CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Nuovo metanodotto di importazione dalla Russia

concluso l'attraversamento del fiume Tagliamento

In questi giorni si è concluso con successo il varo dell'attraversamento del fiume Tagliamento, in provincia di Udine, del nuovo metanodotto di importazione dalla Russia.L'attraversamento, di 600 metri di larghezza, ha comportato la posa di una condotta in acciaio del diametro di 1200 mm con uno spessore di 18,9 mm. La profondità di posa garantisce una copertura della condotta di oltre 9 metri rispetto alla quota di fondo alveo, in una posizione di assoluta sicurezza.

Per garantire una maggiore protezione meccanica della tubazione e per annullare la spinta idrostatica, è stato realizzato un rivestimento continuo in calcestruzzo raggiungendo quindi un peso complessivo della colonna di varo di oltre 1.300 tonnelate.

Il varo è stato realizzato in tre fasi successive: la colonna è stata suddivisa in tre sezioni, avvicinate una alla volta al bordo dello scavo con una squadra di otto side-booms D9 (mezzi di sollevamento posatubi) e accuratamente posizionate su carrelli di scorrimento installati su rotaie.Effettuato il collegamento alla sezione adiacente mediante saldatura, la colonna di varo è stata accompagnata in acqua mediante il tiro di un argano di servizio, della potenza di 50 tonnellate, posizionato sulla sponda opposta del fiume.

Durante questa fase la colonna è stata alleggerita con 37 galleggianti onde ridurre l'attrito di fondo, evitando nel contempo che il rivestimento della condotta si potesse danneggiare strisciando sul fondo dello scavo.

A varo ultimato e dopo il controllo dell'allineamento, sono stati sganciati i galleggianti permettendo così alla condotta di appoggiarsi nella sua sede definitiva.


 

 
Page Alert
ultimo aggiornamento
05 agosto 2016 - 16:35 CEST