Login    

Anti-dumping, via libera alle nuove norme Ue

In vigore dal 20 dicembre. Ambiente e costi dell’energia tra i nuovi paletti

20171205_2.jpg Il Consiglio Europeo ha approvato lunedì in via definitiva il regolamento con le nuove norme Ue anti-dumping, che sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 19 dicembre ed entrare in vigore il giorno successivo.
Il regolamento, approvato dall’Europarlamento il 15 novembre, prevede in particolare un monitoraggio delle regole e delle condizioni vigenti nei Paesi esportatori da parte della Commissione, sul quale le imprese Ue potranno basarsi per presentare reclami in caso di dumping senza alcun onere di prova supplementare. Le piccole e medie imprese riceveranno assistenza nella gestione dei reclami e tutte le parti interessate potranno contribuire alle decisioni riguardanti le misure di difesa commerciale.
Di rilievo la norma che include il dumping sociale e ambientale tra i fattori che dovranno essere presi in considerazione nel valutare le misure anti-dumping. Tra le “distorsioni significative” che possono far scattare le difese anti-dumping comunitarie, il regolamento cita il caso in cui “i prezzi o i costi dichiarati, ivi compresi i costi delle materie prime e dell’e nergia, non sono il risultato delle forze del libero mercato”.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.
 

Page Alert
ultimo aggiornamento
05 dicembre 2017 - 16:45 CET