CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Analisi di materialità

Principio di materialità

Snam dal 2013 aderisce alla linea guida G4 del GRI, sostenendo il principio di materialità

La materialità è il principio chiave che rafforza la strategia di sostenibilità di Snam, producendo valore per l’azienda e gli stakeholder in campo ambientale, economico

La materialità è il principio secondo cui le imprese devono redigere i loro report inserendo informazioni sugli aspetti che incidono in modo significativo sulla loro capacità di creare valore nel tempo. Accogliendo i principi della linea guida G4 del GRI, in vigore da maggio 2013 e che pone un particolare accento sul principio di materialità, Snam ha colto immediatamente l’occasione di dare un maggiore focus alla sua rendicontazione, lanciando un’attività di aggiornamento dei temi che storicamente fanno parte dei suoi ambiti di sostenibilità. Gli aspetti materiali sono la chiave di lettura per rafforzare la strategia di responsabilità sociale d’impresa.

L’analisi di materialità, che ha coinvolto il management aziendale e  che nel 2015 ha incluso una fase di ascolto diretto degli stakeholder esterni del Gruppo è stata aggiornata nel 2016, alla luce dell'uscita dal perimetro aziendale dell'attività di distribuzione.  L'analisi ha confermato i temi materiali individuati lo scorso anno con un diverso posizionamento di alcuni di essi all'interno della matrice.

L’analisi di materialità è finalizzata all’individuazione delle tematiche più significative per la Società e per gli Stakeholder

L’analisi è partita dall'individuazione delle tematiche segnalate nelle principali linee guida di sostenibilità (ISO 26000 e GRI-G4), considerate rappresentative della prospettiva esterna all’a zienda in quanto individuate in contesti di confronto multi-stakeholder a livello internazionale.
Tali tematiche sono state in seguito contestualizzate rispetto al principale settore di business di Snam, quello Utilities, attraverso il benchmark condotto sul reporting di sostenibilità delle principali aziende del settore a livello internazionale e attraverso i questionari delle più importanti agenzie di rating.

Per definire la materialità delle tematiche rilevanti evidenziate si è proceduto ad analizzare:

  1. Lo scenario di settore, l’opinione pubblica e le pressioni sull’azienda che consentono sia di valutare l'evoluzione dei fenomeni politici, economici e sociali, a livello globale e locale, che potrebbero influire nel breve e nel lungo periodo sulle strategie di Snam, sia di identificare tematiche nuove e rafforzare quelle già individuate attraverso l’analisi delle rassegna stampa, media, web;
  2. La percezione delle tematiche dal punto di vista degli stakeholder esterni, attraverso strumenti di engagement che permettono di rilevare dubbi, spunti e osservazioni degli interlocutori chiave in termini di sostenibilità e governance;
  3. Il Codice etico e le Politiche adottati da Snam;
  4. Le tematiche dal punto di vista interno dell’azienda attraverso interviste ai responsabili delle diverse funzioni.

La considerazione congiunta della significatività interna ed esterna ha portato all’individuazione delle aree prioritarie e di maggiore materialità per l’azienda.

Analisi di materialità

Cambiamento climatico: I gas ad effetto serra sono considerati i principali responsabili dei cambiamenti climatici in corso. E’ necessario adottare opportune strategia pe consentirne la riduzione.

Tutela del territorio e della biodiversità: Gli interventi di natura infrastrutturale che accompagnano lo sviluppo della rete possono generare conflitti a livello locale. Per evitare tali fenomeni, le procedure di coinvolgimento delle comunità interessate dovrebbero accompagnare le diverse fasi di intervento, dalla pianificazione e definizione dei tracciati, alle opere di ripristino e di ricostituzione degli habitat.

Tutela dell’aria: Salvaguardia dell’aria attraverso una gestione ambientale efficiente e responsabile, mitigando gli impatti e le esternalità generate in particolare durante la realizzazione delle infrastrutture

 

Salute e sicurezza: Il tema della salute e sicurezza sul lavoro è tra i diritti più riconosciuti e consolidati in tutti i settori. Il tema è generalmente considerato materiale per definizione, soprattutto nei settori industriali.

Occupazione e tutela del lavoro: E’ il tema “sociale” forse più rilevante dato il protrarsi degli effetti negativi che la crisi sta avendo sull’economia del Paese, specialmente per quanto riguarda le prospettive di occupazione giovanile.

Sviluppo e valorizzazione del capitale umano: Lo sviluppo delle competenze professionali e capacità manageriali, nonché la gestione del capitale umano, assumono rilevanza importante in relazione alla maggiore complessità derivante dall’evoluzione dei mercati sia a livello nazionale che internazionale.

Qualità e sviluppo dei servizi: L’aumento della competitività e della flessibilità del settore a favore dei clienti finali (qualità del servizio e minori costi) impone un continuo adeguamento della propria offerta commerciale, mantenendo sempre elevato il livello di qualità dei servizi.

Gestione della Supply chain: La trasparenza e correttezza della gestione dei fornitori e l’estensione nei loro confronti della cultura e delle buone pratiche per la sicurezza del lavoro e la tutela dell’ambiente sono imprescindibili. In molti settori dell’economia globalizzata garantiscono maggior affidabilità e competitività.

Creazione di valore sostenibile: Creazione di condizioni che permettano di sostenere la creazione di valore economico, sociale e ambientale con continuità e su un orizzonte di lungo termine.

Risk and crisis management: La gestione del rischio all’interno dell’azienda è determinante per il raggiungimento degli obiettivi aziendali. Per questo, occorre avere un modello di gestione che misuri, gestisca e monitori i principali rischi che potrebbero influire sul raggiungimento degli obiettivi strategici.

Lotta alla corruzione: Il tema della lotta alla corruzione rappresenta una delle principali sfide mondiali. La corruzione rappresenta infatti un grande ostacolo allo sviluppo sostenibile e alla democrazia e ha un effetto devastante, non solo a livello finanziario ma anche sociale ed influisce sulla fiducia di tutti gli stakeholder.

Trasparenza della gestione: È un tema significativo per la salvaguardia degli interessi legittimi degli stakeholder, a maggior ragione se si opera in mercati regolati.

Gestione del governo societario: La corporate governance è oggi considerata una delle variabili chiave in fase di decisione di investimento. Il legame esistente tra una buona governance, la creazione e la distribuzione del valore è infatti evidente.

Innovazione tecnologica: L’innovazione tecnologica ha un ruolo strategico nel raggiungimento degli obiettivi ambientali di aumento dell'efficienza energetica e di riduzione delle emissioni di gas serra, in linea con la Strategia europea 2020.

Rapporti con l’Autorità di regolazione: La qualità e la regolarità dei rapporti con l’Autorità di Regolazione rivestono un ruolo fondamentale nella scelta degli investimenti infrastrutturali.

I temi rilevanti sono temi meno significativi dei temi materiali, ma che comunque la Società presidia e rendiconta.

  • Diversità e pari opportunità
  • Conciliazione vita lavoro
  • Reputazione e brand
  • Tutela del suolo, sottosuolo e falda
  • Gestione dell'acqua
  • Gestione dei rifiuti
  • Emissioni sonore

 

bilancio sotenibilità Snam

Approfondisci il Report di Sostenibilità di Snam

Approfondisci
Strategie e impegni

Scopri gli obiettivi di Snam per la sostenibilità

Approfondisci
Global reporting iniziative

Approfondisci le linee guida del Global Reporting Iniziative (GRI)

Approfondisci
Page Alert
ultimo aggiornamento
24 aprile 2017 - 11:47 CEST