CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Ccs, nasce laboratorio di ricerca europeo

Voluto da Italia, Francia, Olanda, UK e Norvegia

20170614_3.jpg Accogliendo la richiesta di Italia, Francia, Olanda, Norvegia e Regno Unito, la Commissione Ue ha costituito - con la decisione 2017/996 pubblicata martedì sulla Gazzetta Ufficiale comunitaria - il Laboratorio europeo per la cattura e lo stoccaggio della CO2, che prende la forma di consorzio per un'infrastruttura di ricerca Ue (Eric Eccsel).
Eric Eccsel, che avrà sede nella città norvegese di Trondheim, gestirà "un'infrastruttura di ricerca distribuita di rilevanza mondiale che sarà costituita da una piattaforma centrale responsabile della gestione coordinata di diverse strutture operanti nel quadro di una denominazione comune", precisa la decisione, aggiungendo che Eric Eccsel coordinerà l'utilizzo delle strutture di ricerca dell'infrastruttura distribuita e faciliterà la ricerca sperimentale avanzata su tecniche nuove e perfezionate per la Ccs "in vista della loro diffusione commerciale nel decennio 2020-2030".
Fanno parte al momento di Eric Eccsel 12 partner, tra cui gli italiani Istituto nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale (Ogs) e Sotacarbo (Enea e Regione Sardegna).

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Documenti allegati

Page Alert
ultimo aggiornamento
14 giugno 2017 - 16:04 CEST