Login    

La Strategia

 

Investimenti in crescita: € 7,4 mld

Nel Piano 2020-2024 Snam ha previsto un incremento degli investimenti di quasi €1 mld rispetto ai € 6,5 mld del Piano 2019-2023, portandoli a circa € 7,4 mld. La crescita è riconducibile sia al core business delle infrastrutture regolate (€ 6,7 mld di investimenti) sia alle nuove attività della transizione energetica (oltre € 0,7 mld di investimenti, quasi raddoppiati rispetto al precedente piano). Il 50% degli investimenti è dedicato all’infrastruttura “hydrogen ready” (sostituzioni e sviluppo degli asset con standard “hydrogen ready”). Gran parte degli investimenti è finalizzata alla decarbonizzazione per raggiungere l’obiettivo di neutralità carbonica al 2040 e cogliere le opportunità offerte dalla transizione energetica. Circa il 40% di questi impieghi è allineato ai criteri della tassonomia europea, in via di finalizzazione.

6,7

miliardi di euro

in infrastrutture italiane

0,7

miliardi di euro

in nuove attività transizione energetica

Trasporto, stoccaggio e GNL: riguardano principalmente le sostituzioni per l’ammodernamento della rete, anche in ottica “hydrogen ready”, per quasi 1.200 km. Sono inoltre previsti l’avvio della conversione di centrali di compressione in ibride gas/elettrico, e la realizzazione della pipeline virtuale in Sardegna e dei primi tratti di rete. Il piano di investimenti prevede anche nuovi allacciamenti legati alla transizione energetica (245 impianti di CNG/LNG e 50 di biometano), in forte aumento rispetto agli ultimi anni, e altre 100 connessioni alla rete.
Transizione energetica: per il 2020-2024 sono quasi raddoppiati, passando a € 720 mln, gli investimenti per la transizione energetica: biometano, mobilità sostenibile e idrogeno. In particolare: € 220 mln in infrastrutture di biometano per raggiungere una capacità di almeno 64 MW; € 200 mln nell’efficienza energetica per consolidare la posizione di player nazionale; € 150 mln nell’idrogeno per l’avvio di progetti di conversione di tratte ferroviarie e l’installazione di fuel cells sulla rete Snam; € 150 mln nella mobilità per accrescere l’infrastruttura di distribuzione con focus LNG, e avviare i primi distributori a idrogeno.

 

> Approfondisci l'evoluzione prevedibile della gestione

 

Contribuire a un'economia a emissioni zero (%)

Investimenti: 7,4 mld euro

 

Transizione energetica (%)

Investimenti: oltre 0,7 mld euro

 

 
 

LEVE DI CRESCITA

Snam persegue un modello di crescita sostenibile, finalizzato alla creazione di valore attraverso le seguenti leve:

  • obiettivo zero emissioni nette al 2040 e leader in ESG
  • crescita della RAB di lungo termine
  • capacità di esecuzione ed eccellenza tecnologica
  • business della transizione energetica
  • solida performance delle attività internazionali
  • struttura finanziaria solida e approccio all'investimento disciplinato

 

Approfondisci

 
 

Strategia

RITORNO PER GLI AZIONISTI

Snam conferma l’impegno a garantire agli azionisti una remunerazione attrattiva e sostenibile e il pagamento di un acconto sul dividendo. È confermata la crescita del dividendo per azione del 5% fino al 2022, con un’ulteriore crescita minima del 2,5% nel periodo 2023-2024.

I buoni risultati conseguiti e i solidi fondamentali dell’azienda consentono di proporre all’Assemblea degli Azionisti, convocata per il 28 aprile 2021, la distribuzione di un dividendo di 0,2495 euro per azione, di cui 0,0998 euro per azione già distribuiti a gennaio 2021 a titolo di acconto (326 milioni di euro) e 0,1497 euro per azione a saldo, in pagamento a partire dal 23 giugno 2021 (record date 22 giugno 2021), con data di stacco il 21 giugno 2021.

Approfondisci il ritorno per gli azionisti
Page Alert
ultimo aggiornamento
22 aprile 2021 - 11:27 CEST