CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

AcegasAps e Italgas firmano l’accordo quadro per la gestione delle attività di distribuzione gas nel Nord-Est

Price sensitive

Trieste, 11 dicembre 2012 - AcegasAps e Italgas (Gruppo Snam) hanno firmato oggi l’accordo quadro per la costituzione della joint venture finalizzata alla gestione delle attività di distribuzione del gas naturale negli ambiti territoriali delle provincie di Padova, Pordenone, Trieste e Gorizia. L’accordo costituisce un passo ulteriore rispetto al Memorandum of Understanding sottoscritto nell’aprile scorso e rappresenta per le due società un'importante opportunità di sviluppo e consolidamento del business nel Nord-Est del Paese.

In attuazione dell’accordo, AcegasAps e Italgas acquisteranno rispettivamente il 20% e il 50% del capitale sociale di Isontina Reti Gas e ne verranno così a detenere ciascuna il 50% (Acegas-Aps già oggi ne detiene il 30%); la società, il cui capitale investito netto ai fini tariffari è pari a 48 milioni di euro, è attiva nella distribuzione del gas a Gorizia e in gran parte della provincia con circa 60 mila utenze servite e sarà la “società veicolo�? alla quale saranno conferiti gli asset. Per effetto dei conferimenti sarà ridefinita la compagine azionaria (AcegasAps al 51%, Italgas al 49%); successivamente saranno definiti ragione sociale e marchio ispirati all’area geografica di attività.

 

I conferimenti degli asset avverranno secondo il seguente schema:

  • da parte di AcegasAps, tutto il ramo d’a zienda distribuzione gas in Italia che comprende gli impianti e le concessioni di 13 comuni in provincia di Trieste e Padova, tra cui i due capoluoghi, per circa 270 mila utenze complessivamente servite, mezzi e beni strumentali all’attività. Il conferimento verrà effettuato in continuità di valori rispetto alle risultanze contabili della parte conferente. Tenuto conto del capitale investito netto rilevante a fini tariffari, il valore convenzionale al 31.12.11 attribuito negli accordi al conferimento è di circa 82,8 milioni di euro;
  • da parte di Italgas, il ramo d’azienda comprendente gli impianti e le concessioni di 42 comuni in provincia di Trieste, Pordenone e Padova, per circa 145 mila utenze complessivamente servite. Il conferimento verrà effettuato in continuità di valori rispetto alle risultanze contabili della parte conferente. Tenuto conto del capitale investito netto rilevante a fini tariffari, il valore convenzionale al 31.12.11 attribuito negli accordi al conferimento è di circa 80,0 milioni di euro. 
 

Nell’ambito dei conferimenti è prevista un’adeguata struttura di indebitamento finanziario in funzione degli assetti azionari finali.

Italgas fornirà inoltre i servizi operativi ottimizzando le performance e realizzando economie di scala.

Si stima che le operazioni di conferimento vengano perfezionate entro il primo trimestre 2013.

Il perfezionamento dell’operazione è subordinato all’ottenimento dell’autorizzazione dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e alla conclusione di accordi di finanziamento per la copertura delle passività finanziarie.

La nuova realtà industriale rappresenterà il 7° operatore in Italia per numero di utenze servite, con una presenza attiva in 6 Ambiti Territoriali previsti dalla riforma del mercato della distribuzione del gas.

«L’operazione – ha sottolineato Massimo Paniccia, Presidente di AcegasAps - conferma il dinamismo del nostro Gruppo e rappresenta un’importante opportunità di sviluppo e consolidamento delle attività di distribuzione gas nel Nord-Est del Paese, costituendo la base per ulteriori sviluppi strategici nel settore».

«La conclusione dell’accordo – ha commentato Paolo Mosa, Amministratore Delegato Italgas - assume un grande valore strategico non solo per le società ma anche per il territorio, per il quale rappresenta un'importante opportunità per usufruire di servizi di distribuzione del gas sempre più efficienti ed efficaci».

 

Acegas-Aps, società quotata alla Borsa di Milano che a partire dal 1 gennaio 2013 sarà controllata da Hera spa, è la multiutility leader nel Nord-Est attiva nella gestione e distribuzione delle risorse idriche, dell’energia elettrica e del gas, nella raccolta e nel trattamento dei rifiuti e nei principali servizi municipali quali l’illuminazione pubblica e il teleriscaldamento. Nata nel 2003 dalla fusione fra Acegas e Aps, il Gruppo opera principalmente nei due territori di Trieste e Padova ove serve, per quanto riguarda il settore della distribuzione del gas naturale , circa 270 mila utenti in 13 comuni.

 

Italgas fa parte del Gruppo Snam, una delle più importanti realtà in Europa nella realizzazione e gestione integrata delle infrastrutture del gas, attiva anche nel trasporto, rigassificazione e stoccaggio del gas naturale. Con un portafoglio di oltre 1.400 concessioni e circa 6 milioni di utenti serviti, Italgas è la società leader in Italia nel settore della distribuzione cittadina del gas naturale.

 

Ufficio Stampa AcegasAps
T +39 049 8280.551
comunicazione@acegas-aps.it

 

Investor Relations AcegasAps
T +39 040 7793.368
ftrevisan@acegas-aps.it

Ufficio Stampa Snam
T +39 02 37039310    
ufficio.stampa@snam.it

 

Investor Relations Snam
T +39 02 37037272
investor.relations@snam.it



 

Documenti allegati

Page Alert
ultimo aggiornamento
05 agosto 2016 - 16:19 CEST