Login    

Il progetto di esercizio in sovrappressione

Il progetto di esercizio in sovrappressione

La gestione dei giacimenti in sovrappressione è una pratica consolidata a livello internazionale, che presenta notevoli benefici.

Lo stoccaggio in giacimenti depletati ha una lunga storia, iniziata circa un secolo fa, e la gestione dei giacimenti in sovrappressione è una pratica consolidata a livello internazionale da più di 60 anni, che presenta notevoli benefici poiché consente, con incrementi limitati di pressione, un sensibile aumento dei volumi movimentabili. Il superamento della pressione originaria del giacimento per gli stoccaggi realizzati nei giacimenti esauriti è una prassi diffusa negli Stati Uniti e, ancor più, in Canada; in questi Paesi la quota di giacimenti esauriti eserciti in sovrappressione si attesta su valori rispettivamente del 50% e del 92%.

 

Nel panorama europeo la gestione dello stoccaggio in condizioni di sovrappressione in giacimenti depletati riconvertiti è stata diffusamente adottata negli ultimi 20 anni e risulta ad oggi largamente diffusa. Attualmente, in relazione ai dati disponibili, la pressione iniziale viene superata in 18 impianti di stoccaggio su 75 (non sono disponibili dati su 33 impianti di stoccaggio).

 

Le caratteristiche geodinamiche di Minerbio e la sua struttura geologica, caratterizzata da una potente roccia di copertura (lo spessore medio è di 130 m ma talora supera i 300 m) costituita dalle Argille del Santerno compatte e impermeabili, fanno di tale giacimento la seconda concessione di stoccaggio in Italia e un campo di stoccaggio idoneo alla gestione a pressioni superiori rispetto a quella iniziale di scoperta, come confermato dall'attività di sperimentazione che è stata oggetto di verifica da parte del MiSE. Ad oggi non è stata pianificata una data di avvio per il progetto di esercizio in sovrappressione.

 
Page Alert
ultimo aggiornamento
17 giugno 2019 - 17:40 CEST