CONSENSO ALL’UTILIZZO DEI COOKIE AL PRIMO ACCESSO AL SITO WEB WWW.SNAM.IT

Snam utilizza i cookie nell’ambito di questo sito per assicurarle efficace navigazione. Questo sito utilizza anche i cookie di terze parti. I cookie utilizzati non possono identificare l’utente. Per maggiori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire per cancellarli, cliccare qui. Continuando la navigazione di questo sito, lei acconsente all’utilizzo dei cookie.

ITEN

Re-Source: il gas naturale in mostra per i 75 anni di Snam

Snam incontra per la prima volta insieme tutti i suoi stakeholder in una giornata di riflessione e approfondimento sul futuro dell'energia e del gas naturale in occasione dei 75 anni della società.

 

Snam ha deciso di festeggiare con il suo primo Partners' Day e la mostra "Re-Source. Il gas naturale nel futuro dell'energia", ospitata presso il Museo della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci" di Milano e visitabile dal 10 novembre 2017 al 6 gennaio 2018.

Protagonista assoluto della mostra è il quadro sinottico della rete nazionale dei gasdotti, lungo 33 metri e composto da 16 pannelli funzionanti, che, dopo aver rappresentato per quasi trent'anni lo strumento principe del sistema gas italiano, è stato sostituito da un quadro di controllo ancor più all'avanguardia e donato da Snam al Museo. Qui rimarrà permanentemente esposto nel piano dedicato all'energia.

In occasione dei festeggiamenti e della mostra, Snam presenterà anche il libro "Re-Source, il gas naturale nel futuro dell'energia", edito da Rizzoli e curato dal giornalista e storico Paolo Mieli e dall'economista ed esperta di energia Daniela Viglione.

La mostra

I visitatori potranno scoprire il gas naturale e le sue infrastrutture seguendo un percorso esperienziale appositamente studiato e diviso in due zone, una didattica e una più emozionale, progettate per fornire a ogni tipo di pubblico una sperimentazione completa del "mondo gas".

La prima parte dell'esposizione, a carattere didattico e divulgativo, è costituita da pannelli dedicati alle origini, alla composizione e alle caratteristiche del gas naturale, tramite una serie di infografiche riassuntive.

Un'installazione di luci e suoni accompagna I visitatori lungo un corridoio in cui sono esposti, sul retro del quadro sinottico, i pannelli dedicati alla storia dell'ingegno italiano di Snam. La sezione contiene testimonianze fotografiche, le campagne promozionali creative, i progetti di sostenibilità seguiti negli anni da Snam, che hanno portato l'azienda a legarsi indissolubilmente alle comunità in cui opera.

storia di Snam

L'ultima parte è dedicata al futuro del gas: tramite pannelli e un tavolo multitouch interattivo, si esplora un mondo che "funziona a gas", si analizzano gli utilizzi innovativi del combustibile, i suoi benefici, i traguardi che può raggiungere nel quadro della decarbonizzazione del pianeta.

L'esposizione si conclude con uno spazio dedicato al nuovo "cervello" della gestione dei flussi di gas: un enorme videowall di 50 metri quadrati che governa e controlla il sistema di trasporto nazionale del gas, il cuore del centro di dispacciamento di Snam, la cui sala operativa è presidiata da personale altamente specializzato 24 ore su 24. Il dispacciamento del futuro impiegherà tutta la mole di informazioni disponibili anche per migliorare la possibilità per gli utenti di approvvigionarsi in maniera diversificata con costi inferiori in bolletta.

storia di Snam

Il libro

 

“Snam è oggi impegnata a fare del gas naturale non solo un combustibile di transizione ma il vero partner delle rinnovabili, ponendo le sue competenze a disposizione della transizione verso un futuro in cui tutti i mezzi non elettrici per la mobilità siano alimentati a metano e in cui il biometano, il metano rinnovabile prodotto dagli scarti dell'agricoltura, raggiunga dimensioni comparabili con la produzione nazionale e in prospettiva sostituisca una quota rilevante del gas importato.”
Paolo Mieli

I primi due capitoli del libro, scritti rispettivamente da Alberto Clô (economista e per diversi anni Consigliere di Amministrazione di Snam) e Alberto Meomartini (Amministratore Delegato dell'azienda per quasi 10 anni), sono dedicati al valore della storia, all'"attitudine non monopolistica" di Snam che ha consentito al metano di diventare la seconda fonte energetica italiana, all'attenzione che, per prima, l'azienda ha dedicato al territorio sviluppando una politica di compatibilità ambientale.

Raccontare la storia di Snam significa ripercorrere le tappe fondamentali della metanizzazione dell'Italia e dell'Europa. Un'avventura lunga 75 anni che ha portato alla costruzione di un'unica grande rete europea.

Il terzo capitolo, a cura del ricercatore dell'Istituto Affari Internazionali Nicolò Sartori, è dedicato alla Geopolitica energetica del XXI secolo, al presente di Snam, maggiore operatore infrastrutturale del gas in Europa.

Oggi Snam gestisce in Italia 32.500 chilometri di gasdotti, nove siti di stoccaggio e un terminale di rigassificazione. Con l'aggiunta delle partecipate in Austria (TAG, GCA), Francia (TIGF) e Regno Unito (Interconnector UK), l'estensione dei gasdotti ha raggiunto i 40.000 chilometri e la capacità di stoccaggio è aumentata, dando vita al sistema gas più evoluto ed esteso del continente. Dal 2020, l'Italia sarà connessa anche al Corridoio meridionale del gas, tramite TAP e TANAP.

In Italia, Snam sta contribuendo all'evoluzione del "prodotto gas" favorendone l'utilizzo nel settore dei trasporti (CNG), inclusi i trasporti pesanti su strada e via mare (GNL). Inoltre, a giugno 2017, ha allacciato alla propria rete il primo impianto di produzione di biometano.

Gli ultimi due capitoli, curati rispettivamente dall'economista e docente della New York University Nouriel Roubini e dal responsabile del BCG Center for Energy Impact Robin West, delineano le sfide di Snam nel futuro: nel " secolo del gas ", le potenzialità di questa risorsa energetica in termini di disponibilità, vantaggi economici e ambientali, dipendono dalla progettazione e realizzazione di una rete a livello globale di collegamenti, trasporti, stoccaggi, sistemi di trasformazione e di utilizzo tradizionali e innovativi.

Nel quadro dei processi di decarbonizzazione, il gas naturale è destinato a rivestire un ruolo sempre più rilevante nella sostituzione di combustibili con maggiori impatti ambientali, sia nel settore dei trasporti, sia nel settore dell’Heating&Cooling.

Il GNL sta cambiando in modo sostanziale il settore e continuerà a farlo: ha permesso e permetterà in futuro l’accesso al gas naturale in aree geografiche che altrimenti non potrebbero essere collegate alla fornitura e consentirà una più agevole regolazione dei prezzi del gas naturale.

Nei prossimi decenni il gas naturale svolgerà un ruolo cruciale nella riduzione delle emissioni di gas serra e nel raggiungimento degli obiettivi globali relativi al cambiamento climatico. Producendo la metà delle emissioni del carbone e un terzo in meno di quelle del petrolio, il gas naturale è un elemento chiave negli impegni presi dai governi in seno agli Accordi di Parigi sui cambiamenti climatici (COP21). Inoltre lo sviluppo del biometano permetterà di produrre gas a zero emissioni.

dispacciamento

Il Dispacciamento è un’infrastruttura strategica per la gestione dei flussi di gas sulla rete di trasporto nazionale.

Approfondisci
storia Snam

La storia di Snam inizia il 30 ottobre 1941, per la costruzione e l'esercizio dei metanodotti e la distribuzione e vendita del gas.

Approfondisci
Gas naturale

Il gas naturale è il combustibile fossile più green e a maggiore resa ed è imprescindibile per un mix energetico sostenibile.

Approfondisci
Page Alert
ultimo aggiornamento
13 novembre 2017 - 10:49 CET