Login    

Progetti prioritari Ue, pubblicata la lista

In consultazione 400 proposte, una trentina italiane.

20141230_3Sono circa 400, equamente ripartiti tra elettricità e gas, i Progetti di interesse comune (Pci) candidati ad ottenere i fondi e le corsie autorizzative semplificate dell'Unione europea. La lista dei Pci è stata pubblicata nei giorni scorsi dalla DG Energia Ue ed è ora sottoposta a consultazione fino al 13 marzo 2015.
Nel settore dell'elettricità, l'elenco dei progetti che coinvolgono l'Italia include gli elettrodotti con la Corsica, con la Svizzera, con l'Austria e con la Slovenia, con la Francia e con il Montenegro nonché il nuovo interconnector Italia-Nord Africa dalla Sicilia.
Nella lista anche un sistema di accumulo a batterie nell'Italia centro-meridionale proposto da Terna.
Per quanto riguarda il gas, figurano nella lista i gasdotti Italia-Malta, Galsi dall'Algeria alla Sardegna con alternativa da Piombino all'Elba e di qui alla Corsica e Sardegna, Rete Adriatica lungo la dorsale appenninica e i vari progetti relativi al Corridoio Sud: a monte Tanap (Turchia) e South Caucasus Pipeline (Azerbaijan) e, a valle, Tap e Itgi con relative bretelle ai Paesi balcanici.
Tra i Pci vi sono anche le iniziative di Snam e del Tso francese GrtGaz per l'inversione dei flussi dall'Italia verso nord, l'East Med Pipeline dall'offshore del Mediterraneo orientale alla Grecia e il progetto integrato di Falcione per un terminale di rigassificazione Gnl in Albania con gasdotto fino alla Puglia.
E a proposito di terminali Gnl, tra i Pci italiani vi sono gli impianti proposti da Sorgenia a Gioia Tauro, da Nuove Energie a Porto Empedocle e da Api Nova Energia a Falconara Marittima.
Venendo infine agli stoccaggi gas, la lista contiene Cornegliano di Gas Storage, Bordolano di Stogit, San Potito-Cotignola e Palazzo Moroni di Edison e Grottole-Ferrandina di Geogastock.
 

Page Alert
ultimo aggiornamento
05 agosto 2016 - 16:22 CEST