Login    

Snam Rete Gas: riunito oggi il primo CdA con i tre nuovi Consiglieri espressi dalle minoranze. Il preconsuntivo del consolidato 2001 chiude con l'utile netto di 183 milioni di euro

Price sensitive

Il Consiglio di Amministrazione di Snam Rete Gas S.p.A., società dell'Eni, nella riunione odierna ha esaminato il preconsuntivo del bilancio consolidato al 31 dicembre 2001, che chiude con l'utile netto di 183 milioni di euro.

Il conferimento degli asset a Snam Rete Gas è avvenuto il primo luglio 2001: i dati patrimoniali ed economico/finanziari dell'esercizio 2001 riflettono pertanto i risultati della gestione conseguiti nel secondo semestre dell'anno, periodo di operatività della Società.

Le variabili-chiave del business regolato, cioè i volumi di gas, gli investimenti tecnici e i costi operativi, vengono di seguito riferiti all'intero esercizio 2001 e raffrontati con i dati pro-forma 2000. I dati relativi all'intero 2001 sono stati determinati considerando quelli pro-forma relativamente al primo semestre e quelli consuntivati relativamente al secondo semestre.

 

Andamento operativo

I volumi di gas consumati in Italia nell'anno 2001, secondo stime preliminari, sono stati di 71,2 miliardi di metri cubi, a fronte dei 70,7 miliardi di metri cubi del 2000.
I volumi di gas immessi nella rete di Snam Rete Gas nell'anno 2001 sono stati di 69,58 miliardi di metri cubi (33,56 miliardi di metri cubi nel secondo semestre).
I volumi immessi nella rete nazionale sono sostanzialmente uguali ai consumi nazionali e alla variazione degli stoccaggi. Nel confronto con il dato relativo all'anno 2000 pro-forma, pari a 73,1 miliardi di metri cubi, occorre evidenziare l'eccezionalità dell'immissione nella rete di gas destinato agli stoccaggi, verificatasi nel 2000, necessaria a ripristinarne il livello dopo gli straordinari prelievi effettuati nel 1999.
Nel corso del 2001 sono stati rigassificati 3,64 miliardi di metri cubi (1,66 miliardi nel secondo semestre), in linea con i volumi 2000.

La spesa per investimenti riguarda i costi per la realizzazione di progetti finalizzati all'estensione e al potenziamento delle infrastrutture di trasporto (c.d. investimenti di sviluppo, ai quali viene riconosciuto un incentivo dalla Regolazione) e quelli volti a garantirne l'efficienza (c.d. investimenti di mantenimento).

 
(milioni di Euro)
INVESTIMENTI  Pro-forma 2000 Preconsuntivo 2001 Variazione 2° semestre 2001
Sviluppo 260 295 13,5% 153
              

di cui Trasporto Nazionale

137 193     100

Trasporto Regionale

120 99     

52

GNL

3 3

    

1
Mantenimento e altro 119 134 12,6% 103

di cui Mantenimento

119 86

  

55

Gas line pack

   

16

  

16

Quotazione

   32    32
     

  

  

  

TOTALE

379

429

13,2%

256
 

L'ammontare complessivo relativo al secondo semestre 2001 include investimenti non ricorrenti, quali il gas line pack (gas immesso per il bilanciamento fisico della rete) e i costi capitalizzati della quotazione.

I costi operativi di Snam Rete Gas evidenziano una diminuzione su base annua nella seguente misura:

 
(milioni di Euro)
   Pro-forma 2000 Preconsuntivo 2001 Variazione 2° semestre 2001
Costi fissi 454 420 -7,5% 202

di cui:

          
Costi fissi 324 300 -7,4% 144
Costo del personale 130 120 -7,7% 58

    

          
Costi variabili 97 84 -13,4% 44
 

Costi esterni
La variazione dei costi esterni è attribuibile essenzialmente alla reingegnerizzazione dei processi operativi di manutenzione e ammodernamento della rete, alla ottimizzazione della logistica delle strutture di società nella nuova sede e alla diminuzione dei costi di modulazione.

Costo del personale
Nel secondo semestre 2001 la politica di incentivazione all'uscita ha consentito di ridurre il personale di 142 unità. Sono stati inoltre definiti accordi, entro il 31 dicembre 2001, per l'uscita di 248 persone all'inizio del 2002.

 

Conto Economico e Stato Patrimoniale

CONTO ECONOMICO *

(milioni di Euro)

    2001
RICAVI DELLA GESTIONE CARATTERISTICA 917
ALTRI RICAVI E PROVENTI 15

RICAVI TOTALI

932

COSTI OPERATIVI

(252)
MARGINE OPERATIVO LORDO 680
AMMORTAMENTI E SVALUTAZIONI (232)
UTILE OPERATIVO 448
ONERI FINANZIARI NETTI (126)
UTILE PRIMA DELLE COMPONENTI STRAORDINARIE E DELLE IMPOSTE 322
ONERI STRAORDINARI NETTI (30)
UTILE PRIMA DELLE IMPOSTE 292
IMPOSTE SUL REDDITO (109)
UTILE NETTO 183

*I risultati si riferiscono a soli sei mesi di effettiva operatività


Il bilancio consolidato preconsuntivo dell'esercizio 2001, che coincide da un punto di vista operativo con il solo secondo semestre dell'anno, chiude con l' utile netto di 183 milioni di euro. L' utile operativo ammonta a 448 milioni di euro, corrispondenti al 49% dei ricavi della gestione caratteristica.

I ricavi ammontano a 932 milioni di euro. I ricavi della gestione caratteristica, di 917 milioni di euro, sono relativi per oltre il 94% alle attività regolate di trasporto e rigassificazione del gas naturale.

 

(milioni di Euro)

    2001
RICAVI DELLA GEST. CARATTERISTICA

  

Trasporto  843

Rigassificazione 

23

Ricavi regolati

866
Servizi di compressione 44
Altri ricavi 7
Ricavi non regolati 51
Totale  917

*I risultati si riferiscono a soli sei mesi di effettiva operatività


I ricavi delle attività non regolate riguardano la fornitura dei servizi di compressione resi all'attività di stoccaggio gestita da Stoccaggi Gas Italia S.p.A., mentre gli altri ricavi si riferiscono a corrispettivi relativi all'affitto e alla manutenzione dei cavi di telecomunicazione in fibra ottica e a prestazioni tecniche effettuate per conto terzi.

 

STATO PATRIMONIALE

(milioni di Euro)

    31/12/2001
IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 9.467
IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI  87

DEBITI NETTI RELATIVI ALL'ATTIVITA' D'INVESTIMENTO

(129)

CAPITALE IMMOBILIZZATO

9.425
CAPITALE DI ESERCIZIO NETTO (12)
TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO (17)
CAPITALE INVESTITO NETTO 9.396
PATRIMONIO NETTO 5.203
INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO 4.193
COPERTURE 9.396

Il capitale investito netto al 31 dicembre 2001 è di 9.396 milioni di euro ed è costituito essenzialmente da capitale immobilizzato.

Gli investimenti effettuati nel periodo ammontano a 256 milioni di euro.

L' indebitamento finanziario netto si è ridotto a 4.193 milioni di euro; tale ammontare deriva prevalentemente dall'indebitamento finanziario netto ricevuto dal conferimento, pari a 5.724 milioni di euro, ridotto di 1.260 milioni di euro incassati per l'aumento di capitale relativo al collocamento delle azioni sul mercato, e del flusso di cassa generato dalla gestione operativa nel periodo (268 milioni di euro).

Sono stati costituiti l'Audit Committee, con il professor Giuseppe Airoldi, il dottor Roberto Lugano e il dottor Roberto Jaquinto, e il Compensation Committee, con il professor Giuseppe Airoldi, il dottor Giuseppe Colaiacovo e il dottor Renato Roffi, previsti dal "Codice di Autodisciplina delle società quotate", ciascuno costituito da tre membri del CdA, due dei quali scelti tra i rappresentanti degli azionisti di minoranza.

Page Alert
ultimo aggiornamento
05 agosto 2016 - 16:17 CEST