Login    

Fiume Brenta: nuovo attraversamento con T.O.C.

Si è concluso con successo l'attraversamento del fiume Brenta, realizzato mediante la tecnologia della trivellazione orizzontale controllata, per il metanodotto d'importazione dalla Russia Sergnano-Tarvisio DN 900.

Il nuovo attraversamento, che sostituisce l'esistente attraversamento aereo su pile realizzato nei primi anni '70, è costituito da una condotta di 900 mm di diametro di 600 m di lunghezza.

L'attraversamento consiste in una perforazione sotto l'alveo del fiume, con inizio in sponda sinistra (Comune di San Giorgio in Bosco) e termine in sponda destra (Comune di Piazzola sul Brenta). Dopo una prima perforazione condotta con una testa fresante di circa 300 mm si è provveduto ad allargare il foro con alesaggi successivi fino a 1200 mm: il 'tiro' della condotta nel foro mantenuto in stabilità con fanghi bentonitici è stato realizzato in un'unica giornata lavorativa.

L'impiego di questa tecnologia "trenchless" ha consentito la posa della condotta senza alcuna interferenza con le sponde e con l'alveo del fiume Brenta e nel contempo riducendo al minimo gli scavi a cielo aperto.

I lavori verranno conclusi nei prossimi giorni con il collegamento alla linea esistente in esercizio, la successiva rimozione dell'attraversamento aereo e la rinaturalizzazione delle sponde del corso d'acqua.

Page Alert
updated
05 August 2016 - 16:35 CEST