CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

G7 Torino, la sfida è Industria 4.0

La prima delle tre riunioni ministeriali sull’innovazione il 25 e 26 settembre

20170912_1.jpg Prende il via il prossimo 25 e 26 settembre il G7 Industria di Torino. Si parte con l'evento dedicato a Ict e industria, che sarà seguito dalle riunioni ministeriali dedicate a scienza (27-28 settembre) e lavoro (29-30).
Tra i temi centrali dell'incontro, informa una nota della presidenza italiana del G7, figura la trasformazione abilitata dalle tecnologie digitali e dai nuovi processi di produzione guidati dai dati e dalla robotica avanzata. In altre parole, Industria 4.0, le cui parole chiave saranno inclusione, apertura e sicurezza. "Inclusione" come la capacità di accompagnare le Pmi, "che rappresentano almeno il 70% del tessuto industriale di molti dei Paesi G7", nei loro processi di digitalizzazione, anche in cooperazione con aziende più grandi. Il concetto di apertura è riferito al flusso di dati e informazioni, all'interoperabilità dei sistemi, all'accesso alle infrastrutture digitali abilitanti e "soprattutto alla possibilità di condividere i benefici dell'IA per il benessere di tutti i cittadini". La sicurezza, invece, fa riferimento al rischio informatico, dal quale le imprese sono sempre più minacciate, ma anche la violazione dei diritti di proprietà intellettuale, che danno luogo a perdite economiche e sociali.
Secondo l'Ocse, la nuova rivoluzione della produzione ("Next production revolution - Npr") è già in atto. "Le trasformazioni legate alla diffusione dell'Industria 4.0 - sottolinea la nota - avranno nei prossimi anni un impatto profondo nella società e nel mercato del lavoro: se da una parte la nuova rivoluzione industriale rappresenta un'opportunità importante per modernizzare la produzione, dall'altra, qualora questi processi non fossero adeguatamente anticipati e guidati, potrebbero verificarsi degli effetti negativi sull'occupazione".

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
12 settembre 2017 - 15:55 CEST