CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Snam annuncia i risultati dei primi nove mesi e del terzo trimestre 2016

Price sensitive

San Donato Milanese, 15 novembre 2016 - Il Consiglio di Amministrazione di Snam, riunitosi ieri sotto la presidenza di Carlo Malacarne, ha approvato i risultati consolidati dei primi nove mesi e del terzo trimestre 2016 (non sottoposti a revisione contabile). I risultati, che riflettono l’entrata in vigore del nuovo periodo regolatorio con revisione del WACC, non recepiscono gli effetti contabili relativi alla separazione di Italgas Reti S.p.A. da Snam S.p.A., che decorrono a partire dal 7 novembre 2016, data di efficacia della scissione di Snam S.p.A. a favore di Italgas S.p.A. Inoltre, si precisa che i risultati del settore distribuzione sono presentati in piena continuità rispetto al passato.

Highlight operativi

  • Gas immesso nella rete di trasporto: 51,40 miliardi di metri cubi (+3,0%)
  • Numero di contatori attivi: 6,522 milioni (6,516 milioni al 30 settembre 2015)
  • Capacità disponibile di stoccaggio: 12,0 miliardi di metri cubi (+0,5 miliardi di metri cubi rispetto al 30 settembre 2015)
 

Highlight finanziari

  • Ricavi regolati: 2.469 milioni di euro 1 (-108 milioni di euro; -4,2%); la riduzione è attribuibile alla revisione del WACC a valere per il 2016
  • Utile Operativo (EBIT): 1.296 milioni di euro (-12,0%)
  • Utile netto: 783 milioni di euro (-11,8%)
  • Investimenti tecnici: 842 milioni di euro (+4,9%)
  • Free cash flow: 669 milioni di euro
 

Principali eventi

  • Perfezionata, con data efficacia 7 novembre 2016, la separazione di Italgas Reti S.p.A. da Snam S.p.A.
  • Concluso con successo il riacquisto di obbligazioni Snam in circolazione per un valore nominale complessivo pari a 2,75 miliardi di euro, in parte finanziato tramite due emissioni obbligazionarie per complessivi 1,75 miliardi di euro
  • Sottoscritto l’accordo per la compravendita del 49% di Gas Connect Austria GmbH (GCA)
 

CdA

 

Marco Alverà, CEO di Snam, ha commentato così i risultati:
"I risultati dei primi nove mesi sono in linea con le attese e riflettono la riduzione del WACC del nuovo periodo regolatorio. Un free cash flow di oltre 660 milioni di euro, la solidità di bilancio e l’efficienza operativa e finanziaria, ci hanno consentito di realizzare gli investimenti previsti nel nostro Piano strategico e di consolidare la leadership di Snam nel mercato europeo del gas, anche grazie all’accordo con OMV per l'acquisizione congiunta con Allianz del 49% di Gas Connect Austria. La separazione di Italgas, che si è conclusa con successo nel rispetto dei tempi previsti, ci permetterà di proseguire nel nostro percorso di crescita grazie alla maggiore flessibilità finanziaria".

 

1 Al netto delle componenti che trovano contropartita nei costi.

 
Page Alert
ultimo aggiornamento
02 dicembre 2016 - 13:01 CET