Board evaluation
Login    

Board evaluation

Board evaluation

Il processo di Board Evaluation del Consiglio di Amministrazione è volto a valutare il funzionamento dello stesso e dei Comitati interni esprimendo un giudizio sull’attività svolta e identificando eventuali elementi che possano migliorare il funzionamento di tali organi sociali, sia in termini di efficacia che di efficienza. L'attività è svolta con il supporto di un advisor indipendente.

In linea con le previsioni del Codice di Corporate Governance, il Consiglio di Amministrazione di Snam ha dato corso all’autovalutazione del Consiglio stesso e dei suoi Comitati riferita all’esercizio 2021, alla quale hanno partecipato i 9 Consiglieri in carica.

L’obiettivo del lavoro è stato quello di effettuare una ricognizione strutturata dell’efficacia del Consiglio di Snam sotto il profilo operativo e di individuare le opportunità di ulteriore miglioramento per svolgere al meglio il ruolo di indirizzo e controllo di una realtà complessa ed in evoluzione.

A seguito di procedimento di assegnazione tramite gara e relativa istruttoria da parte del Comitato ESG, il Consiglio ha deciso di avvalersi di un consulente esterno, Spencer Stuart Italia S.r.l., società che vanta un’ampia e pluriennale esperienza in ambito corporate governance e che ha supportato il Consiglio di Amministrazione di Snam nel corso dell’intero mandato. L’autovalutazione del Consiglio di Amministrazione e dei Comitati endo-consiliari di Snam per l’esercizio 2021 è stata condotta da due senior partner di Spencer Stuart, esperti in attività di board effectiveness.

La Board Review ha avuto come oggetto la dimensione, la composizione e il concreto funzionamento del Consiglio e dei suoi Comitati, avendo riguardo del ruolo svolto dal Consiglio nella definizione delle strategie e nel monitoraggio dell’andamento della gestione e dell’adeguatezza del sistema di controllo interno e della gestione dei rischi.

Anche quest’anno, i Consiglieri si sono resi disponibili a contribuire a questo processo al fine di poter identificare le possibili aree di miglioramento per l’ottimizzazione delle dinamiche consiliari.

Nelle interviste è stato possibile approfondire quanto riportato nei questionari, ampliare il confronto e raccogliere direttamente commenti e suggerimenti. Partendo dalle azioni intraprese a seguito del processo di Autovalutazione effettuato l’anno precedente, per quest’anno il focus è stato su:

• Bilancio di fine mandato, con evidenza degli interventi effettivamente realizzati e a identificare le possibili aree di miglioramento per l’ulteriore ottimizzazione delle dinamiche consiliari;
• Dimensione e Composizione del Consiglio, al fine di raccogliere gli input ed i commenti dei Consiglieri in carica, utili per redigere gli Orientamenti sulle figure professionali la cui presenza in Consiglio sia ritenuta opportuna da presentare agli Azionisti per la nomina del nuovo Board.

In merito al tema composizione è stato anche predisposto da parte dell’advisor un apposito documento di analisi corredato da benchmark con riferimento ad un panel di Società appartenenti all’indice FTSEMib, a supporto del processo di definizione del parere di Orientamento agli Azionisti sulla futura dimensione e composizione del Consiglio di Amministrazione.

Guardando alle risultanze emerse, anche questo anno di mandato è stato molto intenso ed il Consiglio di Amministrazione è stato chiamato a svolgere un’attività straordinaria in ragione del perdurare della situazione di emergenza sanitaria causata dalla pandemia, dovuta alle varie recrudescenze e ondate della medesima, e in relazione alle tematiche di business in particolare connesse alla transizione energetica.

Nel complesso, gli Amministratori hanno espresso soddisfazione ed apprezzamento in merito alla dimensione, alla composizione e al funzionamento del Consiglio di Amministrazione e dei suoi Comitati.

In particolare, il Consiglio ha operato con continuità con l’obiettivo di rafforzare la posizione di leadership dell’azienda nel percorso verso la transizione energetica e contemporaneamente consolidare l’assetto di governance che, nel corso del mandato, ha visto il Consiglio impegnato – fra l’altro - in modifiche rilevanti dello Statuto quali l’inclusione del purpose “Energy to inspire the world”, il perseguimento di obiettivi di successo sostenibile, la rappresentanza del genere meno rappresentato.

I Consiglieri hanno dimostrato impegno e costante partecipazione, seppur per lo più da remoto, in considerazione dell’elevato numero di riunioni che si sono tenute nell’esercizio.

I Consiglieri sottolineano come il lavoro dei Comitati sia buono e costituisca la base del dibattito in sede di Consiglio. Soddisfazione viene espressa riguardo alla prassi di tenere riunioni congiunte, quale momento di analisi ed istruttoria delle tematiche nelle diverse sfaccettature. Complessivamente i membri dei Comitati ritengono di aver ben interpretato il proprio ruolo ed operato con autonomia ed autorevolezza, supportando efficacemente il Consiglio con le istruttorie sui temi di loro competenza.
Il dibattito consiliare trae beneficio dall’assoluto spirito di indipendenza - non solo formale - dei Consiglieri. L’atteggiamento consiliare è costruttivo e ha visto un importante miglioramento nel corso dell’esercizio in esame, anche grazie alla più intensa reciproca conoscenza e all’organizzazione dell’offsite a Trieste e all’impianto di Malborghetto.
L’atteggiamento costruttivo dei Consiglieri ha consentito un andamento dei lavori caratterizzato da una vivace dialettica consiliare.
Nell’ambito della Autovalutazione, viene confermata la accessibilità alla documentazione attraverso un portale dedicato che rende fruibili le presentazioni, le rassegne stampa e tutto il materiale informativo relativo alle riunioni del Consiglio e dei Comitati di appartenenza. Il Consiglio ha investito sul tema della tempistica di invio della documentazione nel corso del mandato; laddove sono emersi invii di materiale a ridosso delle riunioni, essi sono da imputarsi alla straordinarietà di alcune situazioni e/o ai tempi ridotti fra una riunione e l’altra.
Nel corso dell’attività svolta a conclusione del triennio, sono state individuate alcune aree di miglioramento per il prosieguo del mandato che possono essere tenute in considerazione anche in vista del prossimo mandato:

- prevedere non appena sarà possibile e nell’assoluto rispetto delle regole, l’organizzazione delle sedute consiliari in presenza favorendo anche incontri informali, sessioni di induction ed aggiornamento sulle tematiche chiave attraverso visite agli impianti e giornate off-site;

- prevedere una ampia condivisione dei temi strategici in seno al Consiglio di Amministrazione, illustrando il lavoro di analisi ed approfondimento preventivo svolto dal management e dai Comitati e valorizzando i contributi da parte di tutti i Consiglieri;

- tenere costantemente aggiornato il Board degli step di progressiva attuazione dei diversi filoni progettuali legati alla transizione energetica sia del core business sia dei nuovi business (biometano, idrogeno, efficienza energetica, mobilità sostenibile), anche attraverso meeting ad-hoc dedicati, quali uno “strategy day” o un vertice strategico;

L’autovalutazione sulla dimensione, la composizione e il funzionamento del Consiglio e dei Comitati è stata finalizzata con esito positivo nel corso della riunione del Consiglio di Amministrazione del 16 marzo 2022.

Per approfondimenti consulta la Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari alle pagine 78 e 79.

Page Alert
ultimo aggiornamento
12 aprile 2022 - 09:00 CEST