Investimenti e sviluppo delle infrastrutture
Login    

Investimenti e sviluppo delle infrastrutture

 

 

Nel Piano 2021-2025 Snam ha previsto un incremento degli investimenti di circa 700 mln rispetto ai €7,4 mld del Piano 2020-2024, portandoli a € 8,1 mld. Il piano prevede la manutenzione, l'ammodernamento e lo sviluppo dell'infrastruttura, investimenti per il net zero e l'accelerazione della transizione energetica. Gli investimenti allineati alla tassonomia europea sono pari al 47% del totale (in aumento rispetto al 40% del precedente Piano). Le attività regolate sono sostanzialmente coerenti con il piano precedente anche se con un diverso mix.

 

Reti di energia in Italia (€ 5,6 mld)

Prosegue il programma delle sostituzioni per l'ammodernamento della rete, anche in ottica "H2 ready", con oltre 1.300 km. Sono, inoltre, previsti investimenti per raggiungere l'obiettivo net zero, incluso l'avvio della conversione delle prime tre centrali di compressione in dual fuel, l'avvio della realizzazione della pipeline virtuale per la Sardegna e dei primi tratti di rete, oltre ai consueti interventi di manutenzione. Il piano di investimenti prevede anche nuovi allacciamenti legati alla transizione energetica.

 

Stoccaggio di energia (€ 1,2 mld)

Gli investimenti sono in aumento significativo rispetto a 900 mln del precedente Piano, grazie alla conversione di tre centrali di compressione in dual fuel (in coerenza con gli obiettivi di riduzione di emissioni), alla realizzazione e all'ammodernamento di pozzi per lo stoccaggio di gas, alla sostituzione e all'adeguamento di alcuni componenti e alle attività di manutenzione. Tali investimenti consentiranno di gestire il bisogno crescente di flessibilità conseguente alla volatilità dei mercati energetici, che aumenterà con lo sviluppo continuo delle rinnovabili. Inoltre, abilitano la prospettiva di stoccaggio di idrogeno.

 

Progetti green (€ 1,3 mld)

Negli ultimi anni Snam ha creato un'ampia e diversificata piattaforma di attività (efficienza energetica, produzione e infrastrutture di biometano, mobilità sostenibile, idrogeno lungo tutta la catena del valore) per offrire soluzioni integrate lungo la filiera dei gas verdi. Per il periodo 2021-25 gli investimenti ammonteranno a circa € 1,3 mld (al netto di circa 200 mln di possibili grant, di cui 100 mln nell'idrogeno e 100 mln nel biometano), in crescita rispetto ai € 700 mln che il precedente Piano aveva destinato a queste attività. Si prevede che i nuovi business possano contribuire all'EBITDA annuo del Gruppo per € 150 mln nel 2025, con progetti che a regime genereranno circa € 180 mln di EBITDA.

Page Alert
ultimo aggiornamento
05 maggio 2022 - 18:38 CEST