CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Biometano: le novità normative e procedurali nel Workshop Snam

Biometano: le novità normative e procedurali nel Workshop Snam

San Donato Milanese, 5 dicembre 2016 – Si è tenuto oggi, a San Donato Milanese, il primo Workshop Snam interamente dedicato al biometano. All’incontro, aperto dal Senior Vice President Commerciale di Snam, Daniele Gamba, hanno preso parte circa un centinaio di persone in rappresentanza di oltre 50 tra società e associazioni.

A meno di un anno dalla Deliberazione 204/2016/R/gas del 28 aprile 2016 dell’Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico, con la quale è stato approvato il Codice di Rete di Snam Rete Gas contenente le disposizioni normative per l’immissione di biometano nella rete di gasdotti, l’appuntamento ha riunito gli operatori del sistema di trasporto gas per fare il punto della situazione in vista dell’immissione dei primi flussi di biometano nella rete Snam, prevista ad inizio 2017.

"Il biometano rappresenta un’opportunità di innovazione per il sistema gas e di sviluppo di una nuova fonte energetica rinnovabile e programmabile, con importanti benefici in termini di sostenibilità ambientale e ricadute positive sui settori industriale e agricolo", ha spiegato il SVP Daniele Gamba.

L’incontro, durante il quale sono state discusse le principali novità normative e procedurali sul tema, rientra nell’ambito delle iniziative di stakeholder engagement promosse da Snam e orientate a un dialogo costante ed efficace con gli operatori del mercato.

 

Il biometano e i suoi benefici

Il biometano è una fonte di energia rinnovabile, alternativa alle fonti intermittenti come solare ed eolico, che si ottiene da biomasse agricole e agroindustriali. Il suo sviluppo avviene attraverso un processo di upgrading del biogas che prevede la digestione anaerobica, in appositi impianti, di sottoprodotti agricoli e agroindustriali, e rappresenta un’efficace risposta agli obiettivi di decarbonizzazione, consentendo di utilizzare le infrastrutture gas esistenti e promuovendo un modello economico fondato su sostenibilità e circolarità nell’utilizzo delle risorse. L’Italia, con 1.500 impianti di digestione anaerobica in esercizio, è oggi il terzo produttore al mondo di biogas da matrici agricole con 2 miliardi di metri cubi annui. Nel 2016 il Consorzio Italiano Biogas, Snam e Confagricoltura hanno elaborato e presentato pubblicamente un manifesto comune di sostegno alla filiera del biometano italiano.

Page Alert
ultimo aggiornamento
05 dicembre 2016 - 18:38 CET