Login    

Ets Ue, allocazioni gratuite in consultazione

Attuazione delle misure per la carbon leakage

scale.jpgDeterminare le misure previste dalla nuova direttiva Ets in materia di allocazioni gratuite. E’ l’obiettivo di due atti delegati che dovranno essere predisposti dalla Commissione Ue e sui quali la DG Clima ha ora avviato una consultazione.
L’esecutivo comunitario ricorda che anche la nuova direttiva Ets, entrata in vigore lo scorso aprile, prevede nel periodo 2021-2030 l’allocazione gratuita di permessi Ets agli stabilimenti a rischio di delocalizzazione. Tuttavia, tali allocazioni dovranno essere riviste periodicamente per verificare se le altre principali economie mondiali, nell’attuare l’accordo di Parigi, abbiano introdotto misure ambientali in grado di mitigare il rishio di carbon leakage in Europa.
In aggiunta, la nuova direttiva Ets prevede che il numero di allocazioni gratuite assegnate a ciascuno stabilimento possa cambiare nell’eventualità che la produzione media dello stabilimento stesso aumenti o si riduca di oltre il 15% in un biennio. In questo caso, la Commissione dovrà adottare i relativi atti.
Gli atti delegati includeranno anche le indicazioni sulla raccolta dei dati delle emissioni dei circa 11.000 stabilimenti industriali coinvolti nell’Ets al fine di determinare le future allocazioni e aggiorneranno i benchmark, le regole di monitoraggio e la raccolta di dati sui livelli produttivi.
La consultazione terminerà il 22 febbraio 2019.

 

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
03 dicembre 2018 - 15:30 CET