CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Risk management

Il gruppo Snam, in linea con le indicazioni del Codice di Autodisciplina e delle best practice internazionali, ha istituito, alle dirette dipendenze del general Counsel, l’unità Enterprise Risk Management (ERM) al fine di presidiare il processo di gestione integrata dei rischi aziendali per tutte le società del Gruppo. I principali obiettivi dell’ERM riguardano la definizione di un modello di valutazione dei rischi che consenta di individuare gli stessi secondo logiche omogenee e trasversali, di identificare i rischi prioritari, nonché di garantire il consolidamento delle azioni di mitigazione e l’elaborazione di un sistema di reporting. L’ERM opera nell’ambito del più vasto Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi di Snam.

Con la scissione da Italgas il profilo di rischio Snam è cambiato per effetto del venire meno di quei rischi connessi alla natura specifica del business distribuzione non più consolidati nel perimetro societario e, in particolare, relativi all’incertezza connessa alla tematica delle gare d’ambito e al valore di rimborso di fine concessione.

Sistema di controllo interno e di gestione dei rischi

Il sistema di individuazione, valutazione, gestione e controllo dei rischi, applicato in tutta l’azienda, è articolato su tre livelli, ciascuno con diversi obiettivi e responsabilità associati. La strutturazione e il mantenimento dell’intero sistema è compito dell’Amministratore Delegato, a tal scopo incaricato dal CdA.

La modalità di valutazione dei rischi è integrata, trasversale e dinamica, e valorizza i sistemi di gestione già esistenti nei singoli processi aziendali, a partire da quelli relativi alla prevenzione delle frodi e della corruzione, e della salute, sicurezza ambiente e qualità.

Le stesse attività di controllo costituiscono parte integrante dei processi gestionali. Compito del management è quindi favorire la creazione di un ambiente positivamente orientato al controllo e presidiare, in particolare, i “controlli di linea”, costituiti dall’insieme delle attività di controllo che le singole unità operative o le società svolgono sui propri processi.

Il controllo indipendente è affidato alla funzione Internal Audit, incaricata di verificare che il sistema sia funzionante e adeguato.

1° Livello di controllo
(owner dei rischi)
Società controllate e Snam responsabili dell'identificazione, misurazione e gestione dei rischi e implementazione relativi controlli nell'ambito dei processi di propria competenza
Processi di Gruppo
 
Processi di Staff
Processi di Business
2° Livello di controllo
(monitoraggio dei rischi e dell'adeguatezza dei controlli)

Compliance

Sistemi di
controllo
su informativa finanziaria
Privacy
Market
Abuse
Sistemi
Datoriali
Antitrust
Unbundling
Responsabilità
Amministrativa
d'Impresa
Anticor-
ruzione
------------

Enterprise Risk Management
3° Livello di controllo
(verifica indipendente)
Page Alert
ultimo aggiornamento
31 maggio 2017 - 14:42 CEST