CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Stoccaggio

HIGHLIGHT 2016

CONCESSIONI 10
CAMPI DI STOCCAGGIO: 5 IN LOMBARDIA, 3 IN EMILIA ROMAGNA E 1 IN ABRUZZO 9
CONCESSIONE, AD OGGI, NON OPERATIVA 1
STOCCAGGIO STRATEGICO: MILIARDI DI M3 DI CAPACITÀ MASSIMA RESI DISPONIBILI DA STOGIT 4,5
CAPACITÀ COMPLESSIVA DI STOCCAGGIO: MILIARDI DI M3 (COMPRENSIVA DELLO STOCCAGGIO STRATEGICO) 16,5
MILIARDI DI M3 DI GAS MOVIMENTATO IN STOCCAGGIO 20,0

LA PRESENZA DI STOGIT

map-stoccaggio

LEGENDA

  • SITI DI STOCCAGGIO
  • SEDE OPERATIVA
  • SEDE LEGALE

Grazie al sistema di stoccaggio è possibile compensare le diverse esigenze tra la fornitura e il consumo di gas che derivanti dalla stagionalità della domanda.

La fase di iniezione di gas naturale dalla Rete Nazionale negli stoccaggi è generalmente concentrata tra aprile e ottobre, mentre la fase di erogazione dagli stoccaggi, trattamento e riconsegna agli Utenti attraverso al Rete di Trasporto, ha normalmente luogo tra novembre e il mese di marzo dell’anno successivo.

Stogit, il maggiore operatore italiano e uno dei principali in Europa, costituito come società da Eni nel 2000 e acquisito da Snam Rete Gas - oggi Snam - nel 2009, opera in regime di concessione e si avvale, secondo criteri di efficienza tecnica ed economica, di un sistema integrato di infrastrutture composto da giacimenti, impianti di trattamento gas9 Centrali di Compressione e da un sistema di dispacciamento operativo.

Per l'attività di stoccaggio Stogit converte giacimenti prossimi all'esaurimento situati tra i 1.000 e i 1.500 metri di profondità.

Il cushion gas è il quantitativo minimo di gas che deve essere presente nel giacimento per consentire l’erogazione del working gas - presente in fase di stoccaggio - e contrastare la risalita dell’acquifero senza pregiudicare nel tempo le caratteristiche minerarie del giacimento.

L’ impianto di trattamento è l’insieme di infrastrutture dedicate a rendere il gas erogato dai giacimenti conforme ai requisiti di qualità, pressione e temperatura necessari all’immissione nella Rete di Trasporto.

Le Centrali di Compressione hanno il compito di comprimere il gas naturale proveniente dalla Rete di Trasporto perché possa essere iniettato nel giacimento di stoccaggio. Infine il dispacciamento operativo consente, mediante telecontrollo, l’acquisizione dei parametri di esercizio delle centrali e la loro gestione in telecomando, assicurando l’attività di iniezione e di erogazione del gas in base ai dati forniti dalla programmazione commerciale e operativa, garantendo al tempo stesso la sicurezza del sistema.

Page Alert
ultimo aggiornamento
03 marzo 2017 - 09:30 CET