CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Evoluzione prevedibile della gestione

Le principali linee guida del management prevedono la crescita organica in Italia e il consolidamento della presenza in Europa al fine di perseguire il rafforzamento della sicurezza degli approvvigionamenti, della flessibilità e qualità del servizio dell’intero sistema gas.

Il futuro del gas naturale

La domanda di energia a livello globale è prevista crescere nei prossimi quindici anni grazie soprattutto alla spinta dei paesi emergenti (non - OCSE), che bilanceranno la contrazione dei paesi OCSE, i cui consumi si dovrebbero ridurre anche per effetto delle politiche di efficienza energetica. Ad oggi i fabbisogni sono ancora coperti in prevalenza da carbone e petrolio.

A livello europeo invece si registra una significativa presenza nel mix energetico del gas e del nucleare, con una quota rispettivamente pari al 22% e al 14%, con un peso del carbone (17%) più contenuto rispetto alla quota mondiale, con una marcata differenziazione regionale all’interno del mercato europeo.

In Italia il gas riveste un ruolo maggiormente rilevante rispetto agli altri paesi europei, coprendo un terzo dei fabbisogni energetici. Ad inizio decennio il nostro Paese ha visto un forte sviluppo delle fonti rinnovabili grazie ad un importante sostegno finanziario alla crescita del settore che pesa per il 18% sul mix energetico.

In prospettiva il peso delle fonti fossili a livello mondiale è previsto ridursi gradualmente (81% nel 2014, a fronte del 76% previsto per il 2030) mentre il gas rivestirà un ruolo sempre più rilevante, con un incremento di circa 790 mega tonnellate equivalenti di petrolio al 2030. Si prevede, inoltre, una crescita significativa delle rinnovabili.

Questo trend è ancora più marcato a livello europeo, dove si osserva una decisa contrazione della domanda di petrolio e carbone e una consistente crescita della domanda di gas (circa 50 Mtep) e di rinnovabili, in considerazione dell’evoluzione del footprint industriale e, soprattutto, delle politiche di efficienza energetica e di riduzione delle emissioni di anidride carbonica.

Investimenti

Snam conferma un rilevante piano di investimenti, pari a 5,0 miliardi di euro, nel quinquennio 2017 - 2021, di cui 4,7 miliardi di euro per progetti in Italia. Le principali linee guida del piano per aree di business sono:

TRASPORTO: gli investimenti sono finalizzati ad aumentare la flessibilità e sicurezza del sistema in Italia, a continuare a migliorare la qualità del servizio e aumentare il livello di interconnessione delle infrastrutture e della flessibilità dei flussi gas in Europa. E’ previsto che gli interventi pianificati consentano alla Società di incrementare, nel periodo considerato, di circa l’1% la lunghezza della rete di trasporto (32.508 chilometri nel 2016) e di aumentare la potenza installata nelle centrali di compressione di circa il 5% (circa 922,2 MW nel 2016).

STOCCAGGIO: i progetti previsti, finalizzati a migliorare la sicurezza e flessibilità complessiva del sistema, porteranno a un incremento di circa il 7% della capacità disponibile di stoccaggio (12,0 miliardi di standard metri cubi nel 2016) e di circa l’8% della capacità di punta (238 milioni di standard metri cubi/giorno nel 2016).

Efficienza operativa

Snam conferma anche per il 2017 la propria attenzione all’efficienza operativa, attraverso iniziative che consentano il mantenimento di un livello di costi sostanzialmente costante in termini reali a parità di perimetro.

Nuovi business

Sono in fase di studio iniziative volte allo sviluppo di nuovi business in ambito CNG e “Small scale LNG”, a supporto, in particolare, dell’utilizzo del gas nell'ambito dei trasporti. Inoltre, Snam assicurerà tutte le azioni utili a valorizzare l’impiego del proprio know how, nella realizzazione e gestione di infrastrutture gas, a servizio di partecipate e terzi.

Page Alert
ultimo aggiornamento
07 agosto 2017 - 13:12 CEST