Login    

Mef: “Emissioni di CO2 in calo nel prossimo triennio”

"Riduzione da 7,3 a 7,1 ton procapite”. La relazione 2020 sul Benessere equo e sostenibile

“L’Italia, tra i pochi Paesi che hanno centrato i target di Europa 2020 in campo ambientale, è sulla buona strada per quanto riguarda la riduzione delle emissioni”. Lo sottolinea il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, nella presentazione dell’edizione 2020 della relazione sul Benessere equo e sostenibile (Bes), inviata lunedì al Parlamento.
La relazione Bes, che analizza l’evoluzione degli indicatori di benessere equo e sostenibile sulla base degli effetti dell’ultima Legge di Bilancio, prevede una crescita del reddito disponibile e una riduzione delle disuguaglianze e delle emissioni. Su quest’ultimo fronte, infatti, la Legge di Bilancio 2020 “dedica nuovi fondi per la sostenibilità ambientale e compie i primi passi verso un’imposizione fiscale maggiormente orientata verso la salute e la riduzione dell’ inquinamento”.
Le stime indicano di conseguenza un’ulteriore diminuzione delle emissioni di CO2. In dettaglio, l’indicatore Istat-Ispra delle emissioni procapite è passato da 9,6 tonnellate nel 2008 a un minimo di 7,2 ton nel 2014. Con la ripresa dell’economia, il valore è poi risalito a 7,4 nel triennio 2015-2017 ma è tornato a scendere a 7,3 ton nel 2018. Le proiezioni del Mef indicano adesso un’ulteriore diminuzione a 7,2 ton nel 2019 e 2020 e a 7,1 ton nel 2021 e 2022. “Poiché lungo tutto questo periodo il valore aggiunto aumenterebbe in termini reali, ciò indica che l’i ntensità emissiva per unità di prodotto è in fase di riduzione”, rileva la Bes 2020.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
20 febbraio 2020 - 15:44 CET