Login    

Strategie e impegni

strategia e impegni 1

Per assicurare al gas naturale un futuro di lungo periodo, Snam sta proseguendo nel suo percorso di cambiamento culturale, tecnologico e organizzativo, per diventare più smart e innovativa.

strategia e impegni 2

Allacciato alla rete il primo impianto di biometano, una risorsa rinnovabile e naturale, che rappresenta una grande opportunità e uno strumento essenziale per decarbonizzare il settore agricolo.

strategia e impegni 3

Creata la Fondazione Snam, che ha già iniziato ad operare promuovendo e sviluppando iniziative capaci di favorire la coesione sociale, lo sviluppo e il fare rete, il sostegno all’imprenditorialità giovanile

Snam continuerà a investire, per migliorare la competitività e la sicurezza degli approvvigionamenti, e sviluppare gli usi alternativi del gas nel trasporto delle persone e delle merci.

Snam ha accompagnato lo sviluppo dei progetti più strategici con la continuità dell’impegno responsabile che da sempre la contraddistingue sui temi della sicurezza e tutela dell’ambiente grazie al proprio modello operativo basato sull’adozione di standard di eccellenza. Nel corso dell’anno gli interventi messi in atto hanno permesso a Snam di evitare le emissioni di oltre 82.500 tonnellate di CO2eq e in relazione all’ obiettivo di riduzione delle emissioni di gas naturale del 10% al 2021 rispetto al 2016, è stato raggiunto un primo risultato positivo con una riduzione del 3,2%.

Snam sostiene la filiera del biometano italiano insieme al Consorzio Italiano Biogas e Confagricoltura con cui ha elaborato un manifesto presentato in occasione dell’edizione 2016 di Biogas Italy.

L’Italia, con 1.500 impianti di digestione anaerobica in esercizio, è oggi il terzo produttore al mondo di biogas da matrici agricole con circa 2,4 miliardi di metri cubi annui.
Il contributo del biometano agli obiettivi di decarbonizzazione non si limita alla sola fase del consumo energetico. Il suo processo produttivo può contribuire a ridurre in modo significativo le emissioni del settore agricolo e a restituire al terreno sostanza organica in una logica di economia circolare: ciò che rimane dopo il processo di digestione anaerobica delle matrici agricole è infatti un ottimo fertilizzante
naturale.
 

L’attenzione agli aspetti sociali è testimoniato dalla creazione della Fondazione Snam e dal sostegno al Global Compact.

La sostenibilità per Snam è parte integrante nella definizione della strategia di business, nelle decisioni di investimento e nella pratica quotidiana: in sintesi, un importante fattore di sviluppo per tutti i settori di attività. Snam, dal 2011, ha ridefinito il proprio pensiero strategico attraverso l’attività di rilettura delle attività aziendali secondo l’ottica del Valore Condiviso, che vede una sempre più stretta integrazione tra business e responsabilità sociale d’impresa. Questo approccio evolutivo, teorizzato da Michael Porter della Harvard Business School, si allinea con la visione che l’azienda ha del valore creato per sé e per i propri stakeholder. La strategia del Valore Condiviso si è evoluta nel tempo concretizzandosi nella creazione della Fondazione Snam che ha proprio l'obiettivo di intercettare le idee più promettenti, mobilitare risorse finanziarie e umane e costruire relazioni per aumentare la capacità progettuale e realizzativa troppo spesso limitata dalle logiche di funzionamento dell’azienda.

L’attenzione per una crescita sostenibile è confermata anche col sostegno attivo di Snam al Global Compact, ai suoi principi e agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Politiche

  • La politica di sviluppo sostenibile - redatta da Snam nel maggio 2012 - è centralizzata a livello di Gruppo e si applica direttamente a tutte le società controllate.

  • La dichiarazione di Policy Anticorruzione che proibisce la corruzione senza alcuna eccezione nei confronti di qualsiasi soggetto pubblico o privato è contenuta nella Procedura Anticorruzione

  • Oltre alla politica di gruppo, Snam ha sottoscritto la Carta dei Principi per la Sostenibilità Ambientale, promossa da Confindustria, come strumento di indirizzo che sancisce i valori condivisi e le azioni necessarie per un progressivo avanzamento verso una sempre maggiore sostenibilità ambientale, delineando obiettivi realistici e realizzabili per le imprese italiane.

  • Tra le attività di sviluppo sostenibile, Snam si è anche dotata di una politica attraverso cui sviluppare e mantenere il processo di Business Continuity Management: questo processo ha lo scopo di incrementare la capacità di reazione in caso di emergenza e la resistenza dei servizi di business. La politica di Business Continuity Management è centralizzata a livello di Gruppo e si applica direttamente a tutte le società controllate.

  • Data la grande importanza per la salute delle persone, la sicurezza, la tutela ambientale, la qualità dei servizi, Snam ha anche aggiornato, nel dicembre 2017, la politica di Salute, Sicurezza, Ambiente e Qualità.

  • Snam, in coerenza con il Modello di Sviluppo Sostenibile e con i propri piani di crescita strategica, ha stipulato anche una politica per la gestione delle attività filantropiche e delle iniziative sociali.

  • Snam, che riconosce la centralità degli stakeholder in quanto destinatari del valore creato attraverso le attivita aziendali, a marzo 2016 ha adottato la Politica di coinvolgimento degli Stakeholder.

  • Snam che considera la salvaguardia dei Diritti Umani un tema di primaria importanza, ad aprile 2017 ha adottato la Politica in materia di Diritti Umani

  • Snam, che considera il governo del rischio di primaria importanza ed è impegnata a promuovere un approccio strutturato e sistematico a questi temi, a marzo 2018 ha adottato la Linea Guida Enterprise Risk Management.

alt

Scopri la strategia di Snam

Approfondisci
Global compact

Approfondisci la relazione tra Snam nel Global Compact

Approfondisci
Documenti utili

Scarica le policy di Snam e altri documenti utili

Approfondisci
Page Alert
ultimo aggiornamento
08 maggio 2018 - 09:57 CEST