiretti, di natura professionale o patrimoniale con tali società, in ottemperanza alle prescrizioni dell’art. 2 comma 2 lettera c) del DPCM 25 maggio 2012, emanato in attuazione del Decreto Legge n.1 del 24 gennaio 2012, convertito, con modificazioni, nella Legge n. 27 del 24 marzo 2012.

Statuto

| 48 Kb

Page Alert ultimo aggiornamento
12 agosto 2014 - 09:36 CEST