Login    

Emissioni non-Ets, via libera del Consiglio Ue

Adottati anche la direttiva sull’efficienza degli edifici, il regolamento Lulucf e la decisione su rendicontazione ambientale

20180517_4.jpgIl Consiglio Europeo ha adottato lunedì la direttiva sulla prestazione energetica degli edifici e i regolamenti sulla riduzione delle emissioni di CO2 dei settori non-Ets (“Effort sharing”) e derivanti dall’uso del suolo, dal cambiamento di destinazione dei terreni e dalla silvicoltura (“Lulucf”).
I provvedimenti, già approvati il mese scorso dal Parlamento europeo, andranno adesso alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Ue. La direttiva sulla prestazione energetica degli edifici dovrà essere poi recepita dagli Stati membri entro 20 mesi.
Il Consiglio ha anche adottato una decisione che aggiorna la legislazione comunitaria in materia di rendicontazione ambientale. La decisione è frutto del programma “controllo dell’a deguatezza e dell’efficacia della regolamentazione” (Refit), avviato da Bruxelles nel 2014 con l’o biettivo di rimuovere le normative obsolete e non più efficienti.

 

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.
 

Page Alert
ultimo aggiornamento
16 maggio 2018 - 15:50 CEST