CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Snam completa l’acquisizione del 20% di TAP dalla norvegese Statoil

Price sensitive

Snam completa l'acquisizione del 20% di TAP dalla norvegese Statoil 

Il CEO Snam Carlo Malacarne con il Presidente e CEO di Statoil Eldar Sætre (alla sua destra) e l’EVP for Marketing, Midstream & Processing di Statoil Jens Økland.

 

San Donato Milanese, 17 dicembre 2015 - Snam S.p.A. ha perfezionato l'acquisizione della quota del 20% detenuta da Statoil Holding Netherlands B.V. nella Trans Adriatic Pipeline AG (TAP), per un prezzo di 130 milioni di Euro.

Per effetto dell’acquisizione, Snam subentra inoltre a Statoil nello shareholders loan attualmente in essere a favore di TAP per un ammontare nominale di 78 milioni di Euro nonché in tutti i diritti e impegni per la realizzazione del progetto, a partire dall’ingresso di 2 rappresentanti di Snam nel board of directors di TAP.

Il closing dell’operazione – che fa seguito all’accordo di esclusiva - è stato preceduto da un incontro tra il CEO di Snam, Carlo Malacarne, e il Presidente e CEO di Statoil, Eldar Sætre, a Oslo, conclusosi con la firma dello share purchase agreement.

“L’ingresso in TAP rappresenta un altro significativo passo in avanti nella strategia di crescita di Snam a livello internazionale e, a valle del Memorandum of Understanding siglato con SOCAR lo scorso settembre, ci consente di essere parte attiva nello sviluppo di nuova e importante direttrice dei flussi di gas verso l’Europa�?, ha commentato il CEO Snam, Carlo Malacarne.

TAP è la società che si occupa dello sviluppo del progetto della Trans Adriatic Pipeline, dal confine tra Turchia e Grecia all'Italia lungo il Corridoio Sud, che consentirà il trasporto del gas prodotto dal giacimento di Shah Deniz II in Azerbaijan ai mercati europei - grazie a contratti ship or pay di durata pluriennale - attraverso il sistema di gasdotti di Snam Rete Gas, consolidando il ruolo primario delle infrastrutture italiane nel rafforzare la sicurezza degli approvvigionamenti e nel facilitare maggiore competitività tra le fonti, a beneficio del sistema gas europeo.

 

Da Twitter

 
Page Alert
ultimo aggiornamento
05 agosto 2016 - 16:19 CEST