Login    

Sviluppo sostenibile nelle città, accordo tra Ispra e Anci

Attività di studio, analisi, valutazione e promozione della qualità dell’ambiente

Ispra e Anci hanno sottoscritto un protocollo di collaborazione per attività di studio, analisi, valutazione e promozione della qualità dell’ambiente urbano e metropolitano.
Il protocollo, illustrato mercoledì a Torino, si pone come strumento di supporto alla pianificazione, alla progettazione di qualità e alla gestione sostenibile da parte delle città e delle aree metropolitane, nonché alla programmazione di politiche nazionali e locali in materia e al coinvolgimento attivo dei cittadini, hanno spiegato i due organismi.
In particolare, precisano Ispra e Anci, il protocollo si propone di condividere informazioni e dati in possesso per elaborare insieme analisi, benchmarking e studi sulle tematiche relative all’ambiente urbano.
Ispra e Anci rilevano che nelle aree urbane italiane si continuano a superare i limiti di inquinamento, ma non mancano segnali positivi: tra il 2008 e il 2017 le concentrazioni medie annue di PM10, PM2,5 e NO2 mostrano un trend decrescente (-2,4% per il PM10 e -2,9% per PM2,5 e NO2) e anche le emissioni di PM10 primario sono scese del 19% tra il 2005 e il 2015, da 45.403 a 36.712 tonnellate.

 

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
10 giugno 2019 - 15:51 CEST