Login    

Snam: conclusa con successo l’emissione del primo Climate Action Bond in Europa

Price sensitive

Snam Company

NON DESTINATO ALLA PUBBLICAZIONE O DISTRIBUZIONE
NEGLI STATI UNITI, IN CANADA E IN GIAPPONE

San Donato Milanese (Milano), 21 febbraio 2019 – Snam S.p.A. (rating Baa2 per Moody’s, BBB+ per S&P e BBB+ per Fitch) ha concluso oggi con successo l’emissione del suo primo Climate Action Bond, i cui proventi verranno utilizzati per finanziare e, in parte, rifinanziare i cd. Eligible Projects come definiti nel Climate Action Bond Framework di Snam.

L’emissione, rivolta agli investitori istituzionali, ha fatto registrare una domanda pari a circa 5 volte l’offerta, con un’elevata qualità e un’ampia diversificazione geografica degli investitori.

Di seguito le caratteristiche del Climate Action Bond:
Importo: 500 milioni di euro
Scadenza: 28 agosto 2025
Cedola annua dell’1,25 % con un prezzo re-offer di 99,489 (corrispondente ad uno spread di 103 punti base sul mid swap di riferimento)

L’amministratore delegato di Snam, Marco Alverà, ha commentato: “Il successo di questa emissione, primo Climate Action Bond in Europa, conferma la strategicità del nostro impegno per la transizione energetica e lo sviluppo sostenibile, rafforzato dal recente lancio del progetto Snamtec per dare vita all’azienda energetica del futuro. I proventi del Climate Action bond saranno utilizzati per finanziare sia i nostri investimenti green nel biometano e nell’e fficienza energetica sia quelli finalizzati al miglioramento dell’impatto ambientale delle attività di Snam, in vista dell’obiettivo di riduzione delle nostre emissioni di metano del 25% entro il 2025”.

Tramite l’emissione del primo Climate Action Bond in Europa, Snam punta a consolidare il proprio ruolo nella transizione energetica in Europa, a promuovere la consapevolezza degli investitori verso le iniziative e gli investimenti ESG (“environmental, social, governance”) dell’azienda e a diversificare la propria base di investitori.

Snam è stata recentemente ammessa nel Corporate Forum for Sustainable Finance, un’iniziativa di imprese europee nata con l’obiettivo di costruire una rete di scambio di idee e proposte utili per lo sviluppo della finanza sostenibile, collegata a progetti che generano un impatto positivo per l’a mbiente.

Il Climate Action Bond Framework è a disposizione del pubblico sul sito internet della società (http://www.snam.it/it/investor-relations/debito_credit_rating/climate_action_bond.html).

Le obbligazioni rientrano nell’ambito del Programma EMTN (Euro Medium Term Note) di Snam da 10 miliardi di euro deliberato dal Consiglio di Amministrazione del 2 ottobre 2018 e saranno quotate presso la Borsa del Lussemburgo.

Il collocamento viene organizzato e diretto, in qualità di Bookrunners, da Banca IMI, Barclays, BNP Paribas, BofA Merrill Lynch, Credit Suisse, Goldman Sachs, ING, Mediobanca e MUFG. BofA Merrill Lynch ha agito in qualità di Sole Structuring Agent.

 

DISCLAIMER
Il presente comunicato (incluse le informazioni ivi contenute) non costituisce né forma parte di un’offerta al pubblico di prodotti finanziari né una sollecitazione di offerte per l’a cquisto di prodotti finanziari e non sarà effettuata un’offerta di vendita di tali prodotti in qualsiasi giurisdizione in cui tale offerta o vendita sia contraria alla legge applicabile. La distribuzione del presente comunicato potrebbe essere contraria alla legge applicabile in alcune giurisdizioni. Il presente comunicato non costituisce un’offerta di vendita di prodotti finanziari negli Stati Uniti d’America, Canada e Giappone e qualsiasi altra giurisdizione in cui tale offerta o vendita sono proibiti e non potrà essere pubblicato o distribuito, direttamente o indirettamente, in tali giurisdizioni. I prodotti finanziari menzionati nel presente comunicato non sono stati e non saranno registrati ai sensi del Securities Act degli Stati Uniti d’America del 1933, come modificato; tali prodotti non potranno essere offerti o venduti negli Stati Uniti d’America in mancanza di registrazione o di un’esenzione dall’applicazione degli obblighi di registrazione. Il presente comunicato non costituisce un’offerta al pubblico di prodotti finanziari in Italia ai sensi dell’art. 1, comma 1, lett. t), del D. Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58. La documentazione relativa all’offerta non è stata/non verrà sottoposta all’approvazione della CONSOB.

Page Alert
ultimo aggiornamento
30 luglio 2019 - 19:17 CEST