CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Snam annuncia i risultati del primo semestre 2017

Price sensitive

San Donato Milanese, 26 luglio 2017 - Il Consiglio di Amministrazione di Snam, riunitosi ieri sotto la presidenza di Carlo Malacarne, ha approvato la Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2017 (sottoposta a revisione contabile limitata) e i risultati consolidati del secondo trimestre 2017 (non sottoposti a revisione contabile).

Highlight finanziari [1]

  • Ricavi totali: 1.268 milioni di euro (+2,0% rispetto ai ricavi totali pro-forma adjusted del primo semestre 2016)
  • Utile operativo (EBIT): 714 milioni di euro (+3,6 % rispetto all’utile operativo pro-forma adjusted del primo semestre 2016, grazie anche alla riduzione dei costi operativi che beneficiano delle azioni di efficienza avviate)
  • Utile netto: 504 milioni di euro (+18,0% rispetto all’utile netto pro-forma adjusted del primo semestre 2016, grazie anche ai minori oneri finanziari netti che beneficano della riduzione del costo medio del debito)
  • Investimenti tecnici: 425 milioni di euro (+13,6%)
  • Free Cash Flow: 793 milioni di euro
 

Highlight operativi

  • Gas immesso nella rete di trasporto: 38,08 miliardi di metri cubi (+11,7 % rispetto al 30 giugno 2016)
  • Capacità disponibile di stoccaggio: 12,2 miliardi di metri cubi (+3,4% rispetto al 30 giugno 2016)
 

Fatti di rilievo

  • Acquistate al 30 giugno 2017, a valere sul programma di share buyback avviato in data 7 novembre 2016, n. 82.832.701 azioni proprie, pari al 2,37% del capitale sociale, per un costo complessivo pari a 305 milioni di euro
  • Perfezionato con Eni l’accordo quadro per lo sviluppo di stazioni di rifornimento a metano in Italia
  • Firmato l’accordo definitivo con Edison per l’investimento negli 83,3 km di rete nazionale che collegano Minerbio e Cavarzere, punto di ingresso del GNL del Terminale GNL Adriatico, aggiungendo un importante tassello alla rete Snam
 

Marco Alverà, CEO di Snam, ha commentato così i risultati:

“Nel primo semestre 2017 abbiamo conseguito risultati positivi. I nostri investimenti sulla rete nazionale proseguono bene, con 109 nuovi cantieri aperti sul territorio, di cui 23  per i progetti più rilevanti. Con le nuove attività di sviluppo, l’allacciamento del primo impianto di biometano alla nostra rete e la metanizzazione delle strade, stiamo assumendo un ruolo sempre più rilevante nel guidare la transizione energetica. Inoltre, abbiamo aumentato l’efficienza operativa e ridotto il costo del debito. Questo in un contesto esterno positivo, nel quale la domanda gas ha registrato un incremento del 10% rispetto ai primi sei mesi del 2016. I buoni risultati raggiunti e gli investimenti del periodo confermano l’impegno del gruppo nel garantire agli azionisti una crescita profittevole e remunerativa”. 

 
 

[1] Salvo diversamente specificato, i risultati del 2016 si riferiscono alle continuing operations (trasporto, rigassificazione e stoccaggio di gas naturale, oltre alle attività Corporate) ed escludono, pertanto, il contributo del settore distribuzione di gas naturale, rappresentato come “discontinued operations” ai sensi del principio contabile IFRS 5 “Attività non correnti possedute per la vendita e attività operative cessate”. Per la riconduzione del Conto economico reported con il Conto economico pro-forma adjusted del primo semestre 2016, si rinvia a pag. 11.

Page Alert
ultimo aggiornamento
01 agosto 2017 - 16:20 CEST