Login    

Raccolta rifiuti, la Toscana centrale punta su metano e Gnl

Alia realizzerà un impianto di liquefazione da Cng e biometano

20180809_1.jpgCon l’obiettivo di “migliorare sensibilmente gli impatti ambientali dei mezzi adibiti alla raccolta dei rifiuti”, Alia ha avviato un importante investimento che porterà alla progressiva trasformazione a metano della sua flotta, che conta già 24 veicoli alimentati a Cng tra compattatori e multilift. Lo annuncia la società di igiene ambientale della Toscana centrale nata l’anno scorso dall’a ggregazione di Quadrifoglio (Firenze), Asm (Prato), Publiambiente (Empoli) e Cis (Montale), che ha anche in progetto due distributori di metano a Firenze e Prato da adibire al rifornimento degli automezzi di servizio.
Uno dei due distributori, informa una nota, potrà essere integrato con un impianto di liquefazione, che faciliterebbe il trasporto del carburante sotto forma di Gnl negli altri siti operativi dislocati nel perimetro di Ato Toscana Centro e permetterebbe di efficientare ulteriormente l’utilizzo dei compressori dei distributori, che quando non impiegati per il rifornimento diretto dei veicoli potranno liquefare il metano e poi stoccarlo.
Alia potrebbe inoltre trasformare in Gnl anche il biometano prodotto dai due nuovi impianti di digestione anaerobica in progetto.

 

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.
 

Page Alert
ultimo aggiornamento
08 agosto 2018 - 10:36 CEST