CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Snam e Gruppo api firmano lettera di intenti per lo sviluppo delle stazioni di rifornimento a metano sul territorio nazionale

Roma, 6 dicembre 2016 – Snam e Gruppo api hanno firmato una lettera d’intenti per favorire lo sviluppo delle stazioni di rifornimento a metano sul territorio nazionale, nel più ampio scenario delle iniziative per la promozione della mobilità sostenibile.

La lettera di intenti mira a instaurare un rapporto di collaborazione per realizzare fino a 150 nuovi impianti all’interno della rete di punti vendita IP del Gruppo api, favorendo l’offerta di carburanti alternativi a basse emissioni come il gas naturale. Il metano azzera il particolato, principale responsabile dell’inquinamento delle aree urbane, e produce il 40% di anidride carbonica in meno rispetto a benzina e diesel, assicurando vantaggi economici per i consumatori, con risparmi pari al 40-50%.

Questa iniziativa si colloca all’interno del piano Snam per lo sviluppo della mobilità sostenibile, che prevede un investimento complessivo di circa 200 milioni di euro nei prossimi 5 anni. Facendo leva sulla sua consolidata esperienza di operatore infrastrutturale e sulla capillare presenza sul territorio, Snam intende supportare lo sviluppo degli impianti per il rifornimento di metano e la diffusione più equilibrata delle stazioni di rifornimento nelle diverse regioni del Paese, migliorando la qualità del servizio di erogazione agli utenti. L’impegno di Snam si inserisce nel più ampio contesto della Direttiva europea DAFI in corso di recepimento.

In questo contesto la rete di 3000 punti vendita di api, che copre tutto il territorio nazionale, e che con il suo marchio IP è la maggior esponente italiana tra le imprese private nel settore dei carburanti, consentirà di individuare le aree più adatte alla realizzazione delle nuove stazioni a metano, offrendo al cliente una scelta diversificata di carburanti in una rete di distribuzione sempre più competitiva nei prezzi e rispettosa dell’ambiente.

Forte di una tecnologia consolidata e all’avanguardia nel mondo, l’Italia è il primo mercato europeo per i consumi di metano per autotrazione, con oltre 1 miliardo di metri cubi consumati nel 2015 e circa 1 milione di veicoli attualmente in circolazione. L’intesa fornirà ulteriore impulso alla filiera industriale del gas naturale nel settore trasporti, che rappresenta un’eccellenza tecnologica e ambientale riconosciuta a livello mondiale, potendo inoltre far leva sulla rete di metanodotti più estesa e accessibile d’Europa, lunga oltre 32.000 chilometri.

Page Alert
ultimo aggiornamento
06 dicembre 2016 - 10:38 CET