CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Il processo di enterprise risk management in Snam

Snam, sebbene caratterizzata da un limitato profilo di rischio economico e finanziario in quanto concentrata in business regolati, applica un approccio strutturato e sistemico di governo di tutti i rischi che possono influire sulle condizioni alla base della creazione di valore.  

Attraverso l’Enterprise Risk Management (ERM) e la Politica di Gestione del rischio, emanata nel 2015, Snam ha voluto rafforzare tale processo dotandosi di un metodo di individuazione, valutazione, gestione e controllo dei rischi strutturato e omogeneo per tutte le società del gruppo.

La funzione dedicata al processo di Enterprise Risk Management di Snam gestisce e presidia le seguenti principali attività:

  • Identificazione e misurazione dei rischi;
  • Valutazione enterprise e prioritizzazione dei rischi;
  • Definizione della strategia di gestione dei rischi;
  • Monitoraggio e reporting;
  • Manutenzione ed evoluzione modello.
 

Identificazione e misurazione

degli eventi rischiosi, afferenti ai processi aziendali, e dei fattori di rischio esterni che potrebbero influire sul conseguimento degli obiettivi aziendali, sia attraverso impatti diretti sui valori economici e finanziari aziendali (minori ricavi o maggiori costi) sia attraverso effetti negativi di tipo intangibile su altri capitali, prima tra tutti la «licence-to-operate».

Valutazione enterprise e prioritizzazione

A ciascun evento viene assegnata una "misurazione enterprise" che sintetizza per ciascun rischio le diverse valutazioni effettuate dai Risk Owner e dalle unità centralizzate con competenze specialistiche. La prioritizzazione dei rischi è definita, invece, dalla combinazione delle misure di impatto e probabilità.

Definizione della strategia di gestione

Per tutti i rischi vengono individuate le azioni di gestione ed eventuali interventi specifici con le relative tempistiche di attuazione ed associata una tipologia di gestione dei rischi tra quelle codificate. I piani di gestione relativi ai principali rischi sono presentati al Comitato Controllo e Rischi.

Monitoraggio e reporting

La mappatura dei rischi è aggiornata periodicamente in funzione della valutazione "enterprise" ed è comunque almeno annuale, anche per i rischi a bassa prioritizzazione. L'attività periodica di reporting garantisce, ai diversi livelli aziendali, la disponibilità e la rappresentazione delle informazioni relative alle attività di gestione e di monitoraggio dei rischi di competenza.

Manutenzione ed evoluzione modello

La manutenzione del modello di ERM avviene ininterrottamente ed indipendentemente rispetto alle fasi del processo con l’obiettivo di disporre con continuità di un modello efficace e coerente con il progresso tecnologico e metodologico in materia di risk management.

Le principali tipologie di rischi identificati da Snam sono: rischio regolatorio; rischio legale e di non conformità; rischio congiunturale; rischi operativi; rischi di mercato e competizione; rischi finanziari e di liquidità; rischi emergenti.

Page Alert
ultimo aggiornamento
31 maggio 2017 - 14:31 CEST