Login    

Rifiuti

test

I rifiuti prodotti da Snam derivano da due macro attività: produttiva e perforazione dei pozzi

alt2

Nel 2017 i rifiuti recuperati da attività produttive sono stati l' 80%. 3 punti percentuali in più rispetto al 2016

alt2

Il 93% dei rifiuti prodotti appartiene alla categoria dei rifiuti non pericolosi e il 7% a quella dei rifiuti pericolosi

I rifiuti prodotti da Snam si possono ricondurre principalmente a due macro attività:

  • Produzione: i rifiuti derivano principalmente dalla manutenzione e gestione degli impianti, ma costituiscono da sempre un aspetto ambientale poco rilevante sia per la quantità dei rifiuti sia per la loro tipologia. Il maggior quantitativo prodotto è generalmente materiale ferroso che viene totalmente recuperato.
  • Perforazione pozzi: i rifiuti derivanti da questa attività sono costituiti principalmente da fanghi che tipicamente si generano.

Può inoltre verificarsi la produzione di rifiuti da bonifica durante la fase di posa dei metanodotti quando si attraversano siti contaminati, non di proprietà, in cui Snam deve operare. 

 

Nel 2017 la produzione totale di rifiuti è stata di circa 54.413 tonnellate con un incremento del 3,6% rispetto al 2016. Del totale dei rifiuti prodotti  il 93% appartiene alla categoria dei rifiuti non pericolosi e il 7% alla categoria dei rifiuti pericolosi. In particolare la produzione dei rifiuti dell’anno è stata caratterizzata da un lavoro straordinario per la dismissione di una condotta (metanodotto Sergnano-Tarvisio DN 850 e derivazioni), che ha comportato la produzione e il recupero di circa 24.980 tonnellate di materiale ferroso (circa il 46% del totale dei rifiuti prodotti).

I rifiuti recuperati dalle attività produttive sono incrementati di tre punti percentuali, passando dal 77% del 2016 all’80% del 2017.

Produzione totale rifiuti (t)

 

rifiuti da attività produttive (t)

 


alt

Esplora il Report di Sostenibilità 2017

Approfondisci
Prealpi Giulie

Approfondisci la nostra collaborazione con il Parco delle Prealpi Giulie

Approfondisci
Documenti utili

Scopri come applichiamo i nostri sistemi di gestione ambientale

Approfondisci
Page Alert
ultimo aggiornamento
18 aprile 2018 - 10:11 CEST