Login    

Snam (TEP) e Unicredit: accordo per facilitare la riqualificazione energetica dei condomìni

Snam, tramite la controllata TEP Energy Solution, e UniCredit hanno firmato un accordo per facilitare interventi di riqualificazione energetica degli edifici residenziali sul territorio italiano, rendendoli più sostenibili e sicuri.

L’intesa prevede per la banca la possibilità di erogare ai condomìni facilitazioni creditizie sui progetti proposti dalla ESCo (Energy Service Company) TEP in ambito di efficientamento energetico e miglioramento antisismico. Tali attività, che includono la realizzazione di “cappotti termici”, la sostituzione degli infissi e la riqualificazione delle centrali termiche, rientrano nel pacchetto “CasaMia” offerto da TEP, che propone di finanziare gli interventi con il risparmio sui consumi e con la cessione del credito d’imposta. In base all’accordo, UniCredit potrà concedere su tutto il territorio nazionale mutui chirografari di durata fino a 10 anni a tasso fisso o variabile ai condomìni per il pagamento dei lavori, che potranno anche fare leva sulle detrazioni Ecobonus (fino al 75% dell’importo dei lavori) e Sismabonus (fino all’85%). Grazie a questa soluzione, i condomìni potranno fruire di tassi convenzionati e godere di tempi certi e contenuti per la conclusione delle istruttorie di mutuo, avvalendosi di prodotti e iter specifici per il settore.

L’efficientamento energetico e gli interventi di consolidamento antisismico – commenta Cristian Acquistapace, Senior Vice President Energy Efficiency Development di Snam – rappresentano una grande opportunità per i condomìni, specie alla luce dei vantaggi offerti dal trasferimento del credito d’imposta. Grazie a queste soluzioni è possibile risparmiare fino alla metà dei consumi energetici, migliorando il comfort degli edifici e aumentandone il valore. Finora, tramite TEP, abbiamo offerto il pacchetto “CasaMia” a oltre 300 condomìni in tutta Italia, supportando i clienti nell’individuare le opzioni e le formule di finanziamento più convenienti”.

La riqualificazione energetica e strutturale degli edifici – dichiara Remo Taricani, Co-CEO Commercial Banking Italy di UniCredit – è un tema di rilevanza assoluta in un Paese, il nostro, in cui l’età media dei condomini e dei caseggiati in genere è piuttosto elevata. Con accordi con grandi operatori del settore come Snam, UniCredit intende mettere a disposizione strumenti creditizi adeguati che, insieme alle detrazioni previste dalla normativa, permettano a tutti i soggetti interessati di portare avanti interventi rilevanti ma di sicura convenienza”.

Gli investimenti di Snam nell’efficienza energetica rientrano nel progetto “Snamtec”, varato nell’ambito del piano strategico 2018-2022 e sostenuto da investimenti per 850 milioni di euro in sostenibilità, innovazione tecnologica e nuove linee di business legate alla transizione energetica. Le attività nel settore dell’efficienza, avviate con l’acquisizione di TEP nel 2018, si rivolgono ai settori residenziale, real estate e industriale.

Page Alert
ultimo aggiornamento
27 aprile 2019 - 10:05 CEST