Login    

Cybersecurity, il Consiglio Ue approva le nuove norme

Agenzia permanente e sistema di certificazione per prodotti, servizi e processi Ict

20180612_1.jpgTrasformazione dell’attuale Agenzia europea per la sicurezza delle reti e dell’informazione (Enisa) in un’agenzia permanente per la cibersicurezza e introduzione di un sistema di certificazione Ue per prodotti, servizi e processi delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Ict). Sono i punti principali della proposta di regolamento approvata venerdì dal Consiglio Telecomunicazioni, che costituirà la posizione dei 28 nei negoziati con l’E uroparlamento.
In particolare, spiega una nota, la certificazione – che sarà volontaria tranne in alcuni casi specifici - permetterà agli operatori Ict di garantire i loro prodotti e servizi. Quanto all’a genzia, il regolamento conferisce a Enisa un mandato permanente e precisa il suo ruolo di organismo Ue per la cybersecurity. A questo scopo, ad Enisa saranno affidati nuovi compiti di sostegno in materia di cibersicurezza per gli Stati membri, le istituzioni Ue e le altre parti interessate.
L’agenzia si occuperà tra l’altro di organizzare regolarmente esercitazioni per la sicurezza informatica e sostenere e promuovere la politica europea in materia di certificazione della cibersicurezza. Sarà inoltre creata una rete di funzionari nazionali di collegamento che faciliterà la condivisione delle informazioni tra Enisa e Stati membri.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.


 

Page Alert
ultimo aggiornamento
11 giugno 2018 - 10:12 CEST