Login    

Snam annuncia i risultati del primo semestre 2019

Price sensitive

CdA

San Donato Milanese, 1 agosto 2019 - Il Consiglio di Amministrazione di Snam, riunitosi ieri sotto la presidenza di Luca Dal Fabbro, ha approvato la Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2019 (sottoposta a revisione contabile limitata).

Highlight

  • Utile netto: 581 milioni di euro (+58 milioni di euro; +11,1% rispetto al primo semestre 2018), a fronte del positivo andamento della gestione operativa, della riduzione degli oneri finanziari e dei maggiori proventi netti su partecipazioni
  • Utile operativo: 756 milioni di euro (+27 milioni di euro; +3,7% rispetto al primo semestre 2018), grazie anche ai meccanismi di aggiornamento tariffario
  • Investimenti tecnici: 408 milioni di euro (349 milioni di euro nel primo semestre 2018) inclusi gli investimenti in innovazione e transizione energetica (Snamtec) di 89 milioni di euro
  • Free cash flow: 794 milioni di euro
  • Indebitamento finanziario netto: 11.523 milioni di euro (11.548 milioni di euro al 31 dicembre 2018)
  • Guidance sull’utile netto 2019: +6-7% rispetto al 2018 (rispetto alla precedente previsione di crescita del +5%)
 

Fatti di rilievo

  • Finanziamento BEI per progetti di mobilità sostenibile: in data 6 giugno 2019 Snam ha sottoscritto con la Banca europea per gli investimenti (BEI) un contratto di prestito di 25 milioni di euro per la realizzazione di progetti rivolti alla mobilità sostenibile a gas naturale e biometano per mezzi leggeri e pesanti, realizzati dalla controllata Snam4Mobility, con scadenza dicembre 2031 e tasso fisso pari a circa lo 0,55%
  • Accordi di collaborazione per la riqualificazione energetica dei condomìni: sottoscritti, tramite la controllata Tep Energy Solution, in data 10 aprile e 5 giugno 2019 rispettivamente con Unicredit e Intesa San Paolo, accordi di collaborazione per promuovere interventi di efficientamento energetico legati al meccanismo Ecobonus e Sismabonus
  • Snam e IP, intesa per la realizzazione di 26 nuovi impianti di rifornimento di gas naturale in Italia: in data 26 luglio 2019, Snam e IP hanno siglato un accordo finalizzato alla realizzazione di un primo lotto di 26 nuovi impianti di rifornimento di gas naturale, che apriranno sulla rete di distributori IP a partire dal 2020 in tutta Italia
  • Finanziamento BEI per progetti infrastrutturali nel settore trasporto: in data 31 luglio 2019 Snam ha sottoscritto con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) un contratto di finanziamento di 105 milioni di euro per la realizzazione di progetti infrastrutturali nel settore trasporto di gas naturale, con una durata di 20 anni (scadenza 30 giugno 2039) e con un tasso fisso pari a circa lo 0,64%
 

Marco Alverà, Amministratore Delegato di Snam, ha commentato così i risultati:

“Nel primo semestre abbiamo ottenuto risultati in crescita, in linea con gli obiettivi di piano, ponendo le basi per un altro anno di creazione di valore per tutti i nostri stakeholder.

I nostri investimenti in Italia sono in aumento di oltre il 15% rispetto al primo semestre del 2018 e prevediamo di raggiungere 1 miliardo nell’intero anno, anche con il contributo delle iniziative del progetto Snamtec.

Le infrastrutture del gas hanno confermato di avere una funzione centrale nel percorso di decarbonizzazione, garantendo flessibilità e sicurezza degli approvvigionamenti in un contesto di incremento dei volumi del 17% nel settore termoelettrico, anche a scapito della generazione a carbone.

La nostra rete è sempre più moderna, sostenibile e proiettata nel futuro, come dimostra l’avvio della sperimentazione sull’idrogeno nel corso del semestre. Snam conferma così il proprio ruolo di protagonista della transizione energetica, al servizio dello sviluppo dei territori nei quali opera” .

 
Page Alert
ultimo aggiornamento
01 agosto 2019 - 16:26 CEST