Login    

Piani di esercizio e interruzioni

1) AMBITO DEI PIANI
I piani annuali e mensili degli interventi vengono pubblicati facendo riferimento ai cap. 8 e 14 del Codice di Rete.
I piani:

  • Tengono conto degli incrementi di capacità di trasporto di cui ai piani di realizzazione di nuove capacità e di potenziamento, decennali e quinquennali.
  • Rimandano, per la Programmazione e Gestione dei singoli interventi nel corso di ogni anno alle procedure previste nelle condizioni di accesso per i casi di riduzione delle capacità nel corso dell’anno.
  • Tengono conto dei coordinamenti in essere per quanto agli eventi salienti sulle infrastrutture interconnesse.

Per il corretto utilizzo dei piani è pertanto necessario considerare che:

  • La gestione delle riduzioni di capacità nel corso dell’anno per i singoli casi specifici dovrà seguire le procedure previste dal Codice di Rete.
  • La programmazione del trasporto, in termini di quantità del gas che gli utenti intendono immettere in rete e ritirare dalla stessa dovrà seguire le procedure previste dal Codice di Rete.

I piani sono quindi indicativi degli elementi che influenzano le capacità di trasporto nel biennio, con criterio di maggior precisione per il primo anno, anche in quanto le operazioni effettivamente consuntivate nel suddetto primo anno possono influenzare quanto preventivato per il secondo. Snam Rete Gas si riserva il diritto di modificare i piani qualora sopravvengano eventi imprevisti alla pubblicazione degli stessi.

 

2) CONTENUTI DEI PIANI E AVVERTENZE
L’efficiente gestione del sistema di trasporto richiede lo svolgimento di attività necessarie per il controllo di tutte le sue componenti: a tale scopo la rete di trasporto di Snam Rete Gas viene sottoposta a periodici programmi di ispezione, controllo e manutenzione così da prevenire eventuali anomalie e malfunzionamenti, nonché mantenere al massimo livello le condizioni di sicurezza ed efficienza delle infrastrutture destinate al trasporto di gas naturale. Tali interventi di norma non impattano sulla capacità di trasporto.
Accanto alle ispezioni, ai controlli ed alle manutenzioni devono essere considerati gli interventi, adeguatamente pianificati ed eseguiti dal Trasportatore, che normalmente generano interruzioni/riduzioni della capacità di trasporto sulla propria rete di metanodotti. Come regola generale, a fronte degli eventi sopraccitati, il Trasportatore verifica dapprima la possibilità di individuare assetti di rete alternativi per non perturbare il servizio di trasporto del gas: qualora ciò non sia possibile, opera per minimizzare l’impatto degli Interventi sui flussi di gas transitanti sulla propria rete.
I piani di esercizio contengono, espressi in termini di variazioni della trasportabilità, gli elementi necessari ad apprezzare il livello di affidabilità del servizio di trasporto.
In termini generali la struttura del servizio di trasporto non contempla situazioni speciali se non per quanto concerne le cause di forza maggiore che, per loro natura, esorbitano dai piani di esercizio.
La programmazione delle operazioni sulla rete, sottese alle riduzioni di capacità di trasporto, tiene conto delle diverse condizioni di realizzabilità endogene ed esogene alla rete stessa comprendendo anche le condizioni climatiche.
La disponibilità di gas non è elemento dei piani di esercizio della rete in quanto il trasporto si esprime in termini di messa a disposizione della trasportabilità e dispacciamento delle quantità di gas che gli utenti della stessa vi immettono e ne prelevano.

 

3) ELEMENTI DI RIFERIMENTO DEI PIANI DI ESERCIZIO
3.1. Tipologie del servizio
 

  • I piani del primo anno sono riferiti alla capacità di trasporto totale (continua più interrompibile)
  • I piani del secondo anno sono riferiti alla sola capacità di trasporto continua in quanto per gli scenari di anni successivi al primo le analisi relative alle capacità interrompibili risultano scarsamente significative, poiché vi è una incertezza crescente sui prelievi del mercato e gli assetti di rete, influenzati dalle manutenzioni da programmare, dalle possibili indisponibilità di impianti e dalle tempistiche di entrata in esercizio di nuovi potenziamenti; pertanto esse vengono effettuate ogni anno solo per l’anno immediatamente successivo.

3.2. Punti della RNG presi in esame
I piani di esercizio sono riferiti a specifici punti di entrata ed uscita della Rete Nazionale Gasdotti, nei quali sono definite le capacità di trasporto;

3.2.1 Punti di entrata interconnessi con l’estero (importazioni)
- TARVISIO (Importazione dalla Russia)
- GORIZIA (Importazione dalla Slovenia)
- PASSO GRIES (Importazione dal Nord Europa)
- MAZARA (Importazione dal Nord Africa)
- GELA (Importazione dalla Libia)

Per tali Punti viene indicata la capacità nei vari periodi, considerando la somma delle capacità di tipo continuo e, dove disponibile, di tipo interrompibile.

3.2.2 Punti di entrata da terminali GNL
- PANIGAGLIA
- CAVARZERE
- LIVORNO
Per questi punti d’entrata viene indicata la capacità nei vari periodi.

3.2.3 Punti di entrata da Produzione Nazionale
Per i punti d’entrata della Produzione Nazionale viene indicata la capacità di riferimento pubblicata da Snam Rete Gas, insieme alla capacità di trasporto mensile corrispondente ed alle eventuali limitazioni di trasporto riferite a questi valori.

3.2.4 Punti di entrata da stoccaggio
Per i Punti d’Entrata virtuali dagli stoccaggi (HUB), Snam Rete Gas assicura il trasporto delle portate programmate da e per gli stoccaggi, in accordo con l’operatore degli stessi. Nei Piani di Esercizio vengono indicati solamente eventuali limitazioni di trasporto.

3.2.5 Punti di uscita interconnessi con l’estero (esportazioni)
- TARVISIO
- GORIZIA
- PASSO GRIES
- BIZZARONE
- SAN MARINO

Per i punti di uscita relativi alle esportazioni sono indicate le capacità nei vari periodi.

 

4) INTERRUZIONI PROGRAMMATE, NON PROGRAMMATE ED EFFETTIVE
Vengono inoltre pubblicate le informazioni relative alle interruzioni programmate, non programmate ed effettive ai sensi delle lettere f) e g) sezione 3.3.1. dell’allegato I del Regolamento CE n. 715/2009.

In particolare le interruzioni programmate sono pubblicate anche all’interno dei piani di esercizio, mentre le interruzioni non programmate ed effettive sono pubblicate nella sezione “ Interruzioni” dedicata.

  

  • Piano semestrale interventi 2016 - 2017

  • Piano interventi mensile Settembre 2017

  • Piano interventi mensile Agosto 2017 rev.1

  • Piano interventi mensile Agosto 2017

  • Piano interventi mensile Luglio 2017 rev.3

  • Piano interventi mensile Luglio 2017 rev.2

  • Piano interventi mensile Luglio 2017 rev.1

  • Piano interventi mensile Luglio 2017

  • Piano interventi mensile Giugno 2017 rev.1

  • Piano interventi mensile Giugno 2017

  • Piano interventi mensile Maggio 2017

  • Piano interventi mensile Aprile 2017

  • Piano interventi mensile Marzo 2017

  • Piano interventi mensile Febbraio 2017

  • Piano interventi mensile Gennaio 2017

  • Piano interventi mensile Dicembre 2016 rev.1

  • Piano interventi mensile Dicembre 2016

  • Piano interventi mensile Novembre 2016

  • Piano interventi mensile Ottobre 2016

  • Piano annuale interventi 2016 - 2017

Nei file riportati di seguito è contenuta la programmazione mensile che interessa Punti di Riconsegna con capacità tecnica ≥ a 600 GWh/anno.
Si invitano gli utenti a verificare in tempo reale eventuali aggiornamenti rispetto a quanto pubblicato accedendo alla pagina dedicata agli Urgent Market Message.

Page Alert
ultimo aggiornamento
17 ottobre 2017 - 15:36 CEST