Login    

Mobilità, “servono finanziamenti e strategia di lungo-termine”

Il Consiglio Trasporti-Ambiente di Graz propone un “green deal” europeo

Il Consiglio Ambiente e Trasporti Ue svoltosi il 29 e 30 ottobre “segna l’inizio di una nuova era in cui tutte le parti lavoreranno verso un ‘green deal' per una nuova mobilità europea”. E’ la frase finale della “Dichiarazione di Graz”, un vero e proprio manifesto per la mobilità sostenibile stilato in occasione del vertice informale nella città austriaca, presenti per l’Italia il sottosegretario Mit Michele Dell'Orco e il capo della segreteria tecnica del Minambiente Tullio Berlenghi.
Nel corso del Consiglio, i rappresentanti della presidenza austriaca della Ue – i ministri Elisabeth Köstinger e Norbert Hofer – hanno sottolineato che “il fatto stesso che i responsabili dell’ambiente e dei trasporti abbiano tenuto un incontro congiunto è un segno importante di come la protezione del clima può essere perseguita solo assieme alla sfida della mobilità”.
Per questo, i 28 hanno chiesto alla Commissione europea di sviluppare una “strategia globale per una mobilità sostenibile, pulita, sicura, economica e inclusiva da adottare entro il 2021 con un appropriato pacchetto”.
Nella Dichiarazione di Graz si sottolinea che “gli obiettivi climatici Ue al 2030 e la visione di lungo‑termine al 2050 possono essere raggiunti solo attraverso misure politiche e un allineamento dei finanziamenti e dei meccanismi di sostegno”. In tal senso, servono “incentivi e strumenti di finanziamento, forniti tra l’altro a livello europea e attraverso una semplificazione delle norme sugli aiuti di Stato” e diretti principalmente a “fornire supporto all’accelerazione dell’introduzione sul mercato di veicoli a emissioni basse o nulle e alle infrastrutture e servizi per i carburanti alternativi”. Su quest’ultimo fronte, Bruxelles è invitata a valutare il quadro normativo al fine di verificare “se e dove” sia necessario un aggiornamento.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.
 

Page Alert
ultimo aggiornamento
31 ottobre 2018 - 15:51 CET