Login    

Appalti pubblici, nuove regole per la sicurezza informatica

In consultazione le linee guida del Nucleo per la sicurezza cibernetica

computer.jpg“ Verificare il livello di sicurezza degli attuali processi di acquisizione ed eventualmente alzare tale livello senza per questo aumentare in modo eccessivo la complessità dei processi e l’impegno necessario a condurli”. E’ l’o biettivo delle linee guida per la sicurezza informatica negli appalti pubblici, che il ministero dello Sviluppo economico, attraverso l’Agenzia per l’Italia Digitale (Agid), ha messo in consultazione fino al prossimo 11 novembre.
Le linee guida, spiega la nota di consultazione, “raccolgono indicazioni tecnico-amministrative, buone prassi e strumenti operativi (con esempi per agevolarne l’utilizzo) per garantire, all’interno delle procedure per l’approvvigionamento di beni e servizi informatici delle pubbliche amministrazioni, la rispondenza di questi ultimi ad adeguati livelli di sicurezza”.
Le linee guida sono state redatte da un tavolo di lavoro promosso dal Nucleo per la sicurezza cibernetica (Nsc) del dipartimento Informazioni per la Sicurezza (Dis) presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Al documento hanno contribuito, oltre al Dis, il dipartimento della Protezione civile, il Mae, il Mef, il Mise, Agid, Consip e i ministeri dell’Interno, della Giustizia e della Difesa.


Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
09 agosto 2019 - 15:01 CEST