CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Gasdotti, parte lo studio di fattibilità di Iap

La condotta che collegherà il Tap a Bosnia, Montenegro e Croazia

20170911_1.jpg Il ministro dell’Energia albanese, Damian Gjiknuri, ha presentato venerdì a Tirana lo studio preliminare di fattibilità per il gasdotto Ionian-Adriatic Pipeline (Iap), che dall’Albania collegherà il Tap a Montenegro, Bosnia e Croazia.
Il gasdotto, ha spiegato Gjiknuri, avrà una lunghezza di 511 km e una capacità di 5 mld mc l’a nno, dei quali 2,5 mld mc destinati alla Croazia, 1 mld mc all’Albania e altrettanti alla Bosnia e 0,5 mld mc al Montenegro. L’investimento stimato per il progetto è pari a 618 milioni di euro.
Hanno partecipato alla presentazione dello studio di fattibilità del gasdotto Iap anche gli ambasciatori a Tirana dell’Unione europea, Romana Vllahutin, e degli Stati Uniti, Donald Lu, che – informa una nota - hanno assicurato il loro sostegno al progetto.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
11 settembre 2017 - 16:13 CEST