Login    

Dialogo con gli stakeholder

test

Avere un rapporto positivo e costante nel tempo con i propri stakeholder aiuta a far nascere il consenso, ad accrescere la fiducia, a migliorare i processi decisionali e a ridurre i conflitti.

Snam crede nel coinvolgimento partecipativo dei propri stakeholder.

Avere un rapporto positivo e costante nel tempo con i propri portatori d’interesse aiuta a far nascere il consenso, ad accrescere la fiducia, a migliorare i processi decisionali e a ridurre i conflitti. Per questo motivo l’approccio alla sostenibilità è volto in primo luogo a identificare e coinvolgere tutti gli attori con cui l’azienda interagisce e, successivamente, a comprendere gli interessi e le tematiche rilevanti per ciascuno.

È per questo che, con l’intento di proporre una comunicazione proattiva e un dialogo costante con il suo pubblico di riferimento, Snam ha sviluppato nel tempo  un insieme di strumenti e canali specifici per gestire al meglio la relazione con i diversi interlocutori, cercando di proporre sempre contenuti di valore.

L’approccio di Snam verso il coinvolgimento degli stakeholder, spiegato nella Politica per il coinvolgimento degli stakeholder approvata nel 2016,  è finalizzato a:

  • identificare le diverse categorie di stakeholder cui la Società interagisce seguendo l’evoluzione del contesto e lo sviluppo delle attività aziendali;
  • analizzare e comprendere il profilo degli stakeholder e il posizionamento della Società nei loro confronti;
  • approfondire gli interessi e le tematiche rilevanti per ciascuna categoria di stakeholder, attraverso l’aggiornamento periodico dell’analisi di materialità;
  • rendicontare e comunicare periodicamente agli stakeholder i risultati della gestione in relazione alle tematiche materiali di interesse reciproco attraverso il report sulla responsabilità sociale e tutti gli altri strumenti di reporting e comunicazione sviluppati della Società.

Tutte le strutture aziendali contribuiscono alle diverse attività di coinvolgimento degli stakeholder, ciascuna nell’ambito delle proprie prerogative, ruoli e responsabilità.

Nel corso del 2017, nell’ambito dell’analisi di materialità, Snam ha aggiornato la mappatura degli stakeholder, tenendo conto del grado di influenza e dipendenza reciproca tra azienda e stakeholder.
I temi al centro dell‘interazione con gli stakeholder nel 2017 hanno fatto particolare riferimento ai principali cambiamenti intervenuti nel corso dell’anno, con particolare riferimento all’ampliamento di nuovi business, ai nuovi utilizzi del gas naturale e all’espansione internazionale. Sono stati oltre 1.200 gli stakeholder esterni e 2.919 i dipendenti raggiunti attraverso specifici questionari. La redemption degli stakeholder esterni è risultata pari a circa il 27,2% mentre quella relativa ai dipendenti è risultata circa il 44%.

Tra gli stakeholder più importanti per Snam ci sono tutte quelle persone, dipendenti e non, che quotidianamente collaborano con l’azienda come lavoratori.

Attività di dialogo
Snam considera la comunicazione una leva fondamentale per promuovere la partecipazione delle sue persone e per incentivare la condivisione di valori e principi, ma anche di progetti e iniziative. Infatti, l’importanza strategica della comunicazione interna risiede anche nella sua capacità di creare e diffondere valore: attraverso il miglioramento della credibilità aziendale, incrementando il senso di appartenenza delle sue persone . Numerose infatti sono le iniziative di comunicazione interna promosse da Snam. Inoltre, nei primi mesi del 2016 è stata realizzata una nuova analisi di clima a cui ha partecipato l'82% dei dipendenti. Le aree di indagine della survey sono state: il livello di engagement, le circostanze che favoriscono il coinvolgimento delle persone, il clima positivo sul lavoro e le percezioni e istanze di miglioramento della popolazione aziendale. Qui i risultati.


Particolare attenzione è stata posta al panel di strumenti utilizzati per comunicare, con l’avvio di un piano organico di cambiamento.

Easy, la intranet di Gruppo è lo strumento che ha trasformato il modo di concepire lo spazio intranet: da repository di argomenti a “digital workplace”. Il portale Intranet di Gruppo è oggi uno spazio di informazione e di sensibilizzazione rivolto a tutte le persone Snam, ma anche un luogo di condivisone e di sviluppo della conoscenza. Il portale propone infatti sezioni tematiche di interesse trasversali a tutta l’azienda e raggiunge in tempo reale tutti i dipendenti (ancheattraverso connessioni da remoto) con news, lancio di progetti e iniziative, innovazioni, approfondimenti.
All’interno del Portale è presente anche lo spazio “collaboriamo”, che consente a colleghi che lavorano in team di scambiare documenti di lavoro, condividere opinioni, prendere conoscenza di avvisi che riguardano il gruppo di lavoro in tempo reale.
Tra le altre iniziative di dialogo e confronto, Snam ha organizzato nel 2017, meeting di cascading: la tradizionale iniziativa di comunicazione volta a diffondere in modo capillare, valori e strategie dell’azienda, condividere tematiche, problematiche e soluzioni delle singole realtà organizzative. Sono stati inoltre realizzati meeting tematici volti a rafforzare il pensiero innovativo e lo spirito di squadra (“Il futuro è nelle nostre mani”) e un evento di fine anno in video conferenza per riunire tutta la popolazione aziendale.

Per coinvolgere tutti le persone, anche coloro difficilmente raggiungibili con la rete informatica, Snam realizza e utilizza pubblicazioni cartacee: dall’house organ ”Energie” alla newsletter “Obiettivo Sicurezza News”, a brochure su tematiche di utilità. La rivista “Energie”, che rappresenta l’identità aziendale Snam, nel corso dell’anno ha seguito l’evoluzione ed i cambiamenti che hanno coinvolto l’azienda.
 

Da sempre viene dedicata particolare attenzione al rapporto con i clienti per soddisfare le diverse esigenze, derivanti dall’evoluzione del mercato del gas, ancor di più oggi che la categoria si è arricchita e diversificata comprendendo soggetti quali: consumatori di gas per uso industriale, autotrazioni, impianti termoelettrici, operatori di terminali di rigassificazione, produttori di gas da campi situati in territorio nazionale, etc.

Attività di dialogo
Sia Snam Rete Gas che Stogit hanno adeguato i propri applicativi informatici e le relative interfacce web per gestire le specificità previste del nuovo Regime di Bilanciamento. Entrambi i business hanno adottato un approccio volto al coinvolgimento e al confronto con i clienti, con un’analisi delle loro richieste. Il monitoraggio della qualità dei servizi coinvolge i clienti in modo continuativo e sempre più esteso.

Annualmente viene svolta un’indagine di customer satisfaction per rilevare il grado di soddisfazione degli utenti in merito alla chiarezza del Codice, alla disponibilità e all’efficienza dei servizi informatici e alla gestione commerciale.  Nel novembre 2017 è stata condotta una nuova indagine online con tutti gli Shipper e i Trader che sono stati attivi nell’anno termico 2016-2017.
Il sondaggio ha riguardato la qualità e la funzionalità dei servizi e la loro evoluzione rispetto anche alle richieste avanzate dai clienti nelle precedenti occasioni di confronto. In questa occasione, per la prima volta la survey è stata condotta contemporaneamente su tutti i tre settori di attività (trasporto,stoccaggio e rigassificazione).
Il tasso di partecipazione è stato pari al 63% e circa il 93% dei rispondenti ha manifestato soddisfazione nei confronti delle attività di stakeholder engagement.

Nel corso del 2017 sono stati effettuati workshop con i clienti volti ad un mutuo confronto sulle dinamiche del bilanciamento e del mercato nonché alla raccolta di osservazioni/desiderata da parte degli operatori. In particolare gli incontri hanno costituito un’occasione per discutere le innovazioni e l’andamento dell’operatività del bilanciamento e del trasporto, dello stoccaggio e della rigassificazione nonché a fornire un feedback sul processo di rinnovamento dei sistemi informatici. Infine nel corso dell’appuntamento annuale “Shippers’ Day”, confluito quest’anno nel Partners’ Day, si è tenuto un dibattito sulle sfide per il mercato gas italiano ed estero che ha visto la partecipazione per la prima volta anche di società esterne come Eni, A2A, Shell Energy Europe e Edison.


L’azionariato di Snam è composto da diverse tipologie di investitori (CDP Reti, Banca d’Italia, Azioni proprie, Minozzi, Investitori istituzionali, Investitori retail) ed è così geograficamente diviso: al 30,63% Italia (investitori strategici), 14,35% Italia (retail), 3,47% Italia (istituzionali) al 15,53% Europa Continentale, al 12,16% UK e Irlanda, al 16,27 USA e Canada, al 2,45% le azioni proprie e al 5,14% il resto del mondo.

Attività di dialogo
Snam ha sempre puntato alla trasparenza nei rapporti con la comunità finanziaria, dichiarando esplicitamente i propri obiettivi e i risultati per consentire agli azionisti e al mercato finanziario di valutare tutte le leve di creazione di valore.

Nel corso dell’anno sono stati organizzati:

  • i road show (18 nel 2017), finalizzati ad incontrare azionisti e investitori istituzionali, nelle maggiori piazze finanziarie europee e nord americane;
  • le riunioni “one-to-one” tra il management e gli investitori (115 nel 2017), alle quali si sono aggiunti i group meetings (98 nel 2017) ;
  • 5 conferenze di settore che consentono agli investitori specializzati nel settore utilities e infrastrutture di incontrare il top management della società.

Alcuni degli strumenti utilizzati da Snam per aggiornare i propri azionisti sono:

  • l’Azionista di Snam, una guida con cadenza semestrale che fornisce una sintesi delle informazioni rilevanti per tutti gli azionisti attuali e potenziali di Snam. La Guida rappresenta uno degli strumenti che, a partire dal 2010, sono stati realizzati per rafforzare la comunicazione nei confronti degli investitori privati. 
  • La pubblicazione Fact book, disponibile dal 2015 .

Attività di dialogo
Nel corso degli anni Snam ha stabilito con le Istituzioni e l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) un rapporto costruttivo e di fattiva collaborazione. Le istituzioni con cui Snam intrattiene rapporti sono le amministrazioni dello Stato, le Regioni e gli Enti locali e il dialogo è principalmente funzionale a:  

  • soddisfare richieste di dati e informazioni sulle attività societarie 
  • favorire l’accettabilità degli insediamenti sul territorio
  • presentare le domande per l’ottenimento delle autorizzazioni necessarie per la realizzazione di nuove infrastrutture.


Snam partecipa ad assemblee pubbliche e organizza visite di carattere formativo e informativo presso le proprie installazioni operative per i funzionari delle Pubbliche Amministrazioni, con l’obiettivo di mostrare direttamente sul campo in cosa consistano tali attività, i loro reali impatti sul territorio e gli standard ambientali e di sicurezza adoperati per garantirne il corretto funzionamento.
Per quanto riguarda i rapporti con l'Autorità, i sistemi di norme - che sovrintendono le attività di trasporto, distribuzione, rigassificazione e stoccaggio - e i Codici di Rete hanno processi di aggiornamento e confronto costanti con essa, al fine di predisporre servizi il più possibile adeguati a rispondere al mercato e alle sue evoluzioni.
In particolare, le società del gruppo, ciascuna per propria competenza, portano avanti un dialogo proficuo e di fattiva collaborazione fatto di numerosi incontri e tavoli tecnici.

 

Snam opera a stretto contatto con altri operatori del settore - suoi partner - al fine di garantire la sicurezza dei flussi bidirezionali di gas tra Regno Unito e Italia, così come tra la Francia e la penisola iberica. Si tratta di un primo passo importante verso l’integrazione europea delle reti.
L’impegno di Snam è di continuare nello sviluppo di servizi orientati al mercato, in proprio e in collaborazione con i partner, puntando sulla qualità della produzione con l’obiettivo di soddisfare le esigenze, sempre in continua evoluzione, degli shipper e dei clienti finali.
Ad esempio ARERA e Snam Rete Gas operano anche a livello europeo rispettivamente nell’Agenzia per la cooperazione dei regolatori (ACER) e nella Rete europea dei gestori di sistemi di trasporto (ENTSOG).
Questi due organismi hanno il compito di sviluppare rispettivamente Linee Guida e Codici europei volti a contribuire all’obiettivo di realizzare il mercato unico del gas naturale.

Attività di dialogo
Le attività del 2017 hanno riguardato:

  • Perfezionamento dell’implementazione delle regole comuni in materia di allocazione della capacità, bilanciamento e interoperabilità.
  • Implementazione dei Codici europei in materia di tariffe e delle nuove regole incluse nel Codice CAM in materia di vendita di capacità di trasporto di nuova realizzazione, per i quali è stato concluso l’iter di approvazione legislativo e la cui entrata in vigore, per parte delle nuove disposizioni, è iniziata già nel corso del 2017.
  • Avvio dei lavori di predisposizione del Piano Decennale di sviluppo della rete di trasporto europea, con la pubblicazione di una bozza di report contenente scenari condivisi tra ENTSOG e ENTSOE (“Scenario Report”), alla base dei rispettivi piani decennali delle due associazioni (TYNDP 2018).
  • Definizione e pubblicazione di due piani di investimento regionali (GRIPs) che interessano rispettivamente la direttrice sud-nord di collegamento tra Italia e mercati del Nord Europa, rilevante per i flussi di reverseflow, e l’area del sud-est europeo, coinvolgendo le nuove direttici di approvvigionamento di gas naturale dall’area del Caspio.
  • Predisposizione di circa 20 documenti tra risposte a consultazioni pubbliche e posizioni associative, in relazione a documenti, opinioni e studi redatti prevalentemente da Commissione Europea e ACER. Le tematiche di maggior rilevanza poste in consultazione hanno riguardato gli sviluppi di politica energetica comunitaria e del mercato interno, con particolare riferimento al ruolo del gas nel futuro mix energetico e a quello delle infrastrutture nel garantire benefici in termini di sicurezza degli approvvigionamenti, competitività e sostenibilità.

 

Lavorando capillarmente sul territorio italiano, Snam ricerca con esso un dialogo aperto per consolidare la conoscenza e il rapporto con le comunità nelle quali è presente con le sue attività.
I rapporti che si instaurano con le amministrazioni dello Stato, le Regioni e gli enti locali sono principalmente collegati alla presentazione di domande per l’ottenimento delle autorizzazioni per la realizzazione di nuovi gasdotti e impianti. Allo stesso tempo i rapporti che nascono con le comunità locali sono invece funzionali a far conoscere l’operato di Snam e a sensibilizzare la popolazione locale.

Attività di dialogo

Periodicamente, per illustrare attività e programmi operativi, vengono promossi incontri con gli stakeholder istituzionali competenti:

  • con i sindaci dei comuni interessati dal tracciato e associazioni territoriali degli agricoltori per la presentazione del progetto di massima, prima dell’invio delle domande di autorizzazione e con le associazioni territoriali degli agricoltori, tramite specifici incontri, per le indennità di usufrutto e i pagamenti dei danni alle colture sui terreni interessati dal passaggio dei metanodotti da realizzare, 106 nel 2017
  • assemblee pubbliche per presentare al territorio progetti e iniziative
  • Iniziative di coinvolgimento delle scuole e delle comunità attraverso il progetto Young energy
  • Realizzazione di campagne di informazione dedicate alle comunità

 

MINISITO SNAM PER L'ABRUZZO

Il mini sito web di Snam è dedicato ai progetti dell’azienda in Abruzzo, con tutti gli approfondimenti sugli obiettivi, sul tracciato, sulla sicurezza e sulla compatibilità ambientale delle opere.
L’area navigabile, accessibile all’indirizzo http://www.snam.it/it/snam_per_abruzzo/, si propone come un nuovo strumento di dialogo con la popolazione, esponendo in modo completo le caratteristiche dei metanodotti e della centrale di compressione che verranno realizzati sul territorio e fornendo dati e informazioni di contesto sul settore del gas naturale e sulle infrastrutture già in esercizio in Italia.

Per lo svolgimento delle sue attività, Snam si rivolge a numerosi soggetti presenti sul mercato, opportunamente qualificati e ricerca in questi, per attivare una partnership, un operato che rispecchi determinati valori.
Per lo svolgimento delle proprie attività Snam opera con diversi soggetti opportunamente qualificati presenti sul mercato, nei quali ricerca, nell’ottica di attivazione /di attivare una partnership, il rispetto di precisi standard di qualità e valori.

Attività di dialogo
 

In occasione del suo settantacinquesimo anniversario, nell’ambito del “Partners’ Day”, tenutosi il 9 novembre 2017 presso il Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano, Snam ha visto riuniti partners e stakeholder in un confronto approfondito sugli scenari futuri nel mondo dell’energia.
Dopo una sessione plenaria dove sono stati affrontati temi come l’importanza delle infrastrutture, il dialogo con i territori e i nuovi usi del gas, è stata svolta una sessione di approfondimento in cui quasi 500 persone si sono divise in gruppi di lavoro e si sono confrontate su alcuni temi chiave.

Anche nel 2016 Snam ha incontrato i suoi fornitori con l’obiettivo di creare una cultura comune su temi fondamentali, quali l’innovazione, la sostenibilità e l’etica di impresa. Durante l’incontro, al quale hanno preso parte oltre 450 persone, ampio spazio è stato dato al valore della collaborazione tra azienda e fornitori come fattore di sviluppo, alla rilevanza strategica della catena di fornitura sostenibile, al tema della trasparenza e della lotta alla corruzione.
Specifici tavoli hanno poi toccato temi più tecnici quali: il nuovo Codice degli Appalti; l’ambiente e l’innovazione (best practice delle partecipate estere); le tecnologie innovative nel comparto oil and gas; lo sviluppo di tecnologie per favorire gli usi alternativi del gas naturale. L’evento è stato riconosciuto come credito formativo dall’Ordine degli Ingegneri di Milano.

Nel 2015 Snam ha coinvolto i fornitori in un Workshop loro dedicato: un momento di dialogo finalizzato a consolidare gli standard qualitativi lungo la supply chain e a condividere il proprio modello di crescita sostenibile.
Un’attenzione particolare è stata dedicata al tema della sicurezza sui luoghi di lavoro, oltre che agli elevati standard di salvaguardia ambientale che il Gruppo e i suoi fornitori sono chiamati a rispettare.

Nel luglio 2014 è stato organizzato un altro workshop, dedicato al tema de “La relazione responsabile tra impresa e catena di fornitura” con particolare riferimento alla condivisione delle informazioni tra l’azienda e i suoi fornitori, elemento fondamentale per rafforzare la cultura della sostenibilità e migliorare le buone pratiche messe in atto da Snam e dai suoi fornitori. 

Un terzo workshop si è svolto a Milano a luglio 2013: “Confrontarsi per prevenire e migliorare”.
Nel 2012 Snam Rete Gas ha organizzato un secondo workshop  “La mia sicurezza è la tua sicurezza”, rivolto alle aziende coinvolte nei processi di lavoro riguardanti la realizzazione delle infrastrutture. 

Nel corso del 2011, Snam ha organizzato il “Suppliers’ Day for Sustainability”, il primo workshop che ha coinvolto esponenti dei vertici aziendali e un campione significativo di fornitori (75 società), raggruppati nelle tipologie di fornitura beni (35), lavori e servizi (40).
Durante l’incontro è stato raccolto un feedback strutturato sulle necessità e i bisogni dei fornitori. 

Il portale fornitori

Attivo dal 2013, il Portale è il mezzo più importante per attuare la politica di approvvigionamento di Snam e per fornire un ulteriore contributo in termini di trasparenza, tracciabilità e completezza delle informazioni rese ai fornitori attuali e potenziali. Al suo interno contiene informazioni, approfondimenti, best practice, documenti, aggiornamenti sui processi e le procedure che regolano la qualifica e le attività di procurement. A fine 2017, i fornitori registrati al portale erano oltre 1.900 fornitori (+5% rispetto al 2016). A partire da gennaio 2018, Snam ha messo a disposizione una nuova funzionalità dedicata all’attestazione delle prestazioni che consentirà ai fornitori di conoscere con maggiore facilità e immediatezza il momento più idoneo in cui emettere le fatture a seguito delle prestazioni da loro erogate a Snam.
 

 

 

Snam interagisce quotidianamente con tutti i media online e offline: quotidiani, periodici, agenzie di stampa, radio, tv, siti internet e blog, a livello locale, nazionale e internazionale.

Attività di dialogo
Comunicare con i media è considerato fondamentale nell’ambito dei rapporti con il territorio e con gli stakeholder in generale. Nel dialogo con i media Snam punta a fornire in modo efficiente le informazioni necessarie per far conoscere e comprendere al meglio le attività dell’azienda, la sua storia, il suo contesto di business, le caratteristiche strategiche distintive, i programmi e i risultati raggiunti.

Il risultato è un’azione di comunicazione che, valorizzando l’impegno sostenibile dell’azienda, gli aspetti industriali del business, le iniziative con le quali l’azienda contribuisce allo sviluppo culturale e civile delle Comunità e del territorio, esprime in modo efficace i valori aziendali.

E’ impegno di Snam una informazione veritiera, tempestiva, trasparente e accurata verso l’esterno. E’ convinzione di Snam che una corretta relazione con i mezzi di informazione contribuisca in modo propositivo al dialogo e all’interazione con gli stakeholder nonché alla diffusione di una maggiore conoscenza della Società, della sua mission e delle sue attività. L’interazione è costante e quotidiana e avviene attraverso diversi canali: da quelli tradizionali ai i social media come  Twitter, YouTube, LinkedIn,Flickr, Instagram e Facebook

Sui principali media si è osservato un aumento del numero di articoli in particolare legati a filoni come la mobilità sostenibile e la decarbonizzazione dell’energia tramite l’utilizzo di nuove fonti (ad esempio il biometano), e sul ruolo di Snam nel sistema paese, insieme alla sua spinta verso l’innovazione. Nel corso del 2017, inoltre, l’attività di ufficio stampa ha puntato a evidenziare le posizioni dell’azienda e la sua disponibilità al dialogo nei territori (come Abruzzo e Puglia) caratterizzati da movimenti di opinione contrari ad alcuni progetti infrastrutturali. 

 

Davide Corazza

Davide Corazza
Stogit
“Condivisione del processo di manutenzione”

Approfondisci
Giampaolo Annoni

Giampaolo Annoni
Snam Rete Gas S.P.A
“La crescita professionale interna vista da un protagonista”

Approfondisci
Giuseppe Bonazzi

Giuseppe Bonazzi
a.c.i.s.m
“La misura del gas tra tradizione e innovazione”

Approfondisci
Monica Girardi

Monica Girardi
Analista Barclays Capital
“Negli ultimi anni i mercati sono stati soggetti a movimenti...”

Approfondisci
Vittorio Musazzi

Vittorio Musazzi
Entsog

“L’ ENTSOG – European Network of Transmission System Operators for Gas – è stata fondata...”

Approfondisci
Giuseppe Bortone

Giuseppe Bortone
Regione Emilia Romagna

“Da dove nasce l’idea di una convenzione generale con Snam Rete Gas S.p.A. ...”

Approfondisci
Le insegnanti

Le insegnanti
di Bordolano

“Le insegnanti esprimono il loro punto di vista...”

Approfondisci
I rappresentanti

I rappresentanti
di Legambiente

“I rappresentanti di Legambiente che insieme a Snam Rete Gas...”

Approfondisci
Tarcisio Persegona

Tarcisio Persegona
Tre colli S.p.A

“L’Impresa opera nella costruzione e manutenzione dei gasdotti Snam fin dal 1973..

Approfondisci
Page Alert
ultimo aggiornamento
08 maggio 2018 - 17:47 CEST