CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Lo scenario

In crescita la dipendenza europea dalle importazioni

  • Domanda di energia primaria stabile in Europa
  • Gas come fonte più efficiente per raggiungere i target di decarbonizzazione della COP21
  • Produzione europea in calo e import di gas in crescita

Necessità di nuove fonti di approvvigionamento

  • Spinta a una diversificazione delle fonti per una maggiore sicurezza energetica
  • Nuovo corridoio sud
  • Riacquisto di importanza del GNL in Europa

Spinta per un singolo mercato europeo del gas

  • Integrazione degli hub europei
  • Incremento della flessibilità dello stoccaggio e del sistema di trasporto
  • Aumento della liquidità del mercato

Snam perfettamente posizionata per nuovi investimenti

  • Richiesta di maggiori infrastrutture di importazione
  • Progetti europei per integrazione del mercato & “sbottigliamento”
  • Necessità di sostituzione delle pipelines più vecchie in Italia

Fin dagli anni '60 l'Europa occidentale ha sfruttato la crescente offerta di gas naturale proveniente da giacimenti al di fuori dei confini continentali. Per poter usufruire del gas asiatico e africano è stata costruita nei decenni una fitta rete di gasdotti che oggi ha uno sviluppo complessivo di oltre 190 mila chilometri.

Il sistema interconnesso europeo, in continua espansione, si estende oggi dal Mare del Nord e dal Baltico fino al Mediterraneo e dall'Atlantico fino all'Europa orientale e alla Siberia. Consente di sfruttare le riserve provenienti dalle diverse aree di estrazione, di diversificare le vie di trasporto e di operare scambi quantitativi a livello internazionale.

Altri gasdotti sono in fase di avanzata realizzazione o di progettazione: il North Stream (dalla Russia alla Germania attraverso il Mare Baltico), il South Stream (dalla Russia alla Bulgaria attraverso il Mar Nero con diramazioni verso l'Italia e il confine tra Austria e Slovacchia) e il Nabucco (dalla Turchia all'Austria passando per Bulgaria, Romania e Ungheria).

Page Alert
ultimo aggiornamento
23 agosto 2016 - 14:58 CEST