Login    

“L’aria italiana è più pulita rispetto a 40 anni fa”

Studio Cnr-Università di Milano: più che raddoppiati i giorni con visibilità oltre 10-20 km

raffineria.jpgNegli ultimi 40 anni l’atmosfera in Italia è divenuta più limpida e l’aria più pulita. Sono le conclusioni di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Cnr (Cnr-Isac) e del dipartimento di Scienze e politiche ambientali dell’Università di Milano, che ha utilizzato i dati di una variabile meteorologica mai analizzata in modo esaustivo in Italia: la visibilità orizzontale in atmosfera, molto condizionata dal livello di inquinamento.
Lo studio, pubblicato su “Atmospheric Environment”, ha valutato l’evoluzione della frequenza delle giornate con “atmosfera limpida” (ovvero con visibilità superiore a 10 e a 20 km) in varie aree del territorio italiano nel periodo 1951-2017, giungendo alla conclusione che tale frequenza “ è cambiata fortemente in tutte le aree considerate e i cambiamenti più grandi si sono avuti nelle aree più inquinate del Paese”. Tanto che in zone come il bacino padano la frequenza dei giorni con visibilità sopra i 10 o i 20 km è più che raddoppiata negli ultimi 40 anni.
“Le analisi effettuate hanno messo in evidenza in modo molto efficace il grande successo che si è avuto in Italia sul fronte della lotta all’inquinamento atmosferico”, ha commentato il docente di Fisica dell’atmosfera all’Università di Milano Maurizio Maugeri, convinto tuttavia che “si può e si deve fare ancora di più per completare il percorso di risanamento che i dati di visibilità in atmosfera documentano”.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
07 agosto 2019 - 15:56 CEST