CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

I laboratori del giovedì

L’avventura del gas raccontata agli alunni delle scuole elementari e medie di Torino nel Museo Storico Italgas: dal carbone per illuminare le città dell’ottocento al passaggio al metano.

Legambiente - progetto

Da diversi anni Italgas organizza progetti educativi destinati agli alunni delle scuole primarie e secondarie di Torino e del territorio circostante. Il progetto denominato "Laboratori del giovedì" si svolge all'interno del Museo Storico Italgas, in corso Palermo 3 a Torino. Accolti all'ingresso dalla curatrice del Museo, i ragazzi hanno la possibilità di apprendere, attraverso immagini, oggetti e filmati, la nascita e il consolidamento dell'industria del gas: dalle prime produzioni, agli inizi dell'Ottocento, destinate all'illuminazione pubblica, fino all'arrivo del gas naturale, che rappresenta la risorsa più sostenibile per i fabbisogni energetici del paese.

Il laboratorio vero e proprio consiste nella costruzione di oggetti rappresentativi della storia di questa industria: dai piccoli lampioni in carta (per gli alunni della scuola primaria) a un più complesso gasometro ( scuola secondaria di I grado). Vengono inoltre realizzati specifici percorsi didattici per la scuola d'infanzia e per le scuole secondarie di II grado.

Guidati da un team di operatori didattici specializzati di COPAT, società con una vasta esperienza nell'ambito della realizzazione di progetti culturali, i partecipanti imparano a conoscere in modo originale e divertente gli oggetti e i simboli dell'industria del gas.

Per gli alunni delle scuole primarie è divertente vestire i panni del lampionaio, antico e magico mestiere, che all'imbrunire accendeva e alle prime luci del mattino spegneva i lampioni a gas che illuminavano le vie delle città. Costruire il lampione è un po' come ritornare a quei tempi, nelle stradine dell'Ottocento piemontese nei primi anni della storia Italgas.

Per i ragazzi delle scuole secondarie il progetto riguarda invece la realizzazione di un gasometro, icona storica dell'industria del gas ancora visibile, sebbene non più in funzione, in alcune città tra cui Torino, Roma, Napoli.

Oggi il metano arriva nelle nostre città attraverso una complessa infrastruttura fatta dai metanodotti di importazione, sistemi di stoccaggio, rigassificatori e reti cittadine; ma allora, in un'Italia non ancora unita, il gas era il prodotto della distillazione del carbone e i gasometri grandi cilindri di ferro in cui il gas si immagazzinava per garantire continuità di fornitura in ogni momento della giornata o periodo dell'anno.

Al termine delle attività gli alunni portano a casa il frutto del loro lavoro insieme a un po' di storia della industria del gas.

Le scuole che desiderano partecipare possono rivolgersi al seguente indirizzo mail didattica@copatitalia.com oppure possono chiamare il numero 011.44.00.155 (ore 9-16)

SNAM SU INSTAGRAM
Page Alert
ultimo aggiornamento
29 novembre 2016 - 18:04 CET