CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Snam nel Global Compact

Snam Global Compact

Come membro attivo del Global Compact Network Italia, Snam partecipa al gruppo di lavoro Diritti Umani  e al gruppo di lavoro sul Reporting

alt2

A Febbraio 2013 Snam ha organizzato insieme al Global Compact Network Italia un workshop sul Reporting Integrato

alt2

Snam divulga i principi del Global Compact attraverso la documentazione dei contratti commerciali e  ha firmato per la costituzione della Fondazione Global Compact Network Italia, in qualità di socio fondatore-promotore

ll Global Compact è un’iniziativa internazionale che sostiene dieci principi universali relativi ai diritti umani, al lavoro, all’ambiente e alla lotta alla corruzione, che unisce governi, imprese, agenzie delle Nazioni Unite, organizzazioni del lavoro e della società civile.

L’impegno di Snam di fare impresa secondo un modello di sviluppo sostenibile, nel rispetto e tutela dei diritti umani e del lavoro e della salvaguardia dell’ambiente, è stato rinnovato con l’adesione nel 2009 al Global Compact o “Patto Globale”, la più grande iniziativa volontaria a livello mondiale sui temi della sostenibilità, avviata nel luglio 2000 dalle Nazioni Unite.

I principi del Global Compact sono universalmente condivisi e accettati poiché derivano da: Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, la Dichiarazione dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro, la Dichiarazione di Rio, la Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione.

Aderendo a questa iniziativa Snam è entrata in un network universale di imprese pronte al cambiamento, alla promozione di una buona cittadinanza d'impresa ed alla ricerca di soluzioni e partnership innovative.

Snam vuole confermare e rafforzare il proprio impegno di impresa socialmente responsabile e partecipa, su diversi fronti, ai lavori del Global Compact network Italia, che dal 2013 si è costituito in una Fondazione di cui Snam è Socio Fondatore Promotore.

A fronte dei benefici che ne derivano, come l’accesso alla vasta e profonda esperienza delle Nazioni Unite sulle questioni che riguardano la sostenibilità e lo sviluppo, l’utilizzo degli strumenti e risorse di management del Global Compact e l'opportunità di essere coinvolti in specifici tavoli di lavoro, Snam si impegna a lavorare su più fronti:

  • porre in atto tutti i cambiamenti necessari affinché il Global Compact ed i suoi principi diventino parte della strategia, della cultura e delle operazioni quotidiane;
  • promuovere e diffondere il Global Compact ed i suoi principi attraverso i propri canali di comunicazione;
  • realizzare una Communication on Progress (CoP) annuale, strumento utilizzato per informare in modo trasparente e continuo i propri stakeholder delle attività in corso e dei risultati ottenuti nell'applicazione pratica dei dieci principi del Global Compact.

Nel 2015 Snam ha collaborato con la Fondazione Global compact Network Italia  per la pubblicazione MAKING THE CASE Business, Biodiversity and Ecosystem Services as Tool for Change.

 


Snam ha scelto di pubblicare la Communication on Progress in forma integrata al Report sulla sostenibilità sociale, tramite l’utilizzo di una tabella di raccordo, riportata qui di seguito.

Scarica la Tabella di Raccordo

Principi 1,2
Alle imprese è richiesto di promuovere e rispettare i diritti umani universalmente riconosciuti nell’ambito delle rispettive sfere d’influenza e di assicurarsi di non essere, seppur indirettamente, complici negli abusi dei diritti umani.

 

  • Ad Aprile 2017 è stata adottata la Politica in materia di Diritti Umani
  • Nel Codice Etico di Snam e nei rapporti contrattuali con i fornitori è esplicitamente citato il rispetto dei diritti umani. Si richiede a tutti i fornitori, l’adesione e il rispetto del Codice Etico, dei requisiti di lavoro internazionali e la dichiarazione di non impiego di personale dell’età minima imposta dalla legge. Per sancire l'impegno reciproco, anche sotto il profilo contrattuale, Snam chiede ai propri fornitori di aderire al Patto etico e di integrità, che mira appunto a garantire rapporti trasparenti, requisiti di moralità professionale in tutta la filiera di imprese (inclusi i subappalti) e per tutta la durata del rapporto, poteri di intervento in caso di inosservanza.

Leggi il report in La catena di fornitura

  • Realizzato il workshop "Ambiente e Innovazione una sfida per tutti" dedicato ai temi dell’innovazione, della sostenibilità e dell’etica di impresa che ha coinvolto oltre 450 persone, tra personale del Gruppo Snam e fornitori.

Leggi il report in La catena di fornitura

  • Analizzati il 100% dei fornitori qualificati su tematiche inerenti i Diritti Umani.

Leggi il report in La catena di fornitura

Proseguite le iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento nell'ambito del progetto "Obiettivo Sicurezza".
Leggi il report sulla La prevenzione degli infortuni

  • Proseguite le attività di formazione in materia di salute sicurezza e ambiente con 19.288 ore erogate e 3.6484 partecipazioni.

Leggi il report sul La prevenzione degli infortuni

  • Ridotti gli indici infortunistici  dei contrattisti.

Leggi il report sul La prevenzione degli infortuni 

  • Tutela della salute dei dipendenti 

Leggi il report sul Tutela della salute 

  • Incrementato il sistema di welfare con nuovi servizi e iniziative 

Leggi il report sul Welfare

Principi 3, 4, 5, 6
Alle imprese è richiesto di sostenere la libertà di associazione dei lavoratori e riconoscere il diritto alla contrattazione collettiva; l'eliminazione di tutte le forme di lavoro forzato e obbligatorio; l'effettiva eliminazione del lavoro minorile; l'eliminazione di ogni forma di discriminazione in materia di impiego e professione

 

  • Applicato il CCNL Energia e Petrolio. Garantiti a tutti i lavoratori il diritto di manifestare il proprio pensiero, aderire ad associazioni e svolgere attività sindacale

Leggi il report sulle Relazioni industriali

  • Confermato il nuovo modello delle competenze professionali e manageriali e il nuovo sistema di valutazione delle performance che contiene al suo interno sia obiettivi di business e di sostenibilità

Leggi il report in Le politiche e i sistemi retributivi

  • Concluso  il primo percorso di sviluppo manageriale biennale che ha coinvolto circa 100 persone

Leggi il report in La crescita di competenze e professionalità

  • 3 dei 4 nuovi dirigenti, nominati nel 2016, sono donne 

Leggi il report in Persone

  • Erogate complessivamente oltre 82.184 ore di formazione con più di 10.396 partecipazioni.

Leggi il report in La crescita di competenze e professionalità

  • Proseguita l'opportunità per tutte le persone di seguire un corso di inglese on line e avviati percorsi di studio linguistici dedicati.

Leggi il report su La crescita di competenze e professionalità

 

Principi 7, 8, 9
Alle imprese è richiesto di sostenere un approccio preventivo nei confronti delle sfide ambientali; di intraprendere iniziative che promuovano una maggiore responsabilità ambientale; e di incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie che rispettino l'ambiente.

 

  • Effettuati 227 km di ripristini vegetazionali, eseguito il monitoraggio ambientale di oltre 560 km ed effettuati 3,7 km di nuovi rimboschimenti.

Leggi il report su Biodiversità

  • Adesione all’iniziativa internazionale “Puliamo il Mondo” promossa da Legambiente, con il coinvolgimento della scuola di Bordolano.

Leggi il racconto del territorio Puliamo il mondo

  • Pubblicato il quarto libro della collana "sentieri sostenibili", dedicato al Parco del Ticino.

Leggi il racconto del territorio Parco del Ticino

  • Effettuati interventi  con 85.770 tonnellate di emissioni di CO2eq evitate.

Leggi il report sulla Tutela del clima

  • Connessi nuovi impianti fotovoltaici per un aumento della potenza installata del 20%

Leggi il report in Produzione di energia da fonti rinnovabili

 

Principio 10
Le imprese si impegnano a contrastare la corruzione in ogni sua forma, incluse l'estorsione e le tangenti.

 

  • Siglata una intesa tra Snam e Transparency International su anticorruzione e governance 

Leggi il report sull Impegno nel contrasto a corruzione e illegalità

  • Realizzate 1.200 verifiche reputazionali che hanno coinvolto fornitori, subappaltatori e partecipanti a procedure di gara

Leggi il report sul Verifiche reputazionali sui fornitori

  • Erogate 2.600 ore di formazione in materia con la partecipazione di 1.600 persone.

Leggi il report su Impegno nel contrasto a corruzione e illegalità  

  • Effettuata iniziativa di educational dedicata alla legalità  in collaborazione con Federparchi Europarc Italia.

Leggi il racconto del territorio La rete della Fiducia e del Rispetto
 

Snam per gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG), ufficialmente noti come "Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile" sono un insieme di obiettivi (17) pensati per lo sviluppo internazionale e promossi dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

Sull'obiettivo 13, Lotta al Cambiamento Climatico, Snam si impegna particolarmente: oltre ad utilizzare il gas naturale come principale combustibile, sta attuando programmi di energy management e di riduzione del carbon footprint. Gli obiettivi al 2021:

  • ridurre le emissioni di gas naturale del 10%, a parità di perimetro, rispetto alle emissioni del 2016;
  • incrementare l’efficienza energetica dei sistemi di preriscaldo del gas del 10% in 58 cabine di riduzione della pressione;
  • incrementare del 40% l’efficienza energetica dei sistemi illuminanti di 16 impianti di compressione.

Approfondisci sul capitolo Innovazione e climate change

Approfondisci gli SDGs


Per quanto riguarda la lotta alla povertà estrema i risultati pubblicati dal Department of Economic e Social Affairs dell’ONU (DESA)  mostrano risultati incoraggianti, con il numero di persone che vive con meno di un dollaro al giorno dimezzato rispetto al 1990. Per maggiori informazioni sui progressi raggiunti verso tutti i precedenti obiettivi, i Millenium Developments Goals, è possibile consultare il report.

alt

Visita la pagina Snam sul sito del Global Compact

Approfondisci
Global compact

Scopri le attività del Global Compact Network Italia

Approfondisci
Documenti utili

Leggi il Codice etico di cui si è dotata Snam

Approfondisci
Page Alert
ultimo aggiornamento
18 aprile 2017 - 10:38 CEST